Il cancro del colon è la seconda causa di decessi correlati al cancro negli Stati Uniti, secondo l'American Cancer Society. È il terzo tumore più comune negli uomini e il secondo tumore più comune nelle donne. Una nuova ricerca sui topi suggerisce che bere un bicchiere di vino potrebbe aiutare a combattere la malattia.

Lo studio condotto su topi a Penn State’s Hershey Cancer Institute ha dimostrato che vari composti trovati nei semi dell'uva possono uccidere le cellule staminali colorettali cancerose.

I composti, noti come resveratrolo, sono stati trovati per uccidere le cellule del cancro del colon in modo più efficace se combinati con l'estratto di semi d'uva; infatti, prendere separatamente il resveratrolo e l'estratto di semi d'uva era meno efficace nell'uccidere cellule staminali cancerose.

Sia il resveratrolo che l'estratto di semi d'uva si trovano nel vino, che è sostenuto da molti tra cui i sostenitori del Mediterranean diet essere sani se consumati con moderazione. La dieta mediterranea enfatizza anche legumi, noci, cereali integrali, frutta e verdura, nonché erbe e carni magre, come pesce e pollame. Incoraggia anche cooking with olive oil invece di burro, e gli studi hanno dimostrato che seguendo la dieta mediterranea promuove a healthy heart.

"Questo si collega anche bene con una dieta a base vegetale che è strutturata in modo che la persona sta ottenendo un po 'di diversi tipi di piante, di diverse parti della pianta e diversi colori della pianta", ha osservato Jairam KP Vanamala, professore associato di scienze alimentari, Penn State. "Questo sembra essere benefico non solo per promuovere la diversità batterica, ma anche per prevenire le malattie croniche ed eliminare le cellule staminali del cancro del colon."

Il team di ricerca ha posizionato i topi 52 con tumori cancerogeni nei loro due punti in tre gruppi distinti: un gruppo di controllo, uno nutrito con composti dell'uva e un terzo sulindac, un farmaco antinfiammatorio che ha ucciso una quantità significativa di tumori nell'uomo durante un precedente studio clinico prova.

I risultati erano chiari: nel gruppo di topi che consumavano i composti dell'uva, la loro incidenza di tumori era ridotta del 50 per cento; questo tasso era paragonabile ai risultati del gruppo di topi che consumavano sulindac.

Vanamala ha dichiarato in un comunicato stampa che non solo la combinazione di estratto di semi d'uva e resveratrolo "molto efficace nell'uccidere le cellule del cancro del colon", ma anche non tossico in quelli sani.

Se gli studi sull'uomo che utilizzano resveratrolo e estratto di semi d'uva riescono a combattere il cancro del colon, ai pazienti potrebbero essere somministrati i composti a basse dosi tramite integratori per pillole già presenti sul mercato; i pazienti potrebbero anche continuare a prendere gli integratori per ridurre il rischio di ritorno del loro cancro.

Basandosi sulla teoria delle cellule staminali del cancro, Vanamala ha affermato che è meglio prendere di mira le cellule staminali cancerose in particolare perché sono quelle che danno origine a tumori cancerosi. Questo perché le cellule staminali cancerose rimangono responsabili della differenziazione cellulare e dell'auto-rinnovamento anche dopo che si sono metastatizzate o si sono diffuse in tutto il corpo.

Andando avanti, Vanamala ha spiegato che è importante che i ricercatori esaminino i meccanismi sottostanti delle funzioni anti-cancro di questi estratti d'uva. Idealmente, la ricerca di follow-up si concentrerà sulla scoperta degli specifici composti anti-cancro trovati nell'estratto di semi d'uva e nel resveratrolo per mettere insieme il trattamento del cancro del colon e gli approcci di prevenzione più efficaci possibili.



Altri articoli su: ,