Presidio Slowfood bovino piemontese fassona tartare, crema di pomodoro e salsa al parmigiano (Filodolio)

At Filodolio – Cucina Extravergine, nell'elegante quartiere di Trieste a Roma, extra virgin l'olio d'oliva è l'ingrediente chiave e l'attrazione principale del menu.

Qui, la combinazione di cibo con diversi extra virgin l'olio d'oliva è un elemento integrale e caratterizzante, e ciascuna delle creazioni del nostro chef è pensata per ospitare uno specifico olio d'oliva.- Stefano Donaudy, Filodolio

"Anni fa, sono stato invitato a una cena che è iniziata con una degustazione di olio d'oliva e ho scoperto questa straordinaria eccellenza italiana", ha rivelato Stefano Donaudy, ex dirigente aziendale ora ristoratore. "Ecco perché ora, al mio posto, i clienti hanno l'opportunità di iniziare la cena, il pranzo e l'aperitivo con una degustazione guidata e gustare deliziosi abbinamenti di cibo e extra virgin oli di oliva di alta qualità. "

Stefano Donaudy al Filodolio

Donaudy, con l'idea di un extra virgin-centrico ristorante ha iniziato a studiare, è diventato un assaggiatore e, poco più di un anno fa con la collaborazione dello chef Filippo Artioli, ha creato l'elegante e caldo Filodolio (il modo italiano di dire "un palleggio di olio"), che è diventato un punto di riferimento per i buongustai a Roma.

"L'olio nel piatto svolge un ruolo fondamentale e ha il potenziale per fare davvero la differenza, armonizzando e migliorando i sapori, o distruggendoli se non corrispondenti," ha detto. "Qui, la combinazione di cibo con diversi extra virgin l'olio d'oliva è un elemento integrale e caratterizzante, e ciascuna delle creazioni del nostro chef è progettata per ospitare uno specifico olio d'oliva ", ha sottolineato presentando lo chef 24, Alfonso Aquino.

"Extra virgin l'olio d'oliva è un pilastro della dieta mediterranea, dove traggo ispirazione per la mia cucina, anch'essa plasmata dalla tradizione napoletana e arricchita da appetitose innovazioni ", ha illustrato lo chef, nato a Boscoreale alle falde del Vesuvio, che ha partecipato al scuola di cucina a Roccaraso e formazione con un paio di chef stellati Michelin.

Chef Alfonso Aquino con la sua squadra

"È stato interessante combinare gli OEOO con i piatti di Aquino, basati sulla tradizione e arricchiti da intriganti novità gustative, che rendevano ancora più piacevole l'abbinamento", ha osservato l'esperta di olio d'oliva professionista e sommelier Liana Davletsina, che ha ideato le partite con Donaudy.

"Ispirato da Fabio Ferrara, un ristoratore esperto in Abruzzo, stiamo provando varie miscele con diversi contenuti di polifenoli durante la cottura, a seconda del tipo di preparazione", ha aggiunto Donaudy. "Stiamo andando oltre l'uso di un EVOO standard quando il cibo è sul fornello, per sfruttare appieno le proprietà chimiche e ottimizzare il loro effetto con un uso ad hoc", ha precisato Aquino.

Tra gli articoli del menu, vale la pena provare il raviolo alla seppia aperto, la crema alla carbonara aromatizzata e la guancia croccante con origini di Oliocru; la guancia di porcellino iberico con cipolla sciolta e scarola liquida con Emozione of Decimi; e la mousse di ricotta di bufala, il pistacchio di Bronte, la mela verde con la taggiasca di Anfosso.

Polipo alla griglia, sedano rapa, olive taggiasche e cenere vegetale con Oliocru Origini (Filodolio)

"È incredibile vedere questo crescente interesse in extra virgin olio d'oliva »osservò Donaudy. "Ed è sempre più stimolante diffondere la cultura italiana extra virgin oliva, che è un prodotto di alta classe. "

Nel cuore di Firenze, proprio di fronte al Giardino di Boboli, ci si può fermare per un pranzo veloce o una cena con gli amici a Olivia. "Il nome del ristorante deriva dalla fusione di due parole che indicano i miei amori, che sono mia figlia Livia e l'olio d'oliva", ha rivelato Serena Gonnelli, che ha portato il extra virgin oli d'oliva prodotti dall'antico mulino di famiglia Santa Téa in un laboratorio alimentare contemporaneo.

Buona cucina, atmosfera rilassata e spazi conviviali sono le caratteristiche di questo accogliente locale dove reinterpretazioni di piatti toscani e intriganti street food sono arricchiti e valorizzati da abbinamenti specifici con l'oro liquido originario delle colline toscane tra Firenze e Siena.

Serena Gonnelli ad Olivia

Gonnelli nasce a Reggello, la casa di una vasta fattoria che comprende diversi uliveti di varietà autoctone toscane come il Frantoio, il Leccino, il Moraiolo, il Correggiolo e il Leccio del Corno gestiti secondo agricoltura biologica e pressati in un impianto di molitura tra i più antica in Italia, appartenente alla sua famiglia da 1585.

"A casa, abbiamo sempre avuto diverse bottiglie di EVOO in cucina e sul tavolo, e ad un certo punto ho voluto guidare le altre persone attraverso un'esperienza sensoriale con i nostri prodotti", ha detto Gonnelli, spiegando la sua idea di un luogo in cui i clienti possano impara qualcosa in più sulla qualità, divertendoti a tavola.

"Pertanto, ho ideato un format di cucina informale basato su extra virgin oli di oliva dal mulino di Santa Téa ", ha spiegato. "Inoltre, al fine di ricreare l'atmosfera confortevole della nostra fattoria, ho progettato arredi rielaborando elementi della campagna toscana."

"Lo stile di Olivia richiama il mondo della produzione petrolifera, riprodotto nel tavolo da macina composto da cemento e noccioli di olive frantumate e nelle lampade realizzate con le reti per la raccolta delle olive".

Su due grandi tavoli conviviali e banconi più piccoli dedicati alle coppie, il ristorante serve cibi con EVOO nel loro cuore. Ogni piastra è stata studiata per migliorare la corretta combinazione con una diversa linea di prodotto. Bruschette, insalate, zuppe e dessert sono arricchiti da un palato di olio d'oliva selezionato, che viene utilizzato anche durante la cottura di cibi fritti e pasta fresca.

Olivia vuole offrire ai propri clienti le proprietà salutistiche dell'olio d'oliva, valorizzandole attraverso diversi tipi di preparazioni, come il merluzzo fritto preparato con extra virgin l'olio d'oliva La Pieve, i paccheri ripieni di crema di olio d'oliva e il pane tostato sulla fonduta di pecorino di Pienza con la linea di miscele organiche, e deliziosi dessert come la ciambella gelato con un dribbling di olio d'oliva a scelta.


Filodolio
Via Tripolitania, 147
Roma 00199

Olivia
Piazza Pitti 14r
Firenze 50130


Altri articoli su: , , ,