California Olive Ranch

California Olive Ranch ha annunciato che pianterà 2,200 ettari di ulivi entro la fine dell'anno.

La società ha già investito parte dell'investimento azionario $ 35 milioni it received at the end of last year nel progetto. Secondo il CEO Gregg Kelley, questo sarà il più grande progetto di piantagione di olivo in California e negli Stati Uniti.

"Queste nuove piantagioni arrivano in un momento cruciale per l'industria nel suo complesso", ha detto Kelley. "Con il passare degli anni, stiamo assistendo a una tendenza al rialzo della domanda dei consumatori. Aumentando il nostro livello di produzione, siamo più facilmente in grado di soddisfare questa esigenza. "

Ha detto Kelley Olive Oil Times che questi nuovi alberi sono stati coltivati ​​in vivai domestici e "forniranno abbastanza petrolio per soddisfare la domanda annuale dei nostri cinque maggiori clienti".

I nuovi alberi saranno piantati nelle contee di Butte, Fresno, Kings, Merced e Yolo. Tra le varietà che verranno piantate vi sono Arbequina, Arbosana e Koroneiki.

"Dedicheremo anche una quantità significativa di nuove superfici per testare e sperimentare con varietali diversi", ha detto Kelley.

Nuove piantagioni di California Olive Ranch

Patricia Darragh, il direttore esecutivo del California Olive Oil Council, ha accolto con favore la notizia di più ulivi e ha detto che qualsiasi tipo di espansione che consente di aumentare olive oil production andrà a beneficio della California.

"Questa è una buona notizia per l'industria", ha detto Olive Oil Times. "Il COOC supporta l'espansione in California come richiesta per la California extra virgin l'olio d'oliva non è mai stato più grande ".

Secondo Darragh, la California ora fornisce la percentuale 7.9 degli Stati Uniti extra virgin quota di mercato dell'olio d'oliva, con un incremento di quasi l'uno per cento da dicembre 2017. È probabile che gli ettari supplementari contribuiscano ad aumentare la quota di mercato dello stato e mitigano gli effetti di anni meno produttivi.

In termini di prezzo che i clienti pagheranno al supermercato, né Darragh né Kelley credono che la nuova superficie abbia un grande impatto. Invece, entrambi sostengono che il clima e la domanda dei consumatori sono molto più propensi a determinare fluttuazioni dei prezzi.

"Anche se non sono a conoscenza di eventuali considerazioni sull'aumento dei prezzi in generale [dal progetto del COR], stiamo anticipando un rendimento inferiore al normale per questo raccolto imminente che potrebbe influire sui prezzi", ha detto Darragh.

Kelley ha detto che l'espansione e l'investimento azionario consentivano entrambi al California Olive Ranch di creare maggiori impieghi in termini di raccolta, produzione e amministrazione, nonché di espandere l'infrastruttura di fresatura dell'azienda.

"Abbiamo aumentato il nostro personale negli Stati Uniti di 20 per cento nell'ultimo anno, con aumenti pianificati per il prossimo futuro", ha affermato.

Kelley ha rifiutato di commentare quanto del $ 35 milioni è già stato speso per l'aumento della superficie, ma ha detto che il resto sarebbe stato utilizzato per investire in coltivatori di ulivi locali, organic olive oil produzione, ricerca e sviluppo e agricoltura rigenerativa.

L'investimento azionario è stato fornito da un "importante investitore istituzionale con sede negli Stati Uniti" e da investitori esistenti. Rimane il più grande del suo genere in ambito domestico extra virgin settore dell'olio d'oliva.




Altri articoli su: , , ,