`El Picual - Olive Oil Times

El Picual

Gennaio 30, 2012
Olivarama

Notizie recenti

Non solo la scienza dimostra le sue eccezionali proprietà, ma anche gli onorevoli premi che riconoscono ogni anno la ricerca e la difesa del settore biologico. Senza dubbio, biologico l'olio extra vergine di oliva è più sano dell'olio di oliva convenzionale. Il suo più alto contenuto di polifenoli lo rende un alimento eccezionalmente nutriente.

Entrambi sono estremamente benefici per la nostra salute, nutrizione e contengono polifenoli (antiossidanti naturali presenti negli oli vergini ed extravergine di oliva). Tuttavia, uno di loro è più sano, se possibile, dell'altro. O almeno questa è la conclusione di uno studio condotto da un team di produttori e ricercatori di vari centri dell'Andalusia che attribuiscono la supremazia, nutrizionalmente parlando, dell'olio di oliva vergine biologico rispetto al convenzionale.

Non mancano argomenti a sostegno di questo perché, oltre a offrire una qualità regolamentata, il prodotto biologico è anche più nutriente dell'olio ottenuto con il metodo convenzionale. Queste caratteristiche conferiscono a questo prodotto un enorme valore aggiunto, che è sempre più richiesto dai consumatori preoccupati per la loro salute.

Più antiossidanti naturali

I risultati dello studio di ricerca intitolato Composti fenolici con un effetto benefico sulla salute negli oli extravergine di oliva della varietà Picual: lo studio comparativo della coltura biologica rispetto alla coltura convenzionale dimostra chiaramente i benefici di questo succo di oliva necessario per una dieta equilibrata, che utilizza metodi di produzione rispettosi dell'ambiente.

Ai fini di questo studio, i ricercatori hanno analizzato la varietà di olive più diffusa in Andalusia: il Picual, in particolare quello delle olive coltivate nelle tenute di Cordova. Uno di questi è di proprietà di Instituto Andaluz de Investigación y Formación Agraria y Pesquera (Ifapa), situato nella città di Córdoba di Cabra, e un altro appartiene alla famiglia Heredia Halcón, situata ad Albendín (Baena).

L'esame dei parametri agronomici e di qualità di questi oli di oliva vergini ottenuti utilizzando metodi di produzione sia convenzionali che biologici, nonché i loro composti fenolici, ha determinato che l'extra vergine biologico ha un valore nutrizionale maggiore rispetto all'olio convenzionale. Ciò è dovuto al fatto che la proporzione di singoli composti fenolici (quelli con la maggior parte dei benefici per la salute, come idrossitosol, acidi fenolici e flavonoidi) è significativamente più elevata nel primo gruppo piuttosto che nel secondo.

Meno secoiridoidi, ma più idrossitrososolo

Tuttavia, i dati raccolti mostrano che l'olio d'oliva convenzionale ha un contenuto di polifenoli totali più elevato rispetto alla sua controparte biologica. Secondo i ricercatori, ciò potrebbe essere dovuto al fatto che il Picual convenzionale estratto dall'oliveto pluviale può contenere un livello più elevato di altri composti fenolici della famiglia dei secoiridoidi (oleuropeina). Questi, presenti in grandi quantità nell'olio di oliva vergine, hanno dimostrato di avere una capacità antiossidante inferiore rispetto ai biofenoli studiati.

In ogni caso, lo studio giustifica il fatto che l'olio biologico presenta un alto contenuto del più comune e importante polifenolo dell'oliva, l'idrossitrosolo, e la sua composizione contiene livelli più elevati di acidi fenolici e flavonoidi rinomati per il loro antitumorale, proprietà cardio-toniche e antitrombotiche.

altre ricerche

Gli studi in vivo, in vitro ed epidemiologici condotti fino ad oggi attribuiscono particolare importanza ai composti fenolici. Tenendo presente che c'è una maggiore concentrazione di questi nel succo biologico, sono necessari altri studi simili per verificare se si comportano allo stesso modo in altre campagne e altre varietà di oliva oltre a quelle studiate.

Perché dobbiamo ricordare che l'agricoltura biologica ha subito un notevole sviluppo in tutto il mondo e l'olivicoltura non fa eccezione. In particolare in Spagna, e in particolare in Andalusia, è già una delle principali strategie di produzione dal punto di vista economico.

In questo senso, la professione olivicola ha avviato la trasformazione delle proprie tenute, ricercando maggiori profitti e, implicitamente, una riduzione degli impatti ambientali negativi. La conseguenza di ciò è che le vendite di olio d'oliva biologico sono diventati un motore per aumentare il reddito del produttore.

Altre informazioni / Ulteriori informazioni: www.caae.es

Gli articoli di Olivarama compaiono anche sulla rivista Olivarama e non sono curati do olive oil Times.

pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti