madrid-officina-definisce-international-studio-on-olio d'oliva-frode-rilevazione-olio d'oliva-laboratorio-will-guida-international-studio

Un progetto di ricerca internazionale sull'autenticazione dell'olio d'oliva sarà lanciato alla fine di quest'anno, o all'inizio di aprile, e finanziato dall'Unione europea.

Aperto agli Stati membri dell'UE e "qualsiasi cooperazione internazionale in campo scientifico e tecnologico", i termini dello studio - parte del programma Horizon 2020 - saranno guidati da un seminario che si è tenuto a Madrid all'inizio di questa settimana con 22 dell'olio d'oliva mondiale esperti, ha detto oggi la Commissione europea in una dichiarazione.

Workshop sull'autenticazione dell'olio d'oliva

Il seminario scientifico sull'autenticazione dell'olio d'oliva è stato organizzato dalla direzione generale dell'Agricoltura e dello sviluppo rurale della Commissione, dall'Istituto per i materiali e le misure di riferimento (IRMM) presso il Centro comune di ricerca (CCR, il servizio scientifico interno della Commissione) e International Olive Council (IOC).

In un ampio panorama pubblicato oggi, il primo giorno era composto da due sessioni: una su standard commerciali, regolamenti e casi di frode, e l'altra sullo stato dell'arte e le sfide nell'autenticazione dell'olio d'oliva.

Il secondo giorno era basato su un approccio interattivo, noto come il concetto del World Café, in base al quale i partecipanti hanno discusso "i modi per rilevare la deodorizzazione morbida e adulteration of olive oil per garantire la sua autenticazione ", afferma la dichiarazione.

Norme commerciali, regolamenti e casi di frode

Non sono stati ancora rilasciati ulteriori dettagli, ma secondo una copia dell'agenda del seminario pubblicata dalla Commissione, ci sono state dichiarazioni di benvenuto da parte del direttore esecutivo del CIO Jean-Louis Barjol, il direttore generale della Commissione per l'agricoltura e lo sviluppo rurale, José Manuel Silva Rodríguez, e la direttrice dell'IRMM Elke Anklam.

A questi ha fatto seguito la prima sessione, presieduta dall'italiano Lanfranco Conte, esperto in scienze alimentari di Università di Udine, durante il quale Barjol ha parlato dell'attuale mercato dell'olio d'oliva, e Sandrine Valentin, della Commissione per l'olio d'oliva e l'unità per i prodotti ortofrutticoli, ha parlato di olive oil trade standards tutto il mondo.

Angela Sheridan, della Canadian Food Inspection Agency; e Juan Ramón Izquierdo, il capo del comitato di degustazione di olio d'oliva del Ministero spagnolo dell'agricoltura, dell'alimentazione e dell'ambiente; affrontato il tema delle frodi nel settore dell'olio d'oliva, secondo l'ordine del giorno.

Autenticazione olio d'oliva

La seconda sessione, sullo stato dell'arte e le sfide per l'autenticazione dell'olio d'oliva, è stata presieduta da Franz Ulberth, capo dell'unità sicurezza alimentare e qualità dell'IRMM.

Christian Gertz, direttore dell'Istituto ufficiale di analisi chimica e alimentare di Hagen / Vestfalia, Germania, è stato programmato per entrare a far parte della spagnola Ramón Aparicio, che presiede la Federazione europea per la scienza e la tecnologia dei lipidi, per parlare dei metodi di determinazione della qualità di olio d'oliva.

Metodi di rilevamento di oli di oliva deodurati è stato il titolo di un discorso di Edwin N. Frankel, consulente scientifico senior del UC Davis Olive Center negli Stati Uniti.

Più tardi, Nelson Marmiroli, di Italia Università degli Studi di ParmaRodney Mailer, ricercatore e professore a contratto presso Australian Oils Research e Dr. Conte hanno parlato dei metodi di rilevamento degli oli di oliva adulterati.

Preoccupazione per le barriere commerciali negli Stati Uniti, in Australia e in Giappone

Il gruppo consultivo dell'Unione europea per le olive ei prodotti derivati ​​terrà domani uno dei suoi soliti due incontri annuali a Bruxelles.

Le voci dell'ordine del giorno includono aggiornamenti su quelli della Commissione action plan for the European olive oil sector, sulla riforma della politica agricola dell'Unione europea e sullo stato dei lavori con il bilancio del CIO.

All'ordine del giorno figurano anche: "barriere non tariffarie al commercio: USA, Giappone e Australia", "uso di pesticidi negli Stati Uniti" e "eliminazione dei dazi doganali applicabili alle olive da tavola negli Stati Uniti e in India".



Altri articoli su: , , , , , ,