Salute

La ricerca esamina gli ingredienti funzionali nella sansa di oliva

Un progetto di ricerca spagnolo sta valutando l'uso della pasta di sansa di oliva per lo sviluppo di nuovi prodotti per la salute.

La sansa di olio d'oliva viene raccolta come rifiuto di produzione in un moderno frantoio
Settembre 17, 2018
Di Rosa Gonzalez-Lamas
La sansa di olio d'oliva viene raccolta come rifiuto di produzione in un moderno frantoio

Notizie recenti

I nuovi usi e benefici della pasta di sansa di oliva sono esplorati in NUDACE, un progetto di ricerca spagnolo che si concentra sull'ottenimento di nutraceutici e ingredienti funzionali dalle olive, al fine di aiutare a combattere i processi degenerativi associati all'invecchiamento.

Finora ci sono stati interessanti risultati riguardanti gli effetti funzionali degli estratti ottenuti.- Marga Fernández, AINIA

I nutraceutici sono sostanze isolate dagli alimenti o dai prodotti a base di erbe che forniscono molteplici proprietà nutrizionali e terapeutiche. Sono generalmente venduti in forme medicinali di solito non associate al cibo.

Un consorzio di ricerca formato dal Gruppo Matarromera; Ministero dell'economia e della competitività della Spagna; l'Istituto di biologia e genetica molecolare (IBGM-CSIC,); e AINIA, un istituto di ricerca spagnolo, lavora per identificare queste sostanze benefiche presenti nella pasta di sansa di oliva al fine di migliorare i processi di estrazione e migliorare i tratti salutari degli oli di oliva.

La sansa di oliva è un sottoprodotto di produzione di olio d'oliva. È formato dall'acqua, dalla pelle e dalle pietre che rimangono dopo l'estrazione e ha il potenziale utilizzo nello sviluppo di prodotti per la salute a causa delle sue proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.

A seconda dei fattori correlati a olivicoltura e la lavorazione, la pasta di sansa di oliva ha diverse caratteristiche chimiche, fisiche e biologiche che i composti estratti riflettono.

pubblicità

La pasta utilizzata per il progetto è fornita da Oliduero, un frantoio appartenente al gruppo Matarromera. Si trova in Castilla y León, una regione spagnola con un clima continentale.

Sono state definite distinte fasi e responsabilità del progetto per l'esercizio congiunto di R&S.

La sansa di olio d'oliva viene raccolta come rifiuto di produzione in un moderno frantoio

AINIA sovrintende allo sviluppo del processo per ottenere estratti di pasta di sansa di oliva ricchi di composti bioattivi, come ad esempio polifenoli e acidi triterpenici. I triterpeni sono correlati a molte piante medicinali utilizzate contro le malattie in cui è implicato il sistema immunitario. Durante questa fase vengono esplorati una serie di processi di estrazione per accertarne la sostenibilità e la fattibilità tecnica e finanziaria a lungo termine.

IBGM-CSIC è responsabile dell'identificazione delle azioni antinfiammatorie e antiossidanti dei composti estratti per studiarne l'effetto sull'invecchiamento.

"La ricerca iniziale sembra promettente. Ci sono stati risultati interessanti per quanto riguarda gli effetti funzionali degli estratti finora ottenuti ”, ha riferito Marga Fernández, responsabile delle comunicazioni per AINIA.

Una volta identificati questi nutraceutici, Matarromera Group lavorerà sull'ottimizzazione dei processi di produzione dell'olio di oliva per aumentare la concentrazione di questi nutraceutici, arricchendo l'olio e rendendolo più sano e stabile. Ciò contribuirà anche a determinare quali variabili nel processo di produzione potrebbero esercitare un'influenza sul numero di micronutrienti e composti bioattivi del prodotto finale e sui loro potenziali benefici per la salute.

La ricerca dovrebbe concludersi in 2019.





Related News