Questa è la seconda puntata di una serie di articoli su California Olive Ranch, il più grande produttore americano di olio d'oliva.

Mentre le catastrofi naturali continuano a insidiare varie regioni, le città registrano le loro stagioni più calde e lo stato del clima del nostro pianeta rimane una questione molto dibattuta, California Olive Ranch Il CEO Gregg Kelley ha affermato che la sua azienda ha adottato misure decisive per "lavorare con la terra", piuttosto che contro di essa durante le loro operazioni di produzione.

Siamo orgogliosi di trovare nuovi modi di lavorare con il nostro ambiente per assicurarci di operare in armonia.- Gregg Kelley, California Olive Ranch

Utilizzando la scienza e i dati, l'azienda vanta che 99 percentuale di rifiuti viene riciclata e i loro metodi aiutano gli ecosistemi in cui l'azienda coltiva le sue olive e franto i suoi oli.

Oltre a conservare le risorse, il COR spera di diventare uno dei primi grandi coltivatori permanenti di colture a perseguire efficacemente un regenerative agriculture approccio, che comporta la riduzione degli sprechi e il riutilizzo di ciò che è inevitabilmente rimasto. Secondo una dichiarazione fornita dalla società, "non ci sono coltivatori di piantagioni permanenti su larga scala che perseguono l'Ag di rigenerazione". Il COR ha adottato misure per riutilizzare tutti i sottoprodotti provenienti dal suo processo di produzione, tra cui vinacce, guarnizioni e acqua.

Gregg Kelley

La sansa e altri rifiuti generati dalla lavorazione delle olive vengono distribuiti ai ranch locali per l'utilizzo come mangime per il bestiame. Le guarnizioni vengono riciclate per il compost da utilizzare nei vari boschetti dell'azienda e l'acqua viene riciclata per l'irrigazione.

La più grande competenza di conservazione del COR si trova nel suo sofisticato sistema di irrigazione. Uno dei boschetti dell'azienda è irrigato da due serbatoi che vengono attirati solo quando vengono allertati dai sensori in tempo reale, consentendo all'azienda di "diminuire gli input di acqua e monitorare il modo in cui certi acri o terreni crescono / prosperano" irrigando solo quando gli alberi lo richiedono. Questa acqua viene quindi applicata attraverso l'irrigazione a goccia che "riduce al minimo l'utilizzo di acqua e consente a meno acqua di evaporare".
Guarda anche: This year's award-winning olive oils by California Olive Ranch
Le strutture di fresatura sono dotate di macchinari progettati per richiedere meno acqua. Gli agenti di pulizia utilizzati nel processo di sanitizzazione sono stati analizzati chimicamente per garantire che l'acqua possa essere riciclata per scopi di irrigazione dopo l'uso.

Nelle operazioni di imballaggio, il COR ha spiegato che tutto il vetro utilizzato nell'imbottigliamento è riciclabile e il cartone utilizzato per i prodotti di ristorazione è di materiale riciclato. Le bottiglie di plastica sono realizzate in HDPE e plastica PET.

Mentre le olive non richiedono api per l'impollinazione, il COR collabora con "più apiari per ospitare i loro alveari durante la bassa stagione".

Touring California Olive Ranch's Grove COR 3, è facile discernere dove finisce la loro proprietà e inizia quella adiacente. Mentre la terra attraverso la linea è stata ordinata in modo ordinato e getta sterile in attesa di un raccolto da prendere il sopravvento, gli alberi del COR prosperano tra i cespugli che la compagnia ha lasciato intatti.

In questo ambiente, animali selvaggi di tutti i tipi popolano i boschetti, convivendo pacificamente tra le lussureggianti file di ulivi. Un Maggior Roadrunner corse attraverso alcuni alberi nella parte più settentrionale del suo habitat americano. "Siamo orgogliosi di trovare nuovi modi di lavorare con il nostro ambiente per garantire che stiamo operando in armonia", ha detto Kelley.



Altri articoli su: , , ,