I produttori di olio d'oliva e gli olivicoltori in Libano stanno ricevendo un sostegno inaspettato sul mercato a causa delle importazioni più povere war-torn Syria. Un aumento della percentuale di 20 nei prezzi del mercato locale dell'olio d'oliva ha aiutato gli agricoltori olivicoli e produttori di olio d'oliva libanese a sostenere le loro attività nonostante l'aumento dei costi di produzione.

Le continue condizioni della guerra civile in Siria hanno reso più difficile e costoso spedire l'olio d'oliva oltre confine. Allo stesso tempo, il Libano è riuscito a produrre olio d'oliva di qualità quest'anno. L'effetto combinato è stato un incentivo per l'industria olearia locale, nonostante le continue sfide dello scarico di olio di oliva di bassa qualità.

Il ministro dell'Agricoltura libanese, Hussein Hajj Hasan, ha annunciato che il governo acquisterà le taniche di olio d'oliva 100,000 20. Hajj Hasan sta anche esaminando la possibilità di rilanciare le cooperative di olio d'oliva e certificare l'olio d'oliva libanese come biologico, che darà una spinta al settore.

Una delle principali sfide che il settore dell'olio d'oliva locale in Libano deve ancora affrontare è la mancanza di standard applicati dal governo, che lascia il mercato vulnerabile all'assalto di oli di oliva scadenti o contraffatti. La rete di commercializzazione e distribuzione dell'olio d'oliva è debole, il che impedisce agli agricoltori di vendere i loro prodotti ai prezzi giusti.

Alcuni intraprendenti Lebanese olive oil companies come OliveTrade sta cercando di eseguire contro tutte le probabilità, concentrandosi sulle esportazioni verso i mercati di fascia alta. OliveTrade di high-quality olive oil il marchio "Zejd" ha trovato accettazione in mercati attenti alla qualità come Francia, Regno Unito, Kuwait, Canada e Giappone. Il Libano produce annualmente tonnellate di olio d'oliva 100,000.



Altri articoli su: , ,