Un gruppo eterogeneo di professionisti e appassionati del settore dell'olio d'oliva 31, provenienti da paesi lontani come Grecia, Bulgaria, Paesi Bassi, Australia, Turchia e Taiwan, si sono riuniti a New York per partecipare al Olive Oil Sommelier Certification program alla International Culinary Center in collaborazione con il Olive Oil Times Education Lab.

Argomenti molto istruttivi, buoni, con altoparlanti ben strutturati ed eccellenti. Avrei dovuto seguire questo corso cinque anni fa- Willem Voorvaart

Il corso è durato sei giorni, coprendo la produzione, la gestione della qualità e avanzati sensory assessment of olive oil. Tra gli istruttori c'erano: lo scienziato sensoriale Gary Beauchamp; agronoma Liliana Scarafia; NYIOOC giudice e agronomo, Kostas Liris; Mugnaio della California dell'anno e NYIOOC membro del panel, Pablo Voitzuk; leader e consulente del panel internazionale, Antonio G. Lauro; Capo del panel di gusti cileni e NYIOOC giudice, Carol Dummer Medina; Chef brasiliano e sommelier di olio d'oliva, Perola Polillo; oleologo Nicholas Coleman; Educatore spagnolo di olio d'oliva e membro del gruppo di giudici, Alexis Kerner; e Olive Oil Times editore, NYIOOC presidente e direttore del programma, Curtis Cord.
Guarda anche: Register for the September course in Campbell, CA
I partecipanti al corso avevano le proprie ragioni per frequentare e progettare di applicare le loro nuove conoscenze acquisite in una miriade di modi diversi. Tuttavia, una cosa che avevano tutti in comune era quanto fossero impressionati dalla qualità del contenuto e dalla conoscenza del pannello.

"Ho pensato che fosse eccellente", ha dichiarato Jacqueline Tyburski, uno stratega di marketing digitale per un'azienda di software e servizi a Portland, Oregon.

"La qualità e la gamma di istruzioni erano ad un livello che ha superato di gran lunga le mie aspettative. Il programma era molto equilibrato e approfondito, con una vera enfasi sull'addestramento di una nuova comunità di esperti di olio d'oliva competenti, competenti e appassionati ".

Tyburski ha detto che con questo nuovo corpo di conoscenze, spera di educare chef e consumatori a riguardo healthy qualities of olive oil durante l'importazione extra virgin oli d'oliva da vendere sul suo sito di e-commerce.

Jacqueline Tyburski

"Spero di essere un membro attivo e partecipe della comunità di olio d'oliva, educando mercati, chef e consumatori", ha detto. "Mi piacerebbe anche che il mio sito di e-commerce diventasse un luogo di educazione, costruzione di comunità e interazione".

Elaine Belanger possiede una società di produzione alimentare in Quebec specializzata nella produzione extra virgin olive oil. Ha convenuto che il corso è stato completato, lodando le lezioni basate sulla scienza come interattive e informative.

Belanger ha deciso di seguire il corso per migliorare le sue conoscenze sulla scienza dell'olio d'oliva. Ha intenzione di applicare ciò che ha imparato durante la selezione extra virgin oli d'oliva da importare.

"Il fatto che il corso sia impartito da professionisti di origini diverse, inclusi vecchi e nuovi paesi produttori, è molto allettante", ha affermato. "Fornisce una comprensione più completa e obiettiva del mondo delle olive e dell'olio d'oliva".

Demosthenis Chronis è un ricercatore di biologia molecolare e produttore di olio d'oliva di Sparta, in Grecia. Ha anche aderito al corso alla ricerca di alcune conoscenze scientifiche e di produzione di olio d'oliva. Ha in programma di usare quello che sa per riorganizzare la sua linea di produzione e ha detto che aspira a un giorno stare in piedi sul NYIOOC World Olive Oil Competition podio. Ha considerato questa opportunità come un passaggio cruciale in questo processo.

"[Applicherò ciò che ho imparato] tornando al nostro oleodotto di produzione dalla coltivazione fino all'imbottigliamento", ha affermato. "Possiamo mettere a punto alcune cose in modo da ottenere un olio d'oliva di migliore qualità e, si spera, un premiato extra virgin olio d'oliva."

Chronis ha detto che una cosa che gli è rimasta impressa nel corso è stata la differenza con cui i climi diversi cambiano i sapori dell'olio prodotto dalla stessa variety of olives nello stesso modo.

"Ad esempio, una cultivar spagnola, prodotta nello stesso modo in Spagna, California e America Latina, avrà un gusto e un aroma completamente diversi, a seconda di dove sono state coltivate le olive", ha affermato. Il gruppo ha assaggiato più degli oli 100 dai paesi 25 per illustrare questo punto.

"Questo è molto interessante, mostrando chiaramente che la parte sensoriale dell'olio d'oliva dipende non solo dalla cultivar e dal modo in cui la si produce, ma anche dal microclima del luogo in cui crescono gli ulivi".

