Negli ultimi anni, l'avvocato di Washington Creighton "Chip" Magid ha acquisito una reputazione per aver affidato alla FDA il compito di alcune politiche discutibili.

Un partner presso lo studio legale internazionale Dorsey & Whitney e capo del suo ufficio di Washington DC, Magid lavora con i clienti per ridurre i loro rischi di responsabilità e aiutarli a navigare nel sistema normativo federale, in particolare in relazione alla Commissione per la sicurezza dei prodotti dei consumatori degli Stati Uniti.

In un recente reversal by the FDA, un requisito di etichetta di avvertimento per i prodotti con più di 1 grammo di grassi saturi è stato rimosso quando KIND, l'azienda che produce barrette alimentari il cui contenuto di dado ha prodotto rapporti grassi più elevati, ha reagito.

In un articolo di maggio 2016 in Lifeextension.com…, Magid ha detto che KIND era semplicemente ", sottolineando l'assurdità della posizione della FDA, e sottolineando l'evoluzione della scienza della nutrizione negli ultimi due decenni." Per quanto riguarda il contenuto di grassi, la società ha notato che lo stesso potrebbe essere attribuito ad avocado e salmone.

Secondo Magid, è ora in gioco un quadro più ampio in quanto il caso KIND ha costretto la FDA a rivedere i suoi standard per ritenere i prodotti alimentari "sani".

Esaminare i contenuti nutrizionali dei prodotti individualmente, piuttosto che come parte di una sottocategoria come "grassi" è il prossimo passo pratico, osserva, e sottolinea alcune prove inquietanti che "il grasso come malsano" era un precetto messo in la lobby dell'industria dello zucchero.

La FDA ora dice che rivaluterà, di fatto, i suoi regolamenti in materia di indicazioni sui contenuti nutrizionali, compreso l'uso del termine "sano" basato sull'evolversi della ricerca nutrizionale che continua a dimostrare che alcuni grassi come extra virgin l'olio d'oliva non è solo nutriente, ma tiene sbalorditivo health benefits.

"La mossa della FDA porterà probabilmente a una pausa nel vasto contenzioso contro l'industria alimentare per quanto riguarda l'etichetta" sana "presumibilmente ingannevole, poiché i tribunali aspettano che la FDA prenda posizione", aggiunge Magid.



Altri articoli su: ,