`Condisci la tua insalata con olio d'oliva per ottenere il maggior numero di nutrienti - Olive Oil Times

Condisci la tua insalata in olio d'oliva per ottenere il massimo dai nutrienti

Giu. 26, 2012
Elena Paravantes

Notizie recenti

Un nuovo studio della Purdue University ha dimostrato che l'olio d'oliva potrebbe essere la scelta migliore per condire l'insalata quando si tratta di assorbire i nutrienti dalle verdure. Sembra che i grassi monoinsaturi forniscano l'assorbimento più efficiente di carotenoidi, pigmenti con attività antiossidante presenti nelle verdure e nella frutta.

Ricerche precedenti hanno dimostrato che i carotenoidi, come il beta-carotene, erano più biodisponibili, in altre parole erano più facilmente assorbiti dall'organismo quando il grasso era presente nell'insalata. I carotenoidi sono pigmenti responsabili dei colori vivaci di frutta e verdura e sono associati a una serie di benefici per la salute come la protezione dal cancro e dalle malattie cardiache e la promozione della salute degli occhi.

Per questo studio pubblicato sulla rivista Molecular Nutrition & Food Research, i ricercatori hanno dato a 29 partecipanti un'insalata con un condimento di grassi saturi, un condimento di grassi monoinsaturi o un condimento di grassi polinsaturi. Ogni insalata era servita con 3 grammi, 8 grammi o 20 grammi di grasso dal condimento. I partecipanti sono stati sottoposti a test del sangue per l'assorbimento di carotenoidi liposolubili, composti come luteina, licopene, beta-carotene e zeaxantina.

Mentre tutti i grassi promuovevano l'assorbimento dei carotenoidi, il condimento per l'insalata che conteneva il grasso monoinsaturo (il principale tipo di acidi grassi nell'olio d'oliva) promuoveva l'assorbimento di carotenoidi equivalente a 3 grammi di grasso rispetto a 20 grammi. In altre parole, richiedeva la minor quantità di grassi per ottenere il massimo assorbimento di carotenoidi, mentre le medicazioni di grassi saturi e polinsaturi richiedevano quantità maggiori di grassi per ottenere lo stesso beneficio. Questo rende i grassi monoinsaturi come l'olio d'oliva, un'ottima scelta per coloro che osservano il loro apporto di grassi o calorie.

È importante notare che i ricercatori hanno utilizzato l'olio di canola come fonte di condimento a base di grassi monoinsaturi. Tuttavia, l'olio d'oliva contiene effettivamente più grassi monoinsaturi dell'olio di canola, infatti l'olio d'oliva ha la più alta quantità di grassi monoinsaturi tra gli oli da cucina comunemente usati, ma è anche una fonte di antiossidanti benefici, fornendo un doppio beneficio.



Related News

Feedback / suggerimenti