Anche Willem Voorvaart, un investitore finanziario olandese e un agricoltore part-time che divide il suo tempo tra Londra e la Francia, è rimasto sorpreso da quanto appreso durante il corso. Pensava che fosse "molto, molto buono" e si divertiva a incontrare altri appassionati di olio d'oliva.

"Avrei dovuto prendere [questo corso] cinque anni fa. "Argomenti molto istruttivi, buoni, ben strutturati ed eccellenti," ha detto. "La cosa interessante era che tutti i relatori erano eccellenti, [che è] abbastanza rari."

Inizialmente si è iscritto al corso alla ricerca di modi per migliorare il suo organic olive farming tecniche ma ha anche imparato molte cose nuove sul mercato dell'olio d'oliva che non conosceva.

"Ho creato una nuova fattoria biologica da zero 12 anni fa e ho avuto molto da imparare sull'agricoltura biologica", ha detto Voorvaart. "Adesso dopo 12 anni di duro lavoro stiamo producendo extra virgin olio d'oliva e ora la domanda è: come possiamo continuare a produrre un olio d'oliva di livello mondiale? "

Voorvaart ha usato l'evento come opportunità di networking e ha detto che ha già preso accordi con alcuni degli istruttori. Ha anche trovato una potenziale opportunità di investimento di cui non era stato a conoscenza in precedenza.

"L'altra cosa che mi ha sorpreso è che il Turkish olive sector sta crescendo rapidamente ", ha detto. Andrò in Turchia a settembre per dare un'occhiata e vedere se ci sono opportunità là fuori ".

Lin Angie, rappresentante delle vendite e del marketing di Taipei, Taiwan, ha ritenuto che il corso fosse "fantastico" e cercasse anche opportunità di business. Lei cucina spesso con olio d'oliva a casa ed è rimasta sorpresa dal modo in cui molti degli oli d'oliva 150 che ha provato durante il corso erano diversi.

"C'è una nuova tendenza che le persone nel mio paese hanno iniziato a usare l'olio d'oliva sempre di più", ha detto Angie. "Mi piacerebbe conoscere l'olio d'oliva in modo più professionale e cercare opportunità per avviare la mia attività".

Miller Resor e Adam Jenschke sono entrambi agricoltori americani che sono venuti al corso in cerca di conoscenza per migliorare i loro nuovi uliveti. Resor coltiva olive insieme a una varietà di altre colture nella valle centrale della California. Per lui, le olive sono un raccolto relativamente nuovo.

"Ho deciso di seguire il corso perché la nostra famiglia coltiva olive appena ad est di Bakersfield, in California, sulle rive del fiume Kern", ha detto Resor. Vuole utilizzare le sue conoscenze del corso per migliorare la coltivazione della famiglia e le tecniche di produzione dell'olio.

"Attualmente stiamo costruendo un magazzino per rack, imbottigliare e etichettare il nostro olio. Ho intenzione di continuare a chiedere consiglio alla comunità di olio d'oliva su come conservare, rack, filtrare, imbottigliare e etichettare gli oli d'oliva. Ho anche in programma di lavorare con un agronomo questo autunno per analizzare la nostra strategia di raccolta ".

Jenschke, d'altra parte, è venuto al corso alla ricerca di idee su come iniziare a coltivare e lavorare con successo le olive nella sua fattoria nel Texas Hill Country. Ha pensato che il corso fosse "fantastico" e ha trovato l'informazione su ogni fase del processo molto utile.

"Applicherò quanto appreso dall'inizio del processo fino alla fine", ha detto. "Dalle preparazioni del terreno alla selezione dei tipi di bottiglie e di tutto il resto, veramente, ogni aspetto del processo è stato trattato [al corso]."

Tuttavia, non tutti quelli che venivano al corso cercavano consigli professionali. Alcuni provenivano puramente dal loro entusiasmo e interesse per l'olio d'oliva.

Uno di questi individui è Ann Bartyzel, che lavora nel settore assicurativo a New York. Da quando si è offerta volontaria in una mensa locale, il cibo ha modellato la visione del mondo di Bartyzel.

"Mi sono offerto volontario per alcuni anni in una mensa per la zuppa che si concentrava molto sulla qualità e la freschezza", ha detto Bartyzel. "Lo chef ha avuto un'enorme influenza su di me e da allora sono stato alla ricerca di corsi legati al cibo e modi per mettermi alla prova".

Lei non sapeva molto sull'olio d'oliva prima di frequentare il corso e disse di essere sorpresa da ciò che aveva appreso e assaggiato.

"Il corso è stato aperto agli occhi e guidato da esperti stimolanti", ha detto Bartyzel. "Sono rimasto sorpreso da quanto le mie papille gustative hanno imparato in pochi giorni."

Il prossimo corso di certificazione per sommelier con olio d'oliva sarà offerto a settembre 10-15, 2018 al International Culinary CenterCampbell, California campus. La registrazione è online tramite il Olive Oil Times Education Lab Sito web.



Commenti

Altri articoli su: , , ,