Melaka:

Un comitato del Codex Alimentarius si incontrerà nella città malese per discutere due criteri usati per determinare la purezza e l'autenticità dell'olio d'oliva: campesterolo e delta-7-stigmastenol

In preparazione della sessione 24th del Codex Committee on Fats and Oils, in riunione questa settimana a Melaka, in Malesia, il Consiglio oleicolo internazionale (CIO) ha prodotto tre documenti che ha reso pubblici sul suo website.

Codex Alimentarius è un organismo internazionale di standard alimentari che elabora norme, linee guida e codici di condotta mondiali per proteggere la salute dei consumatori e assicurare pratiche corrette nel commercio alimentare. Il suo comitato per i grassi e gli oli è responsabile delle norme internazionali per i grassi e gli oli di origine animale, vegetale e marina, tra cui la margarina e l'olio d'oliva.

Il CIO ha lavorato a stretto contatto con il Comitato per raggiungere l'armonizzazione del Codex standards for olive oils e oli di sansa di oliva con il IOC’s own standards per questi prodotti. Tali norme definiscono i criteri di qualità e purezza per gli oli di oliva e gli oli di sansa di oliva e specificano come questi criteri debbano essere valutati al fine di salvaguardare la qualità dell'olio di oliva, prevenire l'adulterazione e soddisfare le definizioni.

Non era chiaro se i rappresentanti del CIO partecipassero all'incontro della Malaysia. Lack of funds prevented Il direttore del CIO Jean-Louis Barjol parteciperà alla riunione 2013 del comitato per i grassi e gli oli del Codex.

Al momento esistono discrepanze tra gli standard delle due organizzazioni. Al prossimo incontro verranno discussi due criteri per determinare la purezza e l'autenticità dell'olio d'oliva: campesterolo e delta-7-stigmastenol. Questi sono fitosteroli la cui struttura chimica è simile a quella del colesterolo.

I tre documenti sono stati preparati dal CIO su richiesta del Codex e saranno discussi durante la riunione. Due di questi descrivono i risultati degli studi condotti dal CIO su campesterolo (PDF) e delta-7-stigmastenol (PDF). Il terzo è una risposta (PDF) dal CIO a una proposta dell'Australia per aumentare i limiti di campesterolo e delta-7-stigmastenol.

I membri del CIO temono che questi aumenti proposti renderebbero più difficile la possibilità di individuare le frodi. Raccomandano di discutere le conclusioni raggiunte dal COI sulla base di un'indagine sui risultati dei test dei campioni forniti dai paesi produttori che hanno portato all'adozione di uno standard IOC.

Il documento propone che il Codex armonizzi i suoi standard con quelli del CIO e i metodi per misurare i criteri. Invitano inoltre membri del Codex a partecipare alle riunioni degli esperti di chimica del CIO in qualità di osservatori e a partecipare a un gruppo di lavoro elettronico che esamina queste domande.



Altri articoli su: , , , ,