Jorge Petit Jr. e Jorge Petit Sr. a Masia El Altet

Per secoli, la Sierra de Mariola è stata considerata come una specie di giardino botanico naturale nel cuore della Comunità Valenciana, nella Spagna orientale.

Oltre le specie di piante 1,200, molte delle quali endemiche, crescono sulle sue pendici e le erbe aromatiche e medicinali sono alla base di Herber (significa "fatto di erbe") - un liquore locale che è probabilmente uno dei prodotti più noti della zona.

Sono nato in campagna. Sono stato cresciuto qui. E ho davvero visto crescere questi ulivi come se fossero i miei fratelli- Jorge Petit, Masía El Altet

Non c'è da stupirsi che Jorge Petit e suo padre, anch'egli di nome Jorge, attribuiscano i pini, il rosmarino e il timo al sapore del loro olio d'oliva.

"Questo è molto importante perché le olive, essendo solubili nel grasso, si nutrono e assorbono tutto ciò che c'è intorno a loro. Se ci fosse una fabbrica qui, assorbirebbero il fumo. Ma abbiamo piante aromatiche ", ha detto Petit nella sua tenuta di Masía El Altet, dove lui e suo padre hanno incontrato un reporter e un videografo per l'incarico di Olive Oil Times.



La loro casa ricoperta di edera 17th secolo è situata nel mezzo di un boschetto di ulivi 14,500. Gli alti cipressi intorno alla casa e la sua facciata arancione pallido gli conferiscono un aspetto toscano.

"Sono nato in campagna. Sono stato cresciuto qui. E ho visto davvero crescere questi ulivi come se fossero i miei fratelli ", sottolinea Petit.

Questa piantagione di 73 è situata in una piccola valle a circa 10 chilometri da Alcoi, la città principale della zona, ed è condivisa da due parchi naturali.

A nord, la Sierra de Mariola. A sud, il parco naturale Font Roja, una delle principali riserve forestali di querce di Kermes nella regione di Valencia.

"Abbiamo iniziato a piantare ulivi in ​​1992. Prima di allora, girasoli e grano erano i raccolti principali. Stavamo cercando di coltivare alberi da frutto, ma hanno sofferto troppo per il gelo.

Poi abbiamo notato che i nostri ulivi centenari si sono comportati molto bene qui. E abbiamo deciso di piantare altri ulivi. Prima di questo, tutto il petrolio che producevamo era per il nostro consumo personale, "spiegò Petit, mentre passeggiava con suo padre tra gli alberi.

Essere in un'area naturale protetta presenta alcuni vantaggi, ma comporta anche alcune limitazioni. Ad esempio, il frantoio doveva essere costruito a pochi chilometri di distanza, fuori dai parchi.

In 2003 hanno iniziato a vendere il loro petrolio. Appena sei anni dopo, il famoso chef francese Joël Robuchon - che trascorreva le vacanze in una città vicina - ha iniziato a usarlo nei suoi ristoranti.

"Stavamo lentamente crescendo, ma da 2009 in poi, la nostra crescita è stata esponenziale. Penso che [Robuchon] si sia innamorato del nostro olio a causa della sua complessità. E questo grazie al clima del luogo in cui coltiviamo i nostri ulivi ", ha detto Petit.

Le montagne di Alicante hanno tradizionalmente prodotto l'olio d'oliva come quasi tutte le regioni del Mediterraneo. Ma questa zona è lontana dalle principali zone di produzione della Spagna, come Jaén o Córdoba.

In effetti, Masía El Altet è stato l'unico produttore pluripremiato della Comunità Valenciana all'2018 NYIOOC World Olive Oil Competition, dove won three Gold Awards. Questa distanza dall'Andalusia può contribuire ai tratti particolari degli oli di Petit.

Questa è una terra di contrasti. A pochi chilometri dalla costa, la catena montuosa - che raggiunge quasi (circa 4,593 ft) di quota - è coperta da neve ogni inverno.

A metri 850 (2,788 ft) sul livello del mare, il limite di altezza in cui gli ulivi possono crescere nella zona, Masía El Altet si trova nel punto di svolta in cui il clima mediterraneo inizia a ricevere influenze continentali. E le differenze termiche potrebbero essere brusche.

"Ora abbiamo 22 ° C (72 ° F). La scorsa notte abbiamo avuto intorno a 13 ° C (55 ° F) ea mezzogiorno saremo sopra 30 ° C (86 ° F) ", ha detto Petit.

"Questo ampio contrasto termico, improvvisi cambi diurni sono davvero importanti per la qualità finale dell'oliva", ha aggiunto.

Oltre al clima, Petit descrive l'uso delle varietà locali come "tratto distintivo" di Masía El Altet.

La maggior parte degli olivi appena piantati della tenuta sono di varietà Picual. Tuttavia, gli alberi centenari che sopravvivono nei campi terrazzati appartengono a quattro cultivar locali: Alfafarenca, Genovesa, Blanqueta e Changlot Real.

"Producono oli un po 'aspri e piccanti. Quindi li mescoliamo, facciamo un taglio, nella ricerca di un olio più equilibrato ", ha detto.



Altri articoli su: ,