`Composto di olio d'oliva può ridurre il danno intestinale

Salute

Composto di olio d'oliva può ridurre il danno intestinale in casi di ischemia

Febbraio 10, 2013
Di Naomi Tupper

Notizie recenti

Secondo una nuova ricerca pubblicata sul Journal of Leukocyte Biology, olio d'oliva può avere ancora un altro vantaggio biologico nel trattamento della malattia. Questa volta sembra che vi sia un ruolo per i composti derivati ​​dall'olio d'oliva nella prevenzione dell'ischemia intestinale e del danno d'organo associato alla riperfusione.

Lo studio, condotto su modelli animali, ha suggerito che il componente dell'olio d'oliva oleuropeina aglicone, che è un polifenoli, potrebbe ridurre significativamente i danni causati dall'ischemia intestinale. Questa condizione, che si verifica nell'uomo a causa del restringimento o del blocco dei vasi sanguigni che forniscono il sistema digestivo, provoca un limitato afflusso di sangue agli organi. La condizione può essere incredibilmente dolorosa e a lungo termine può causare problemi come malnutrizione, grave perdita di peso e danno intestinale permanente. Non solo la condizione causa danni di per sé, ma la conseguente lesione da riperfusione, che si verifica quando il rifornimento di sangue viene restituito all'organo, può anche causare una grande quantità di danni ai tessuti.

In condizioni di laboratorio, i topi sono stati utilizzati per testare l'efficacia dell'oleuropeina aglicone nel trattamento dell'ischemia intestinale / lesioni da riperfusione. Gruppi di topi sono stati sottoposti a ischemia intestinale indotta chirurgicamente, con un gruppo trattato con il composto derivato dall'olio d'oliva dopo l'induzione. È stato scoperto che i topi trattati con oleuropeina aglicone avevano livelli più bassi di lesioni e infiammazioni intestinali rispetto a quelli che non avevano ricevuto il trattamento ma che erano anche sottoposti a procedure per causare ischemia intestinale. I risultati suggeriscono che il composto ha un ruolo nella prevenzione delle lesioni agli organi secondari causate dalla condizione.

Mentre sono necessarie ulteriori ricerche sull'adeguatezza di questo trattamento per gli esseri umani con ischemia intestinale, che può essere causata da una varietà di condizioni come accumuli di grasso nei vasi sanguigni o coaguli di sangue, mostra risultati promettenti per la sostanza nell'uso del trattamento malattia associata a infiammazione. Si spera che alla fine questo tipo di terapia possa portare a benefici per i pazienti con lesioni e artrite del midollo spinale, nonché ischemia intestinale e riperfusione.

Olio extravergine d'oliva è ben noto per il suo alto contenuto di composti fenolici che hanno potenti effetti antinfiammatori, antimicrobici e antiossidanti. Precedenti studi a base umana e animale hanno mostrato risultati promettenti per un certo numero di questi composti nel trattamento di varie malattie e condizioni associate all'infiammazione, in particolare il composto oleocanthal, che si ritiene abbia proprietà antinfiammatorie simili all'ibuprofene.

pubblicità



Related News