Cibo e cucina

L'olio d'oliva potrebbe aiutare a prevenire l'intossicazione alimentare pericolosa per la vita

Uno studio recente suggerisce che gli acidi grassi omega-3, che si trovano in alimenti come l'olio d'oliva, le noci e il pesce, possono neutralizzare i batteri che causano la listeriosi senza aumentare la resistenza agli antibiotici.

Listeria
Giu. 7, 2017
Di Anthony Vasquez-Peddie
Listeria

Notizie recenti

L'olio d'oliva, le noci e il pesce possono essere in grado di prevenire intossicazioni alimentari potenzialmente fatali.

A recente studio suggerisce che gli acidi grassi omega-3, come quelli che si trovano negli alimenti precedentemente menzionati, possono neutralizzare i batteri che causano la listeriosi senza aumentare la sua resistenza ai farmaci. Lo fa disattivando i geni nei batteri della listeria che causano l'infezione.

Gli acidi grassi comuni presenti in natura possono disattivare i geni specifici che rendono pericoloso il batterio di listeria.- Birgitte Kallipolitis, Università della Danimarca meridionale

"È interessante notare che gli acidi grassi naturali, completamente innocui e in realtà sani possono essere usati per sopprimere i batteri pericolosi come la listeria ”, ha detto Birgitte Kallipolitis, professore all'Università della Danimarca meridionale e uno degli autori dello studio Notizie mediche oggi. "La prospettiva a lungo termine è che potrebbe essere possibile sviluppare nuovi metodi di trattamento. Non solo contro Listeria, ma anche contro altri batteri pericolosi che sono attualmente resistenti agli antibiotici. "

La listeriosi colpisce circa 1,600 persone e ne uccide 260 negli Stati Uniti ogni anno. Mangiare cibi contaminati con i batteri della listeria è la principale causa di infezione. Si trova più comunemente nel latte crudo e nei prodotti lattiero-caseari, formaggi a pasta molle e salumi pretagliati. Le donne in gravidanza, gli anziani e le persone con sistema immunitario indebolito sono maggiormente a rischio.

"Il nostro studio ha dimostrato che gli acidi grassi comuni presenti in natura possono disattivare i geni specifici che rendono pericoloso il batterio della listeria ”, ha affermato Kallipolitis. "Abbiamo testato gli acidi grassi omega-3 e ci sono voluti circa mezz'ora per neutralizzare i batteri di Listeria. "

pubblicità

Sono notizie promettenti per lo sviluppo di nuovi trattamenti. Gli antibiotici sono attualmente usati per combattere la listeriosi, ma la ricerca mostra che i batteri della listeria sono diventati sempre più resistenti ai farmaci. Questo ultimo studio indica che gli acidi grassi omega-3 possono essere utilizzati per annullare gli effetti dei batteri senza distruggerlo. Se la crescita di un batterio non è minacciata, non crea resistenza.

"I batteri possono sviluppare resistenza agli attacchi e abbiamo molti esempi di come questo crei semplicemente problemi nuovi e ancora più grandi per combatterli ", ha detto Kallipolitis. "Potrebbe essere una strategia migliore per farli vivere e invece mirare a neutralizzare la loro capacità di causare malattie ".

I ricercatori sperano che la loro scoperta porti a migliori opzioni terapeutiche mentre la listeria continua a diventare più resistente agli antibiotici. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Research in Microbiology.

Questo studio è l'ultimo di una serie di numerosi altri che mostrano i benefici per la salute degli acidi grassi omega-3. Altre ricerche indicano che gli acidi grassi omega-3 riducono il rischio di diabete, obesità, asma e malattie cardiache. Questi acidi grassi possono anche aiutare a bilanciare i livelli di colesterolo, aumentare l'immunità, trattare i disturbi digestivi e ridurre i dolori muscolari, ossei e articolari.

I seguenti alimenti sono alte fonti di acidi grassi omega-3.

- Sgombro
- Olio di pesce al salmone
- Olio di fegato di merluzzo
- Noci
- Semi di Chia
- Aringa
- Salmone
- Semi di lino
- Tonno
- Sardine
- Semi di canapa
- Acciughe
â € ”â € ‰ Tuorli d'uovo
â € ”â €” Olio d'oliva



Related News