Il governo statale del Punjab in Pakistan ha preparato un piano dettagliato per la promozione della coltivazione dell'olivo in questo stato agricolo più prospero del paese. I pianificatori governativi hanno identificato Sialkot, Narowal, Gujrat, Jhelum, Rawalpindi, Islamabad, Attock, Chakwal e Khushab come alcune delle potenziali regioni di coltivazione dell'olivo nel Punjab.

Il governo spera di rendere il Pakistan autosufficiente nel prodotto dell'olio d'oliva sviluppando la coltivazione degli uliveti in queste aree potenziali. Secondo i pianificatori agricoli, la coltivazione includerà nuove piantagioni e l'innesto di varietà di olivo selvatiche esistenti.

L'organizzazione islamica internazionale per l'educazione, la cultura e la scienza Barani Agricultural Research Institute (BARI) a Chakwal ha condotto una ricerca nello stato che dimostra che l'ambiente prevalente, i tipi di suolo, le quantità di pioggia e le temperature in queste regioni sono ideali per la crescita delle piantagioni di ulivi.

Il dipartimento dell'agricoltura dell'Autorità per lo sviluppo delle piccole e medie imprese (SMEDA) nel Punjab ha lanciato programmi di sensibilizzazione e formazione per incoraggiare gli agricoltori a produrre olive e acquisire formazione nelle moderne tecniche di coltivazione dell'olivo per migliorare la produttività.

Appena oltre il confine, il principale stato agricolo indiano di Punjab failed to execute its ambitious olive cultivation project che è stato lanciato con molta fanfara in 2008.



Commenti

Altri articoli su: , ,