TJ Ushing / UC Davis

Importatori, produttori e chef di olio d'oliva, tra gli altri, si riuniranno il prossimo mese all'Istituto Robert Mondavi per discutere le sfide e le opportunità che si presentano alla fascia alta del extra virgin settore dell'olio d'oliva.

La maggior parte dei produttori aderisce al mito che se hai un prodotto eccellente si venderà da solo. Questo è così lontano dalla verità.- Karen Bond, Bondolio

"Questo evento non riguarda solo extra virgin che raggiunge lo standard minimo, ma sui migliori oli d'oliva là fuori ", ha detto Dan Flynn, direttore dell'UC Davis Olive Center e uno dei relatori dell'evento, Olive Oil Times. "Riguarda i sapori, le opportunità e le sfide che i consumatori e i produttori devono affrontare per accedere a quel petrolio".

L'idea dell'evento è nata da alcune discussioni che Jean-Xavier Guinard, professore di scienze e tecnologie alimentari presso la UC Davis, ha avuto con Paolo Pasquali, proprietario di Oleoteca Villa Campestri.

UC Davis aveva ospitato eventi simili in passato ma non lo aveva fatto negli anni 10. La coppia ha immaginato questo evento come un aggiornamento su quello che sta succedendo con l'olio d'oliva di prima qualità.

"Tutti i miei sforzi nel mondo dell'olio d'oliva, sono [mirati a] creare strategie e strumenti per portare l'olio d'oliva dal costo al profitto", ha detto Pasquali Olive Oil Times. Darà la presentazione principale all'evento e discuterà di come il suo resort oliveto in Italia trasforma tutti i costi della produzione di olio d'oliva di alta qualità in profitto.

"Il mio intervento riguarderà la storia di Oleoteca Villa Campestri", ha detto. "I produttori adoreranno il sistema [e] allo stesso tempo saranno incoraggiati a raggiungere i più alti standard nella produzione di olio d'oliva".

Pasquali ha dichiarato che non vede l'ora di incontrare potenziali investitori in California.

Guinard presenterà le sue scoperte da un recente studio dell'evento, che ha esaminato una varietà di ricette che sono state preparate sia con olio d'oliva che con burro. Guinard, in collaborazione con il Culinary Institute of America, fece un test di consumo su quale di queste varianti di ricette preferivano i consumatori.

"Il risultato è stato che, a seconda della preparazione, i consumatori a volte preferivano il burro e talvolta l'olio d'oliva", ha detto Flynn. "Sarà molto interessante per questo pubblico sentir parlare di questi risultati".

Uno dei temi principali dell'evento sarà parlare di marketing e vendita di alta qualità extra virgin oli di oliva, in modo da rendere la produzione di questi oli vale il tempo e l'impegno. Su questo fronte, Karen Bond, la comproprietaria di Bondolio, discuterà di come la sua compagnia sia stata in grado di fare proprio questo.

"Parlerò di tutti i passi che un produttore deve intraprendere per ottenere il loro extra virgin l'olio d'oliva sugli scaffali dei negozi e il servizio di ristorazione ", ha detto Olive Oil Times. "La maggior parte dei produttori aderisce al mito che se si dispone di un prodotto eccellente si venderà da solo. Questo è così lontano dalla verità. C'è un processo metodico per vendere con successo petrolio ".

"Se mancano dei passaggi, le probabilità sono più alte di non vendere il tuo petrolio e di avere l'olio avanzato dal tuo prossimo raccolto", ha aggiunto. "Spero di insegnare ai produttori questo semplice processo".

Darrell Corti, un rivenditore di olio d'oliva a San Francisco, è in programma per discutere l'evoluzione della consapevolezza dei consumatori di olio d'oliva. Sarà seguito da Richard Armanino, un importatore di ItalFoods, che parlerà delle sfide e delle opportunità di importazione dell'olio d'oliva.

Greg Drescher, vice presidente di iniziative strategiche e leadership industriale presso il Culinary Institute of America, parlerà poi di come i produttori possano massimizzare lo spazio disponibile per i loro prodotti, oltre a dare una certa prospettiva dal punto di vista dell'industria dell'ospitalità.

"Greg è stato là fuori fin dall'inizio a spingere l'attenzione su premium extra virgin olio d'oliva ", ha detto Flynn. "Sarà interessante vedere come lo vede da un'ampia prospettiva culinaria, occupandosi di scaffali, ristoranti e dell'intero settore dell'ospitalità".

La giornata si concluderà con una conversazione su come i produttori possono elaborare queste informazioni e su come il settore può continuare a spostare la fascia premium del extra virgin settore dell'olio d'oliva in avanti.

"La mia sensazione è che quello che otterremo dal petrolio è un riflesso di come questo settore si sia evoluto negli ultimi 10 anni, in termini di fascia più alta dello spettro di qualità e di esaminare le sfide che rimangono per i produttori", ha affermato Flynn.

La Giornata dell'olio d'oliva si svolgerà l'12 di ottobre presso l'Istituto Robert Mondavi di Davis, in California. L'ammissione è $ 50 e l'ultimo giorno per registrarsi online è ottobre 5.




Altri articoli su: , ,