Era una serata da ricordare nell'East Village di New York, dove il results of the 2019 NYIOOC sono stati annunciati il ​​mese scorso.

La conferenza stampa è stata trasmessa in streaming per essere guardata da tutti, attirando l'attenzione di migliaia di persone in tutto il mondo. Tra i partecipanti 900 di praticamente tutti gli angoli del mondo dell'olio d'oliva, i produttori 109 di Greece messo in mostra i loro migliori extra virgin oli d'oliva e vinto premi 35 in totale, 18 Gold e 17 Silver.

Questo è stato un anno in cui il nostro impegno appassionato per la qualità e il pensiero fuori dagli schemi doveva entrare in gioco per superare i molti ostacoli che ci sono stati presentati.- Diamantis e Dino Pierrakos, proprietari di Laconiko

Dopo un difficult harvest season, i produttori hanno detto che i premi confirmed their hard work e impegno a produrre olio d'oliva di alta qualità, indipendentemente dalle circostanze.

Tuttavia, i produttori greci hanno vinto meno premi rispetto allo scorso anno, quando hanno portato a casa i premi 55, probabilmente a causa delle condizioni sfavorevoli di questa stagione e della bassa resa.

Guarda anche: NYIOOC 2019 Special Coverage

Papadopoulos Olive Oil Mill, basato vicino all'antica Olympia, è tornato a casa con tre premi, un Gold Award per il loro Mythocia Olympia PGI Organic miscela media e due Silver Awards per loro Mediterre Alea Organic e Mythocia Omphacium fatto da una delicata varietà Olympia.

"La nostra conoscenza attraverso l'educazione, il nostro amore per il frutto e la nostra passione per produrre nuovi sapori e aromi ricchi sono i tre principali motivi per cercare ogni anno di estrarre olio d'oliva di alta qualità", ha detto Eva Papadopoulos Olive Oil Times.

"Ad essere onesti, NYIOOC è la migliore competizione per l'olio d'oliva in tutto il mondo, che riunisce i più alti standard di integrità e professionalità nel conferire medaglie ai migliori oli d'oliva di tutto il mondo ", ha aggiunto.

La società ha anche osato diversificare e produrre l'olio d'oliva da varietà diverse da Koroneiki, come Kolireiki, Menoutiana e Mpotsikoelia, che hanno migliorato le caratteristiche organolettiche dei loro extra virgins.

Papadopoulos ha anche chiarito che la stagione è stata difficile e che la coltivazione precisa e il metodo di produzione "attento e cauto" hanno permesso loro di avere successo nella competizione.

Ha anche detto che, a partire dal prossimo anno, i loro prodotti saranno disponibili con il marchio Mediterre, un'azienda svizzera di prodotti biologici mediterranei.

Laconiko, dal sud della Grecia, bloccato dalla tradizione e nascosto un altro Gold Award quest'anno per il suo extra virgin fatto da Koroneiki medio. Diamantis and Dino Pierrakos, i proprietari, erano entusiasti nel descrivere la loro vittoria a Olive Oil Times.

"Sono gli Oscar nel mondo dell'olio d'oliva, a causa dell'esposizione, degli standard elevati e della qualità dei giudici che offre", ha detto Pierrakos.

Hanno notato che questo è il sesto anno consecutivo in cui sono stati riconosciuti e hanno ricevuto un premio nel NYIOOC World Olive Oil Competition, ma anche loro hanno avuto una stagione difficile e molti ostacoli da superare per essere in grado di presentare un extra virgin olio d'oliva di altissimo livello.

"Questo è stato un anno in cui il nostro impegno appassionato per la qualità e il pensiero fuori dagli schemi ha dovuto entrare in gioco per superare i molti ostacoli che ci sono stati presentati, non facendo un olio di qualità in un solo lotto ma producendo un olio di qualità nella nostra produzione complessiva ", hanno detto.

Mer Des Oliviers De Delphes, dalla Grecia centrale, hanno vinto un Gold Award per il loro extra virgin olio d'oliva ottenuto da una delicata varietà Amfissis.

"Il nostro olio d'oliva proviene dalla zona di Delfi fatta da olive della varietà Amfissis. Ha un aroma forte, fruttato con un gusto morbido senza essere piccante, e un retrogusto speciale dovuto alla terra di Delfi ", hanno detto Olive Oil Times.

Michael Dudek per Liokareas (Oilio LLC)

"Siamo stati i primi a promuovere l'olio d'oliva monovarietale della nostra zona. La nostra aspirazione è di mettere l'olio d'oliva di Delphi sulla mappa mondiale degli oli d'oliva di qualità ", hanno aggiunto.

