I prezzi dell'olio d'oliva in Spagna sono leggermente aumentati dopo essere caduti più del 30 percentuale negli ultimi tre mesi.

Prevedo che i prezzi continueranno a salire perché ogni giorno che passa conferma che la prossima campagna non sarà eccezionale.- Cristóbal Cano, UPA Jaén

Prezzi per vergine, extra virgin e lampante ha raggiunto il punto più basso la scorsa settimana prima di aumentare in media di circa € 0.30 ($ 0.35) per chilogrammo. Secondo il International Olive Council, Spagnolo extra virgin l'olio d'oliva vendeva a € 2.61 ($ 3.07) per chilogrammo e gli oli d'oliva raffinati venivano venduti a € 2.20 ($ 2.59) prima dell'urto dei prezzi.

Alcuni nel settore dell'olio d'oliva ritengono che i prezzi aumentino perché le vendite sono aumentate a maggio. I numeri esatti verranno rilasciati alla fine di questo mese. Maggio è generalmente un buon mese per le vendite di olio d'oliva in Spagna e i mesi estivi generalmente hanno anche maggiori vendite.

"Questa situazione conferma ciò che affermiamo in questo periodo", ha detto Cristóbal Cano Olive Oil Times. Cano è il segretario generale di UPA Jaén, un'organizzazione che esercita pressioni sui prezzi equi delle materie prime agricole e ritiene che non ci fosse alcun motivo per cui i prezzi fossero così bassi in primo luogo, motivo per cui si aspetta che li rimbalzino.

"Era una situazione irreale e senza dati oggettivi che giustificassero quel calo del prezzo", ha detto. "Il mercato era praticamente morto e le vendite sul mercato interno erano basse da quando gli acquirenti si erano recati in paesi terzi per le loro acquisizioni".

I distributori spagnoli di olio d'oliva hanno recentemente rinfrescato le loro scorte acquistando olio in eccesso prodotto in Italia e in Grecia. Tuttavia, si prevede che entrambi i paesi registreranno un calo della produzione rispetto allo scorso anno, secondo le previsioni di Cano. Ha detto che i produttori spagnoli di olio d'oliva sono pronti a colmare questo vuoto.

"Ora [questi acquirenti dovranno] concentrarsi sulla provincia di Jaén", ha detto. "[Questo dovrebbe] aumentare sia la domanda che, speriamo di conseguenza, il prezzo."

Cano non si aspetta che la Spagna abbia un raccolto eccezionalmente buono quest'anno, ma ha detto che questo sarà un tema comune tra i produttori dell'emisfero settentrionale. Nel frattempo, la domanda di olio d'oliva dovrebbe continuare a crescere e quindi anche il prezzo dovrebbe.

"Sì, prevedo che i prezzi continueranno a salire perché ogni giorno che passa conferma che la prossima campagna non sarà eccezionale, ma sarà molto simile ai raccolti mondiali", ha detto.

Rafael Pico Lapuente è il direttore di Asoliva, un'associazione di imballatori industriali e esportatori spagnoli di olio d'oliva. Concorda sul fatto che offerta e domanda influenzano i prezzi dell'olio di oliva, ma ritiene che i prezzi potrebbero diminuire nuovamente.

"A mio parere, i prezzi scenderanno un po ', ma non penso molto", ha detto Olive Oil Times. "Dovremo aspettare per conoscere le produzioni di altri paesi, e tutto indica che saranno inferiori rispetto allo scorso anno."

Il calo che Pico Lapuente prevede potrebbe verificarsi a causa della mancanza di attività sul mercato internazionale dell'olio di oliva, che ha visto diminuire i prezzi dei produttori settimanali di riferimento in Spagna, Italia, Grecia e Tunisia durante la primavera, secondo il CIO. Alla fine, Pico Lapuente ha ammesso di non sapere cosa accadrà.

"Se sapessi come stanno andando a cambiare, sicuramente vivrei molto meglio", ha detto. "Ciò detto, il fatto che i prezzi siano aumentati un po 'non è significativo perché il mercato era molto stazionario".

In un incontro alla fine del mese scorso a Mengíbar, Jaén, centinaia di membri provenienti da tutti i capitoli del Association of Young Farmers (ASAJA) riuniti per discutere delle diminuzioni dei prezzi (che è accaduto alcuni giorni prima del leggero aumento). Il presidente del gruppo, Cristóbal Gallego Martínez, aveva un messaggio simile a quello di Cano, dicendo che non riusciva a capire perché i prezzi continuassero a diminuire nonostante diversi indicatori positivi.

"Secondo i dati che gestiamo, la maggiore disponibilità attuale del prodotto in Spagna, rispetto ai nostri concorrenti, cambierà le dinamiche del mercato tra oggi e la fine della campagna", ha detto al raduno. "E mentre le importazioni diminuiranno, le esportazioni rimbalzeranno."

Nonostante la sua frustrazione, Gallego Martínez era ottimista riguardo al futuro. Ha fatto notare che la primavera insolitamente umida ha portato il tanto necessario sollievo alla Spagna meridionale, colpita dalla siccità, che ha portato il Ministero dell'Agricoltura a rivedere le loro stime di produzione per la campagna 2018 / 19.

"[Questi dati] mostrano che non ci sono ragioni oggettive per il verificarsi dei livelli attuali dei prezzi", ha affermato.

Tuttavia, un portavoce del ASAJA Jaén capitolo detto Olive Oil Times che l'organizzazione non avrebbe fatto alcuna previsione sull'eventualità che i prezzi continuassero a salire fino a quando non avessero ricevuto i dati di vendita più recenti.




Altri articoli su: ,