Per placare la sete americana in rapida espansione per l'alta qualità extra virgin olio d'oliva, la competizione per le olive in California è diventata feroce.

Coltivatori e produttori dicono Boundary Bend Limited, il produttore australiano del marchio Cobram Estate, ha offerto contratti top in dollari e termini aggressivi per assicurare i frutti per la sua espansione negli Stati Uniti, mettendo improvvisamente fine alle relazioni consolidate tra agricoltori e alcuni produttori minori.

Ho perso un frutteto importante per loro questa settimana, nel bel mezzo della produzione.- Produttore di olio d'oliva della California

Ogni anno gli americani consumano più di 300,000 tonnellate di olio d'oliva, ma meno di 5 per cento di esso viene prodotto qui. Ciò rappresenta un'enorme opportunità per i produttori nazionali guidati da California Olive Ranch e Boundary Bend, che si prefiggono di costruire quote di mercato sostenendo al contempo iniziative volte a educare i consumatori sulla qualità degli oli locali ea livellare il campo di gioco con prodotti importati.

Boundary Bend, guidato da Rob McGavin, che non ha risposto a una richiesta di commento per questo articolo (né il suo capo delle operazioni in California, Adam Englehardt), ha avuto bankable success in Australia, dove la quota di mercato degli oli domestici è aumentata da quasi zero a oltre il 30 percentuale negli ultimi anni. vigoroso campaigning dall'industria locale gettano il sospetto sull'integrità degli oli importati e degli acquirenti attirati per considerare le opzioni nostrane, mentre il marchio Cobram Estate dell'azienda ha raccolto consensi internazionali per la qualità, winning a string of awards alle principali competizioni.

Fonti dicono che la terra d'olivo che afferra il ben consolidato Boundary Bend ha portato alcuni coltivatori in California a interrompere la fornitura di frutta a piccoli mugnai dello stato con poco o nessun avvertimento. "Stanno pagando prezzi altissimi e ignorano i rapporti di lavoro esistenti. Ho perso un frutteto importante per loro questa settimana nel bel mezzo della produzione ", ha detto un mugnaio Olive Oil Times. "Naturalmente, il proprietario del frutteto era responsabile quanto (Boundary Bend) per questa decisione non professionale. È difficile conciliare la loro retorica a favore dell'industria con il modo in cui sono andati in giro e danneggiato la nostra attività e presumibilmente altri ".

Boundary Bend ha offerto $ 850 per tonnellata per le olive Mission (che lo scorso anno ha raccolto $ 700-725), dicendo ai produttori che possono pagare di più perché hanno i macchinari per riutilizzare la pasta (per altre applicazioni di olio da cucina) e generare maggiori rendimenti. Stanno pagando $ 800 per la varietà Manzanillo (che è andata a $ 600 la scorsa stagione), valutando anche gli acquirenti di olive da tavola, secondo un produttore che ha familiarità con i termini.

"Senza dubbio stanno creando cattivo sangue nel settore", ha detto un mugnaio che desiderava non essere nominato. "Sono contento che i coltivatori possano guadagnare di più anche se non apprezzo questo modo di fare le cose. Hanno visitato ogni singolo frutteto con cui lavoriamo. "

Il più grande produttore dello stato, California Olive Ranch (COR), non è stato citato da diverse fonti come causa della costernazione attuale. CEO della società, Gregg Kelley, ha dichiarato: "È stata una regola non scritta che i grandi produttori dovrebbero collaborare con quelli più piccoli per costruire il settore. Il COR continuerà a formare partnership a lungo termine con i coltivatori, incrementerà i rendimenti agricoli per tutti e costruirà il mercato per l'EVOO di qualità, piuttosto che distogliere l'attenzione sulle pratiche aggressive dei concorrenti. "

Ma mentre COR non ha dovuto ricorrere alla costruzione della sua rete di 70 growers con allettamenti top-dollar, potrebbe avere più a che fare con la strategia aziendale unica dell'azienda rispetto a qualsiasi altra morale: il COR si è rivolto a oli importati per soddisfare gli ordini attraverso il suo acquisition of the Lucini brand di oli italiani e una vasta gamma di prodotti di varia origine.

"Stiamo ottenendo molto successo al di fuori della nostra attività" core "della California", ha affermato Kelley. "Molti clienti ci considerano una fonte affidabile per la qualità di EVOO, e stiamo cercando di ottenere diversi profili di gusto e punti di prezzo oltre le nostre attuali offerte californiane e italiane".

Mentre i coltivatori e i mugnai di tutto lo stato sentono l'impatto di una ricerca sempre più aggressiva di frutta, non tutti sono d'accordo che segnino la fine delle piccole imprese del settore.

"Confermerò che ha avuto un impatto diretto e significativo sulla nostra attività", ha detto un produttore di medie dimensioni dello stato. "Ma credo che il 'problema di Boundry Bend' possa effettivamente salvare l'industria. Per la prima volta, gli agricoltori ricevono un prezzo per le loro olive che garantiranno che li tengano nel terreno e considerino la possibilità di piantare ulteriori superfici. "



Commenti

Altri articoli su: , , ,