L'attrice Carol Drinkwater è incappata nella sua passione per le olive e una volta scoperto non si è più fermato.

L'artista inglese ha lavorato in film, televisione e teatro ed è meglio conosciuta per la sua interpretazione vincitrice di Helen Herriot nella serie della BBC Creature grandi e piccole. Direttamente dalla scuola teatrale Drinkwater took on a part in Stanley Kubrick's Un'Arancia Meccanica.

Quando acquistò la sua proprietà di 10-acre in 1986, la villa era in rovina e la terra abbandonata era enormemente invasa, ma mentre la puliva due anni dopo scoprì sessantotto alberi di quattrocento che crescevano sul fianco della collina tra le secche terrazze in pietra a vista

Affascinata, ha intrapreso coraggiosamente un'avventura olivicola nel sud della Francia e ha affrontato a testa alta le sfide, le prove e le tribolazioni dell'apprendimento del complesso business della coltivazione delle olive e producing olive oil.

Il suo scopo era quello di produrre il miglior olio d'oliva possibile. Ma questo esperto di olio d'oliva è un'attrice nel cuore, un'artista desiderosa di imparare e condividere la sua conoscenza e passione. Oggi lavora a una serie di film documentari intitolata The Olive Route.

Drinkwater ha detto che tutto è iniziato con domande: da dove vengono gli olivi? C'è una rotta olivicola?

"Ho organizzato un incontro con l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura (UNESCO) a Parigi, con il direttore culturale, e mi sono proposto per il ruolo di" cercatore degli antichi viaggi, lei che troverà le risposte ". Volevo portare alla luce la storia di questo albero. Avevo deciso di andare alla ricerca dei misteri della pianta, del suo antico retaggio e tracciare alcune delle sue rotte originali dall'albero selvaggio alla coltivazione. "

Spinta dal suo amore per le olive, partì per un viaggio storico che la portò alla ricerca delle rotte che olive cultivation ha assunto nel corso degli anni, incontrando e condividendo la sua passione: persone come Salah, il guardiano dell'olivo in un villaggio vicino a Betlemme, due oliveti in Libano più di 6,000 anni e ancora produzione di frutta, e la straordinaria scoperta che il più antico gli ulivi sono sul monte Libano.

La rotta delle olive si estende dalla Siria settentrionale a Gibilterra, in parte percorrendo terreni pericolosi. A volte si trovava in zone di guerra, indossava un burka quando doveva, con lo zaino appesantito con una macchina fotografica e un computer portatile.

Drinkwater ha trascorso sedici mesi viaggiando da solista nel Mediterraneo in Spagna, Marocco, Algeria e Italia raccogliendo informazioni per i suoi ultimi libri, The Olive Route e The Olive Tree.

Lei e suo marito, il produttore televisivo francese Michel Noll, stanno preparando la serie di film documentari in dieci parti ambientate nel Mediterraneo. "Sto lavorando alla narrazione dei film che usciranno presto nelle diverse reti", ha detto.

Il primo film della serie ha chiamato La Terra Santa e l'Ulivo è ambientato a Gerusalemme e in Cisgiordania con un albero di un anno 5,000.

"Prima dei miei 18 mesi di viaggio, ho passato 6 anni a creare contatti. Quando sono arrivato, sono andato con il flusso. Ho incontrato persone che mi hanno condotto ad altre persone; la rete di contatti era fenomenale ", ha detto. Ha aggiunto che il direttore del Consiglio oleicolo internazionale Jean-Louis Barjol è stato molto utile quando si sono incontrati a Madrid.

Carol Drinkwater è un'autrice di best seller dei memoriali di 6 che condivide la sua passione per le olive e l'olio d'oliva e l'effetto che ha avuto sulla sua vita, a partire dal momento in cui ha acquisito il suo uliveto.



Altri articoli su: , ,