uruguay-join-international-olive-consiglio-olive-farm-uruguay
Foto: De la Sierra

L'Uruguay è diventato il secondo paese sudamericano ad aderire al Consiglio oleicolo internazionale (CIO).

Il CIO ha annunciato la nuova adesione in una breve dichiarazione questa settimana che segna l'evento.

Ha affermato che prima di aderire, il paese aveva acquisito un'esperienza di prima mano del funzionamento del CIO frequentando varie delle sue sessioni come osservatore.

"Il governo dell'Uruguay ha presentato il suo strumento di adesione all'accordo internazionale sull'olio d'oliva e sulle olive da tavola, 2005, su 30 luglio 2013. L'adesione è stata ufficialmente notificata in agosto 20 dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione della Spagna, che è il depositario dell'accordo. "

Il CIO ha detto di sperare di vedere presto altre nazioni produttrici di olive nelle strade dell'Uruguay.

Rappresentanti dei governi di Brasile, Cile, Perù e Uruguay hanno partecipato in qualità di osservatori alle riunioni del CIO tenutesi a Buenos Aires a luglio, 2012 e "manifestato interessato alle attività del CIO", con l'Uruguay che ha avviato il processo di adesione al CIO, e il Cile ha espresso particolare forte interesse, ha detto il CIO in un comunicato stampa all'epoca.

L'Argentina è diventata membro del CIO in 2009.



Altri articoli su: , ,