Foto per gentile concessione di COAG Jaen

Un nuovo rapporto pubblicato dal Coordinatore delle organizzazioni agricole e zootecniche dell'Andalusia (COAG) lo ha detto Andalusia dovrebbe aspettarsi un raccolto "medio-basso" nel 2019/20 campaign.

Molti producers in Spain erano destinati a partecipare a una campagna fuori stagione, ma si aspettavano comunque un raccolto medio.

Effettuare una previsione per l'anno 2020 è difficile dato che rimane molto tempo prima della stagione del raccolto.- Rafael Pico Lapuente, dirigente esecutivo di Asoliva

Le province di Siviglia e Jaén dovrebbero essere le più colpite e potrebbero vedere i dati di produzione ridotti del 50%. Si prevede che anche Malaga e Cadice vedano riduzioni del 30 percentuali.

A Córdoba, ci sono diverse stime di rendimento a seconda della regione, che vanno da boschi non affetti in Subbetica a quelli che non dovrebbero produrre olive a Los Pedroches.

Guarda anche: Olive Oil Production

Complessivamente, l'Andalusia produce circa il 80 percentuale della produzione annuale di olio d'oliva della Spagna.

Il COAG Andalusia ha attribuito il calo della produzione alle alte temperature e alla mancanza di piogge, che ha causato notevoli perdite di frutta e ha lasciato altri coltivatori con olive che non meriterebbero la raccolta per la produzione di petrolio.

Andalusia e il resto di Spain hanno vissuto una fine insolitamente calda alla primavera, ma le temperature dovrebbero raffreddarsi nelle prossime settimane.

Questa sospensione non può durare a lungo anche se si prevede che l'intera penisola iberica sperimenterà "onde di calore di lunga durata" durante l'estate con temperature superiori a 100 gradi Fahrenheit, secondo un rapporto di Accuweather.

Indipendentemente dal fatto che gli oliveti dei produttori siano irrigati, generalmente ha dettato il tipo di produzione che dovrebbero aspettarsi di vedere.

"Quelli secchi [senza irrigazione] mostrano qualsiasi cosa, da nessun raccolto a metà di un raccolto medio", afferma il rapporto. "Le aree irrigate stanno migliorando leggermente, anche se dopo un buon set, alcuni hanno anche interrotto la frutta. A seconda della quantità di acqua disponibile e quando è iniziata l'irrigazione, la resa può variare, ma la previsione dovrebbe essere compresa tra 50% e normale. "

Tuttavia, alcuni nel settore ritengono che il rapporto COAG Andalusia sia un po 'prematuro e che i produttori di petrolio non dovrebbero ancora preoccuparsi.

"Fare una previsione per l'anno 2020 è difficile, dato che è rimasto molto tempo prima della stagione del raccolto", ha detto Rafael Pico Lapuente, direttore dell'Associazione spagnola per l'esportazione, l'industria e il commercio di olio d'oliva (Asoliva) Olive Oil Times. "Tuttavia, [molti] ulivi sono in uno stato perfetto al momento, quindi non dovremmo escludere una grande produzione per il prossimo anno."

Nella campagna 2018 / 19, la Spagna ha prodotto un record 1.77 million tons of olive oil, secondo il Ministero dell'agricoltura, della pesca e dell'alimentazione del paese. Il Consiglio oleicolo internazionale ha stimato che la produzione spagnola sarà leggermente inferiore - 1.60 milioni di tonnellate - ma non ha ancora rivisto queste cifre.

L'opinione di Pico Lapuente è stata confermata da diversi agricoltori e da altre figure del settore, molti dei quali si aspettano che questa bassa stagione produca un rendimento medio, anche se tutti hanno detto che era troppo presto per prevedere e che i coltivatori avrebbero dovuto aspettare fino alla fine del estate per vedere cosa succede.

"Gli ulivi prosperano sotto stress", ha detto Callum Henderson, un produttore di olive e olio nella provincia di Granado olive oil Times. "È ancora presto. La mia ipotesi è che il rendimento diminuirà, ma la qualità sarà buona ".




Commenti

Altri articoli su: , , , ,