In Grecia, gli ulivi soffrono di infezione da moscerino della frutta prima del raccolto

Il tempo instabile della passata estate e la mancanza di risorse per combattere la mosca sono la causa di una prospettiva inquietante.

Boschetti a Laconiko in Laconia, Grecia (File Foto)
Settembre 21, 2018
Di Costas Vasilopoulos
Boschetti a Laconiko in Laconia, Grecia (File Foto)

Notizie recenti

La raccolta delle olive dell'anno scorso in Grecia ha superato le aspettative, con quasi 350,000 tonnellate di petrolio in uscita dai frantoi. La ricca produzione è arrivata dopo che la tanto dibattuta siccità ha avuto effetti minimi e non vi è stata praticamente alcuna invasione della mosca della frutta che avrebbe degradato sia la qualità che la quantità di olio d'oliva.

Questa è una stagione vuota per noi. Prevediamo di ottenere solo il 40 percento della produzione dell'anno scorso.- Giorgos Korinnis

Ma questa stagione è una storia diversa con il raccolto previsto per essere più snello principalmente a causa del ciclo di produzione degli ulivi, e la mosca dell'olivo ha fatto nuovamente sentire la sua presenza in molte aree del paese.

La mancanza delle solite ondate di caldo che colpiscono la Grecia ogni estate e che renderebbero la mosca inattiva, combinata con i livelli innaturalmente alti di pioggia, ha permesso al parassita di riprodursi e minacciare la produzione imminente. Una singola mosca della frutta femmina può fornire circa 200 uova e dopo un mese emergono le nuove mosche, metà delle quali sono femmine in grado di produrre altre 200 uova. Aumentano in modo esponenziale la loro presenza e diventa difficile contenerli se iniziano a schiudersi.

Giorgos Korinnis, un agricoltore che lavora in Lakonia, che tradizionalmente produce olio d'oliva di alta qualità, Ha detto Olive Oil Times che l'infestazione dalla mosca della frutta è più che ovvia in questa stagione.

"Questa è una stagione vuota per noi ", ha detto Korinnis. "Ci aspettiamo di ottenere solo il 40% della produzione dello scorso anno, che è stata di circa 25,000 tonnellate di olio d'oliva per l'intera regione, e una parte significativa di essa proverrà da olive infettate dalla mosca della frutta. Quindi, a causa del danno causato dalla mosca, non sarei sorpreso di vedere oli d'oliva con un livello di acidità di 0.5 o 0.6 quando normalmente otteniamo 0.2 o 0.3, il che significa che una grande parte del raccolto oleario sarà di qualità inferiore di quello che di solito otteniamo qui. "

Korinnis ha anche spiegato che il problema è iniziato con le condizioni climatiche miti prevalenti durante l'estate. "Non avevamo temperature superiori a 35 ° C (95 ° F), quindi la mosca poteva facilmente riprodursi. E molti coltivatori non si sono preoccupati di usare alcun pesticida per sbarazzarsi della mosca poiché non si aspettavano alcun rendimento serio, quindi la mosca ha avuto la possibilità di incubare nei loro alberi successivamente contaminando gli uliveti vicini con prospettive migliori e influenzando in questo modo il raccolto di olio d'oliva di tutta la zona. "

Konstantinos Papadopoulos del Frantoio Papadopoulos vicino all'antica Olimpia, ha detto a OOT che c'è uno scoppio della mosca della frutta dell'olivo nella zona. Alcuni produttori hanno adottato misure per ridurre il danno, ma la maggior parte non è in grado di farlo principalmente a causa del budget limitato. "Alcuni dei produttori con cui lavoriamo otterranno olio d'oliva di qualità in questa stagione, ma generalmente ci aspettiamo una resa molto bassa di qualità inferiore ", ha osservato.

A Creta, Peza Union vicino a Heraklion è una grande associazione di produttori di olio d'oliva. Ci hanno detto che fino ad ora la mosca della frutta era attiva solo in piccole sacche in tutto il distretto, ma si aspettano che si diffonda poiché non ci saranno più applicazioni di pesticidi nei campi per mancanza di risorse. Tuttavia, e contrariamente alla situazione nella maggior parte del paese, si aspettano un aumento della produzione dal 20 al 30 percento rispetto allo scorso anno.

Stanno arrivando rapporti anche da altri territori del paese che producono olio d'oliva, indicando che la situazione è grave.

L'isola di Lesbo, con il suo caratteristico olio di oliva giallastro, sta per perdere gran parte della sua produzione a causa della prolungata infezione da mosca della frutta, secondo i produttori. Il tempo e la risposta lenta da parte degli agricoltori hanno facilitato la nidificazione e la riproduzione della mosca. L'amministrazione locale ha aggiunto che gli oliveti biologici, che costituiscono il 25 percento delle coltivazioni di olivi dell'isola, hanno contribuito alla diffusione della mosca poiché i loro proprietari hanno evitato di usare qualsiasi mezzo per contenerlo al fine di proteggere la loro identità biologica.

Nella regione Etolia-Acarnania nella Grecia centrale, ci sono molti uliveti infettati dalla mosca ei produttori locali si aspettano una produzione inferiore rispetto alla stagione precedente. Per aggiungere la beffa al danno, molti alberi che non sono stati toccati dalla mosca sono stati colpiti dalla grandine che ha colpito i frutti dell'olivo a terra e ha lasciato i produttori nella disperazione.

Nella vicina zona di Lokrida, si prevede che quasi tutta la produzione di olio d'oliva della zona sarà influenzata dalla mosca della frutta. I produttori hanno accusato le autorità di essere lente nell'applicazione di misure per distruggere la mosca e hanno chiesto un risarcimento.

C'è anche un avviso proveniente dalle autorità della Grecia settentrionale per un'attività molto elevata della mosca della frutta vicino alla città di Alessandropoli e in altre aree, esortando i produttori a utilizzare pesticidi per ridurre al minimo la perdita.

In passato, i produttori in Grecia dicevano che un'estate calda e secca è tutto ciò che serve per un olio d'oliva di eccellente qualità. Ma ora, con il tempo che cambia costantemente, la vecchia saggezza non è sufficiente e coltivatori e produttori hanno molti parametri da considerare per un raccolto di olio d'oliva di successo.





Related News

Feedback / suggerimenti