Avevano anche qualcosa da dire su NYIOOC e l'importanza del loro premio.

"L'ultima volta che abbiamo partecipato al NYIOOC era tornato in 2017 quando abbiamo vinto il Silver Award ", hanno detto. "Il Gold Award che abbiamo ricevuto ci ha reso felici, perché conosciamo il potenziale del nostro olio d'oliva."

"È ampiamente noto NYIOOC è il migliore del mondo, e in questo senso il nostro premio è di grande valore e riconoscimento ", hanno aggiunto. "Essere sul Best Olive Oils portale è una costante promozione del nostro olio d'oliva nei mercati internazionali, aumentando il suo prestigio. "

Un'altra compagnia, Oilio dal sud di Kalamata, hanno ricevuto un Gold Award per il loro Liokareas Wild extra virgin olio d'oliva, un mix di oli ricavati da olive selvatiche e olive della varietà Koroneiki.

"Ciò che è interessante della nostra azienda e diverso da alcuni degli altri, è che la nostra determinazione incredibilmente forte e la nostra attenzione alla produzione di olio d'oliva di alta qualità non finiscono mai", ha detto Peter Liokareas.

Ha anche riconosciuto che questa stagione era precaria e che era necessario un duro lavoro per ottenere un olio di alta qualità.

"Quest'anno è stato un anno difficile per molti paesi, inclusa la Grecia", ha detto Liokareas. "Sono rimasto scioccato da quello che ho visto quando ho viaggiato attraverso la Grecia meridionale, e più precisamente in Messenia e Laconia prima ad agosto e poi di nuovo in ottobre e novembre".

"Ma allo stesso tempo, ho sentito un grande orgoglio per questa regione della Grecia da dove siamo", ha aggiunto. "Per vedere una regione che lotta duramente economicamente in tempi difficili, non rinunciare alla produzione di questo grande prodotto per cui siamo famosi".

Ha poi continuato, "il NYIOOC è la più grande competizione al mondo. Potrebbe essere una delle gare più difficili per vincere un premio. Per noi è il più prestigioso ".



Commenti e sentimenti dei vincitori dalla Grecia hanno continuato a riversarsi.

Per qualificarti per il Olympian Green, vincitore di un Gold Award per il loro extra virgin fatto da olive Koroneiki, la soddisfazione è stata immensa.

"È un grande onore e siamo estremamente orgogliosi del premio", ha dichiarato Tammy Karambelas, responsabile delle vendite. "Il nostro moderno mulino con i suoi macchinari hi-tech e le soluzioni innovative che applichiamo ci hanno fatto diventare pionieri nel settore dell'olio di oliva di qualità. Il premio dimostra che la nostra attenzione all'intero processo di produzione dall'albero allo scaffale è sulla strada giusta. "

Hellenic Agricultural Enterprises, da Lesbo, erano di nuovo a bersaglio, ricevendo un Gold Award per loro extra virgin olio d'oliva ottenuto da olive Kolovi, e ora hanno ampliato la loro cassa da trofeo anche vincendo un Silver Award per il loro organico extra virgin.

"Siamo molto lieti che i nostri marchi biologici ACAIA e ACAIA si siano distinti ancora una volta in questa famosa competizione", ha affermato Ellie Tragakes, l'amministratore delegato. "Ogni anno lavoriamo duramente per creare oli di oliva di altissima qualità, e questo è il quinto anno NYIOOC riconosce che i nostri oli d'oliva sono tra i migliori al mondo. "

"Continueremo a lavorare duramente per produrre l'olio d'oliva di altissima qualità in modo che possiamo anche portare il riconoscimento a Lesbo, la nostra isola di origine nell'Egeo", ha aggiunto.

Eftychios Androulakis di Pamako hanno parlato del loro Gold Award per la loro monovarietale Mountain Bio fatta con la varietà Tsounati.

"Negli ultimi quattro anni, siamo riusciti a produrre eccellenti oli d'oliva attraverso una costante sperimentazione", ha affermato. "Non compriamo olive da nessun altro e non mettiamo altri produttori nella nostra linea. Quindi è estremamente difficile produrre un ottimo organico extra virgin olio d'oliva ogni anno. "

"Sperimentando e osservando da vicino come ogni stagione sta per finire, scegliamo i nostri prossimi passi e ci prepariamo sempre allo scenario peggiore", ha aggiunto. "Anche ora, ci prepariamo per gli esperimenti della prossima stagione e nuovi modi per produrre un olio d'oliva migliore."



Altri articoli su: , , ,