Il deputato croato Ivan Jakovčić

ha proposto misure per la valutazione di alta qualità extra virgin oli d'oliva prodotti nell'Unione europea (UE) volti a proteggere consumatori e produttori.

Il Parlamento europeo ha proposto misure per la valutazione di alta qualità extra virgin oli d'oliva prodotti nell'Unione europea (UE) volti a proteggere consumatori e produttori.

Proposta del deputato croato (membro del Parlamento europeo) Ivan Jakovčić, membro del gruppo dell'Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa, la proposta di risoluzione è stata depositata il 5 febbraio 18, 2015 alla seduta plenaria del Parlamento europeo.

Il documento della proposta riconosce la maggiore consapevolezza dei cittadini europei per quanto riguarda il cibo che consumano e l'aumento della domanda di alta qualità extra virgin olive oil, come osservato dal Consiglio oleicolo internazionale (CIO). Invita la Commissione europea ad adottare una serie di misure specifiche volte a:

  • Fornire il riconoscimento agli oli di oliva di alta qualità che rientrano nella categoria di extra virgin;
  • Introdurre una nuova categoria "premium" che soddisfi criteri rigorosi in termini di gusto, aroma e valore nutritivo;
  • Proteggi i produttori di alta qualità extra virgin olio d'oliva da pratiche di mercato sleali;
  • Rafforzare il settore oleicolo dell'Unione europea.

La proposta è stata elaborata nell'attuale contesto in cui un'ampia gamma di oli d'oliva prodotti nell'UE soddisfa le condizioni che devono essere commercializzate nella categoria extra virgin olio d'oliva (EVOO). Tuttavia, alcuni oli d'oliva soddisfano a malapena i requisiti di qualità, mentre altri sono di gran lunga superiori in termini di gusto, aroma e valore nutritivo. Di conseguenza, i produttori del superior quality olive oils devono affrontare una concorrenza sleale da oli di qualità inferiore che soddisfano le condizioni minime per essere commercializzati come EVOO.

Allo stesso tempo, il deputato Ivan Jakovčić ha anche proposto una proposta di risoluzione su misure urgenti a sostegno e promozione del settore oleicolo europeo. In risposta al cattivo raccolto in 2014 che ha portato ad un calo 50 per cento della produzione e un aumento dei prezzi, la proposta chiede alla Commissione europea di adottare misure per valutare, proteggere e sostenere il settore europeo oliva.



Altri articoli su: ,