I ricercatori sanno che l'abilità funzionale e la quantità di lipoproteine ​​ad alta densità (HDL) o di colesterolo "buono" sono necessarie per promuovere la salute del cuore. UN new study trova che la dieta mediterranea (MedDiet) ha aumentato la funzione di HDL e che i miglioramenti sono stati maggiori se il piano alimentare è stato aumentato con una quantità extra di olio di oliva vergine.

Questo studio aiuta a suggellare l'idea che tutti i grassi non dovrebbero essere considerati uguali.- Weston Childs

Alti livelli di lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) o colesterolo "cattivo" sono collegati ad un aumentato rischio di malattia cardiovascolare, mentre alti livelli di HDL sono legati ad un rischio ridotto. LDL promuove l'accumulo di placca nelle arterie, ma l'HDL assorbe il colesterolo e lo trasporta nel fegato, dove viene rimosso dal corpo. Pertanto, l'HDL offre l'importante vantaggio di aiutare a mantenere aperti i vasi sanguigni.

"Tuttavia, gli studi hanno dimostrato che l'HDL non funziona bene nelle persone ad alto rischio di infarto, ictus e altre malattie cardiovascolari e che l'abilità funzionale delle HDL conta tanto quanto la sua quantità", ha detto l'autrice Montserrat. Fitó, coordinatore del gruppo di ricerca sui rischi cardiovascolari e la nutrizione presso l'Istituto di ricerca medica Hospital del Mar di Barcellona e al Ciber of Physiopathology of Obesity and Nutrition (CIBEROBN), Spagna. "Allo stesso tempo, studi su piccola scala hanno dimostrato che il consumo di alimenti ricchi di antiossidanti come virgin olive oil, pomodori e frutti di bosco hanno migliorato la funzione di HDL negli esseri umani. Volevamo testare queste scoperte in uno studio più ampio e controllato. "

Poiché le proprietà funzionali dell'HDL sono così preziose, i ricercatori si sono proposti di determinare quale tipo di dieta li avrebbe migliorati. Con questo intento, hanno scelto a caso 296 persone ad alto rischio di cardiovascular disease che stavano partecipando allo studio PREDIMED (PREvención con DIeta MEDITERRÁNEA).

Gli individui, la cui età media era 66, sono stati assegnati a una delle seguenti tre diete per un anno:

  • Un tradizionale MedDiet aumentato con 4 cucchiai di olio d'oliva vergine al giorno
  • Un MedDiet tradizionale aumentato con una manciata di noci al giorno
  • Una sana dieta di controllo che riduce l'assunzione di carne rossa, dolciumi, alimenti trasformati e latticini ad alto contenuto di grassi

Entrambi i MedDiets hanno sottolineato il consumo di frutta, verdura, legumi e cereali integrali e hanno incluso quantità moderate di pesce e pollame. Gli esami del sangue per misurare HDL e LDL sono stati condotti all'inizio e alla fine dello studio.

L'analisi dei risultati ha mostrato che solo la dieta di controllo ha abbassato il colesterolo totale e il colesterolo LDL. Sebbene nessuna dieta abbia aumentato significativamente i livelli di HDL, entrambi i MedDiet hanno migliorato la sua funzionalità. Inoltre, l'entità di questo beneficio era molto più grande tra coloro che erano sul MedDiet con la quantità extra di olio d'oliva vergine.

Il MedDiet arricchito con olio d'oliva ha prodotto i seguenti miglioramenti funzionali all'HDL:

  • Miglioramento del processo mediante il quale l'HDL rimuove il colesterolo dalla placca nelle arterie e lo invia al fegato
  • Maggiore protezione contro l'azione dannosa dell'LDL di stimolare lo sviluppo della placca
  • Rilassato rilassamento dei vasi sanguigni, che li ha tenuti più aperti per il flusso di sangue

Poiché la quantità extra di olio d'oliva è stata associata ai benefici dello studio, ha sottolineato il netto contrasto tra grasso sano e non sano. "Questo studio aiuta a suggellare l'idea che tutti i grassi non dovrebbero essere considerati uguali", ha detto Weston Childs, dottore in medicina osteopatica a Gilbert, in Arizona. Olive Oil Times. "Sappiamo dagli studi che la maggior parte degli oli da cucina presenti sul mercato causa infiammazione e disregolazione lipidica in virtù dei loro effetti sull'associazione 3: 6 degli acidi grassi. La scoperta che un olio spremuto a freddo, come l'olio di oliva vergine, ha migliorato le funzioni di HDL dimostra che il corpo metabolizza questi grassi in modo molto diverso. "

Poiché la dieta di controllo era ricca di frutta e verdura, come i MedDiet, i ricercatori sono rimasti sorpresi e hanno ridotto le proprietà anti-infiammatorie dell'HDL. Un declino in questa funzione è legato alla malattia cardiovascolare. I partecipanti su entrambi i MedDiets non hanno avuto una riduzione in questo settore, hanno scritto gli autori.

"Seguire una dieta mediterranea ricca di olio d'oliva vergine potrebbe proteggere la nostra salute cardiovascolare in diversi modi, tra cui rendere il nostro 'colesterolo buono' funzionare in modo più completo", ha concluso Fito. Lo studio è stato pubblicato sul giornale della American Heart Association Circulation.



Altri articoli su: , , , ,