la-nunez-de-prado-obession-con-perfezione-felipe-nunez-de-prado-sovrintende-the-handlabeling-di-flor-de-aceite

"Una volta, sono entrato e ho detto che ero stato a Baena per vedere i fratelli Núñez de Prado. I suoi occhi si spalancarono. Era come se avessi detto a un Imam del paese che ero appena tornato dalla Mecca. "

Così recita un riferimento nel libro di Mort Rosenblum "La vita e le tradizioni di un nobile frutto" alla settima generazione del Núñez de Prado dedicato alla produzione di olio d'oliva.

La leggendaria famiglia acquistò il suo primo mulino in 1795, ma si concentrò principalmente sulla vinificazione fino a quando la piaga della fillossera rovinò i suoi vigneti. Si è quindi trasformato in olio d'oliva con una passione che persiste ancora oggi.

All'inizio del mese, il Programma europeo per la promozione dell'olio d'oliva ha ospitato un gruppo di giornalisti di lingua inglese e francese a Cordova. L'itinerario prevedeva una visita all'impianto di produzione di olio d'oliva biologico della famiglia Santa Lucia a Baena, nel sud-est della provincia, per vedere un mulino in stile 1943 e uno moderno in uso negli stessi locali.

Olive Oil Times era lì e ha parlato con uno dei fratelli, Felipe Núñez de Prado.

Il fiore di EVOO

Ci sono più di una dozzina di frantoi a Baena, un comune con circa 21,000 abitanti e una denominazione d'origine (DO) di olio d'oliva con lo stesso nome. Ma questo mulino è probabilmente il più emblematico ed è visitato da circa 20,000 turisti un anno, molti dei quali rimangono per una degustazione di olio d'oliva o pranzo tipico del mugnaio.

La prima cosa che ti colpisce all'arrivo è che si trova nel centro di una piccola città bianca, non nel mare circostante di ulivi. Núñez de Prado dice che è sempre stato in Andalusia. Più in là si trovano le quattro proprietà di famiglia, che si estendono su 700ha e 100,000 oliveto irrigato a goccia.

La prossima sorpresa è che mentre è il momento del raccolto, l'oliva appena colta viene versata giù da uno scivolo, iniziando la loro metamorfosi di due ore in un succo verde leggermente amarognolo, piuttosto fruttato, che verrà riposato per circa due mesi prima dell'imbottigliamento. Ma anche tenendo conto delle diverse varietà - Picudo (nativo di Baena) per il suo aroma floreale, Picual per la sua amarezza e longevità, e Hojiblanca per la sua dolcezza - il mix di verde, rosso, marrone e nero è sorprendente. Teresa Pérez, direttrice dell'Interprofesional de l'Aceite de Oliva Español, spiega che quando i colori delle olive si mescolano in questo modo è il momento migliore per vendemmiare.

C'è un'altra sorpresa nella stanza in cui il prodotto premium del mulino - Flor de Aceite (fiore di olio d'oliva) - viene etichettato e numerato a mano per migliorare la tracciabilità. Sono necessari undici chili di olive per ottenere un litro di questo EVOO non filtrato, che ha un'acidità massima di 0.2 per cento. Sebbene una bottiglia 500ml venda da € 12-22 ($ 16-29) nelle sue destinazioni di vasta portata, il prezzo in loco è di soli € 5 ($ 6.65). E, a parte l'adeguamento per l'inflazione nei mercati di esportazione, la famiglia, che ha un fatturato di € 5 milioni ($ 6.6m) sulle sue operazioni di olio d'oliva, dice che i suoi prezzi di olio d'oliva non sono aumentati in tre decenni.

L'etichetta dice che 2011 Flor de Aceite ha una vasta gamma di aromi fruttati e floreali - sentori di olive verdi, erba, arance, limoni e mele - e un retrogusto leggermente amaro e piccante.

Produzione

Mentre il primo Núñez de Prado EVOO spremuto a freddo viene estratto con presse idrauliche, il Flor de Aceite è un olio a mano libera che fuoriesce dalla pasta di olive che è stata inframmezzata in un alto mucchio di tappeti erbosi e gradualmente schiacciata. Solo questa è un'immagine eccezionale, così come la vista di tre enormi coni di granito rotanti che prima schiacciano le olive per fare la pasta.


Altri articoli su: , , ,