Affresco minoico a Cnosso, Creta

I negozi di souvenir nei musei greci e nei siti archeologici, secondo Kathimerini, si stanno preparando a vendere oggetti che presentano versioni contemporanee di opere d'arte antiche. Una nuova interpretazione della dea serpente minoica appare anche in un luogo inaspettato: un pacchetto di olio d'oliva.

Lavorando su un contenitore di olio d'oliva per NYIOOC award-winning produttore Great Stories, una nuova azienda di prodotti alimentari greci di alta qualità ad Atene, i grafici 2yolk hanno creato semplici disegni in linea nera ispirati alle antiche statue minoiche, cicladiche e arcaiche della dea.

Secondo la Fondazione greca, 2yolk designers ha adottato l'uso di queste donne di una figura femminile per indicare la "Grande Madre", un simbolo di fertilità, rinascita e continuazione della vita - concetti identificati con la sostenibilità della terra greca "e la continuità delle varietà olivicole greche su migliaia di anni.

2yolk ha anche inventato il nome "39 / 22" per i quattro diversi greci monovarietali dell'azienda extra virgin oli d'oliva - Athenolia, Manaki, Koroneiki e Koroneiki organico. Il nome numerico si riferisce alle coordinate geografiche della Grecia, sottolineando l'origine dell'olivo nella terra.

Per questo progetto di design e denominazione, 2yolk ha vinto un Red Dot Award per Communication Design in 2015 alla competizione internazionale di Berlino, dove ha gareggiato con le voci 17,000 dei paesi 17.

Un altro vincitore del Red Dot Award è stato ispirato dai "forti legami con la natura" dei produttori di olio d'oliva, l'un l'altro e la loro patria greca, come dice il sito web della Fondazione greca. Lazy Snail Design ha illustrato questi legami con un disegno di un albero i cui rami terminano con foglie di ulivo costituite dal nome di ciascun produttore, sia in bianco su una bottiglia nera o in stagno da cinque litri, sia in nero su una scatola bianca.

Lazy Snail ha progettato questo per Bienna (o Vienna) extra virgin olio d'oliva, il marchio dell'Associazione Cooperativa Viannos nella Denominazione d'Origine Protetta (DOP) di Viannos, nel sud-est di Creta. Il sito Web Red Dot suggerisce che "il risultato è un albero che ricorda un'impronta digitale. Questo funge da firma che verifica l'autenticità del prodotto, così come una simbolica stretta di mano tra la mano che regge la bottiglia e quella che ha raccolto l'ulivo dall'albero. "

Il design vincitore del Red Dot Award di Kizis Studio per Megaritiki, Patrinia e Koroneiki, non trasformati di Ladolea, monovarietali extra virgin l'olio d'oliva è "un vaso in ceramica fatto a mano riutilizzabile che impedisce la penetrazione della luce, mantenendo così il suo contenuto nella sua forma più pura, aroma e gusto", come indica il sito web della Fondazione greca. Ladolea’s Megaritiki è un 2015 NYIOOC vincitore del Premio.

Per la bottiglia di Ladolea, Kizis Studio ha aggiornato un antico vaso corinzio, l'Aryballos, utilizzato per contenere gli atleti olimpionici oleaginosi sparsi su tutto il corpo prima degli antichi giochi. Ogni bottiglia di Ladolea è fatta a mano da un vasaio per Melissi & Co, che fornisce un versatore di sughero in modo che la bottiglia possa essere riutilizzata.

Thomas Kiourtsis ha utilizzato un design più moderno con le texture a contrasto di vetro bianco e legno naturale per un'edizione limitata di Koronaki extra virgin olio d'oliva. La Fondazione greca definisce la forma rettangolare a forma di scatola con piccoli caratteri neri e design "semplice, pulito e nitido", suggerendo che Kiourtsis cercasse "di delineare la semplicità e la purezza dell'olio d'oliva".

Anche Chris Trivizas ha utilizzato un semplice ed elegante contrasto di materiali per Kopos della Andriotis Company extra virgin olio d'oliva, selezionando la parola greca per "fatica" per il nome del prodotto per evidenziare il duro lavoro che va nella sua produzione. L'olio d'oliva Kopos si presenta in una bottiglia cilindrica di colore nero, la cui morbida semplicità porta lo sguardo sull'elegante venatura naturale del legno d'ulivo nel suo grande e suggestivo coperchio.

I design dei contenitori sono presenti sul sito web di Greek Foundation, che mira "a esplorare e ridefinire la grecità delle cose" mettendo in mostra "tutte le forme di espressione creativa" della cultura greca contemporanea.

I disegni chiariscono che il greco extra virgin l'olio d'oliva è anche più di un prodotto gustoso e salutare. Ci vuole duro lavoro, conoscenza e dedizione per produrre alta qualità extra virgin olio d'oliva. Un numero crescente di produttori greci ha deciso che i risultati dei loro sforzi meritano di essere considerati - oltre che gustosi - come un'opera d'arte.



Altri articoli su: , , ,