Home page di Google

In un commercial per il suo dispositivo Home, Google ha detto a una stima di 40 milioni di spettatori degli Academy Awards la scorsa notte che l'olio d'oliva può essere un sostituto del burro in cucina.

Per ogni tazza di burro, sostituire tre quarti tazza di olio d'oliva.- Google Home Commercial

"Ok, Google, cosa è un buon sostituto per il burro?", Chiede un uomo nel secondo spot di 15 trasmesso durante la trasmissione degli Oscar di quattro ore.

"Per ogni tazza di burro, sostituisci tre quarti di tazza di olio d'oliva", risponde il dispositivo Google, offrendo una conversione che tiene conto della differenza di densità dei due grassi.

Dopo una pausa, l'uomo chiede: "Ok, Google, cosa è un buon sostituto per l'olio d'oliva?" (Forse l'assenza di olio d'oliva nella cucina dell'uomo è dovuta all'eccessiva pubblicità di quest'anno olive oil shortage paura.) Quella domanda, tuttavia, sembra lasciare anche Google senza parole, come lo spot interrompe. Dopo tutto, non c'è davvero alcun sostituto per l'olio d'oliva.



Mentre un riferimento così breve potrebbe non essere degno di nota per alcune industrie, la menzione di alto profilo può essere vista come un prodotto di benvenuto per il settore dell'olio d'oliva che sta cercando di convincere la gente a considerare l'olio come un'opzione più salutare e adatta per cucinando.

A differenza di alcuni settori, l'olio d'oliva non ha campagne promozionali concertate che possano raggiungere un pubblico così vasto. E anche se così fosse, la semplicità della spina incidentale di Google sarebbe difficile da battere.

E quando la maggior parte delle menzioni di olio d'oliva in questi giorni tendono ad essere sul lato negativo, lo spot di Google riposa la credibilità stellare del marchio dietro una verità semplice: è possibile utilizzare l'olio d'oliva al posto del burro per cucinare.



Altri articoli su: ,