Europa

In evidenza i nuovi documentari Jaén e il suo Picual

La provincia spagnola di Jaén ha completato "Jaén, Virgen e Extra", un documentario sull'olio d'oliva che condivide la cultura della coltivazione dell'olivo e della produzione di olio nella più grande regione produttrice di olio d'oliva del mondo.

Ottobre 19, 2018
Di Rosa Gonzalez-Lamas

Notizie recenti

Culinary Zinema, la sezione dedicata al cinema e al cibo del Festival del cinema di San Sebastián, ha servito come gustoso palcoscenico per la premiere di "Jaén, Virgin & Extra", un nuovo film documentario sull'olio d'oliva che vuole condividere lo spirito e la cultura che circondano la coltivazione e l'olio d'oliva produzione in questa provincia spagnola, la più grande regione produttrice di olio d'oliva al mondo.

Nel documentario, il regista e produttore spagnolo José Luis López Linares evidenzia il ruolo dell'olio d'oliva nella dieta mediterranea e nel paesaggio di Jaén e dei suoi uliveti. Il film, un veicolo per la promozione nazionale e internazionale del settore, spiega anche il ruolo della varietà di olive Picual nei 21 di Jaénstrivoluzione dell'olio d'oliva

"Jaén, Virgin & Extra" continua la saga gastronomica iniziata da López Linares con "Il mistero di Palo Cortado", un film molto elogiato su Sherry Wines che ha ispirato il regista a approfondire i segreti di un'altra icona della gastronomia spagnola.

Il documentario introduce gli spettatori nell'universo degli oli di oliva di Jaén, nella loro cultura, monumenti, paesaggi, storia, biodiversità e ricerca scientifica attraverso gli occhi e le voci di coloro che hanno contribuito alla sua trasformazione. Il cast descrive con precisione ed emozione tutte le fasi del percorso dell'olio d'oliva, dall'albero alla tavola, aggiungendo valore a questo cibo millenario e contemporaneo.

La sceneggiatura presta particolare attenzione alla rivoluzione guidata dal riapprezzamento di Picual come piattaforma fondamentale per portare Jaén all'apice della produzione di olio d'oliva, alimentando i cambiamenti trascendentali dell'olivicoltura in Andalusia e Spagna. Secondo Santiago Botas, di Gaulas Consulting, questa trasformazione è stata il risultato di una precedente raccolta delle olive, che ha contribuito a esprimere le qualità sensoriali in un Picual raccolto prima della sua invaiatura.

pubblicità

Monovarietali picuali hanno vinto più premi alla NYIOOC World Olive Oil Competition di ogni altro





“Tradizionalmente, gli oli di Jaén erano fatti con olive Picual mature, che mostrano tratti organolettici che non sono buoni come quelli raccolti in precedenza. Questo ha cambiato 15 in 20 anni fa, quando alcuni produttori hanno iniziato a produrre oli dai primi raccolti ”, ha osservato Botas.

"I loro eccellenti risultati hanno stimolato altri produttori e cooperative a replicare questo ciclo, che è derivato da un riconoscimento globale della qualità dei primi Picual di Jaén", ha affermato l'esperto che ha contribuito alla produzione del film e ha agito come collegamento tra i produttori e molti attori dal settore olivicolo apparso nel documentario.

pubblicità

Questo miglioramento della qualità è solo una parte di un esercizio collettivo che ha portato altri professionisti nell'equazione promozionale del Picual di Jaén. La gastronomia è stata un veicolo chiave per la diffusione dei meriti di questi EVOO e gli chef spagnoli sono diventati alcuni dei loro più importanti sostenitori.

Gli chef stellati Paco Roncero, Paco Morales, Oscar Velasco, Dani García e María José San Román sono stati alcuni dei professionisti della cucina che hanno preso parte al documentario di 90 che riuniva quasi 60 professionisti di molte discipline, tra cui critici alimentari e giornalisti , archeologi, olivicoltori, botanici, professori, agronomi, sommelier, guide per il turismo dell'olio, gestori di boutique ed esperti di degustazione.

pubblicità

La Diputación di Jaén insieme alla Caja Rural de Jaén sono state le due istituzioni che hanno espresso il loro forte impegno nel settore e il prodotto distintivo di Jaén diventando i principali sponsor del film.

Vincitore di vari Goya Awards, l'equivalente della Spagna agli Oscar, López-Linares ha iniziato questo progetto petrolifero nell'autunno del 2017, in coincidenza con l'inizio della raccolta precoce di Picual e la comparsa dei primi oli premium.

Il cantante di flamenco di celebrità e un nativo di Jaén Carmen Linares ha condito il documentario con brani musicali, inclusi quelli del repertorio di canzoni tradizionali di Jaén.

Una cena al Basque Culinary Centre preparata dallo chef Paco Morales (Noor, Córdoba) utilizzando gli oli vincenti del concorso Jaén Selección 2018 ha seguito l'acclamata premiere del documentario a San Sebastián.

Sono previste presentazioni ad altri festival cinematografici internazionali, in particolare quelli con sezioni di film culinari. Berlino, Buenos Aires, Cina, Giappone o Sofia sono alcuni festival che hanno espresso interesse per "Jaén, Virgin & Extra", il cui debutto in Spagna è previsto per il prossimo novembre.

Altri forum gastronomici e culturali possono anche diventare schermi per la mostra del documentario.

pubblicità