Questa settimana, i produttori californiani hanno approvato una nuova Commissione per l'olio d'oliva della California con l'obiettivo di migliorare la competitività dell'industria petrolifera statale.

In 2013, senatore Lois Wolk (D-Davis) ha introdotto il Senato Bill 250 dichiarando l'industria petrolifera californiana un "interesse pubblico" e istituendo una Commissione. Il disegno di legge è stato approvato dall'Assemblea statale e dal Senato e firmato dal Governatore, ma ha comunque richiesto un voto referendario dei produttori prima che la Commissione potesse diventare operativa. A febbraio e marzo 2014, il Dipartimento per l'alimentazione e l'agricoltura della California (CDFA) ha condotto una votazione per corrispondenza e ha annunciato questa settimana che i produttori di olio d'oliva dello Stato hanno appoggiato la Commissione.

Secondo un American Olive Oil Producers Association (AOOPA), La percentuale di 86 dei produttori partecipanti ha votato a favore della Commissione. "Con il loro voto clamoroso, i coltivatori californiani hanno fatto una dichiarazione inequivocabile" a sostegno della creazione di standard industriali, ha dichiarato Kimberly Houlding, direttore esecutivo di AOOPA.

Vincent Ricchiuti di Enzo Olive Oil

Vincent Ricchiuti della Enzo Olive Oil Company ha dichiarato che il voto "dimostra che i produttori californiani sono entusiasti dell'ottenere standard per l'olio d'oliva che aiutino i consumatori a credere che le bottiglie siano adeguatamente etichettate e possano fidarsi di ciò che c'è dentro".

AOOPA ha agito come organizzazione proponente lavorando con il CDFA nel processo referendario, contribuendo a educare i coltivatori sulla Commissione e sui suoi passi di implementazione, ha affermato Houlding. Solo i coltivatori più grandi, quelli che hanno prodotto più di 5,000 galloni di olio d'oliva nella stagione 2012, erano eleggibili al voto e sono anche gli unici che sarebbero tenuti ad aderire alle regole della Commissione. Tra i produttori idonei al voto 74, 50 (o 68 percent) ha inviato voti validi, ha dichiarato Joe Monson del CDFA.

In California, la forma di governo della Commissione offre a coloro che sono coinvolti in un'industria l'opportunità di rappresentare i propri interessi attraverso un'azione collettiva. La nuova Commissione per l'olio d'oliva della California è autorizzata a condurre ricerche e raccomandare al Segretario per l'alimentazione e l'agricoltura l'adozione di olive oil grades e standard di etichettatura. La Commissione è inoltre autorizzata a riscuotere valutazioni annuali sui produttori per finanziare il lavoro della Commissione e per valutare le sanzioni nei confronti di persone che non forniscono le relazioni richieste.

Il prossimo passo nel processo di attuazione della Commissione è un'elezione per il Consiglio di amministrazione. Il consiglio sarà composto da membri 10 provenienti dai distretti di produzione di olio d'oliva della 3 California. Le nomine e le elezioni si svolgeranno ad aprile 1 e 2. I piccoli produttori che producono meno di 5,000 galloni di petrolio all'anno hanno anche l'opportunità di partecipare alle attività della Commissione attraverso un comitato consultivo. Le domande per il comitato sono accettate dal CDFA fino ad aprile 2.


Altri articoli su: , , ,