`L'istituto di ricerca di Chania emerge come leader del settore olivicolo greco - Olive Oil Times

Istituto di ricerca a Chania Emerge come leader del settore olivicolo greco

Settembre 9, 2013
Anna Milionis

Notizie recenti

l'istituto-di-ricerca-produzione-a-chania-emerge-come-leader-nel-settore-dell'olivo-greco-tempi-dell'istituto-per-olivi-e-piante-subtropicali-a-chania
I giornalisti ospitati dall'Istituto per gli ulivi e le piante subtropicali di Chania, Creta, osservano i tempi del raccolto.

L'Istituto per l'olivo e le piante subtropicali di Chania, Creta, è diventato un leader nella ricerca e nell'istruzione per il settore dell'olio d'oliva in Grecia.

Negli ultimi cinque anni l'Istituto ha ottenuto sette volte il finanziamento del Consiglio oleicolo internazionale (CIO), ricevendo allo stesso tempo un numero equivalente di sovvenzioni. Queste sovvenzioni hanno cofinanziato progetti tecnici e promozionali tra cui ricerca all'avanguardia, seminari e conferenze, invitando giornalisti dei principali paesi importatori a Creta, formando produttori e altri soggetti interessati per migliorare la qualità e educare i consumatori sul valore nutrizionale e sulla cultura dell'olio d'oliva .

Kostas Chartzoulakis, il direttore dell'istituto, è presso la sede del CIO oggi, 9 settembre, come oratore principale in un seminario sulle sovvenzioni per parlare di ciò che si qualifica come una domanda di successo per una sovvenzione del CIO e come presentare la documentazione della sovvenzione.

La loro ultima aggiunta al conteggio delle sovvenzioni è un progetto chiamato "Formare le parti interessate del settore oleicolo in diverse aree della Grecia sulle pratiche innovative per mitigare i cambiamenti climatici e soddisfare le esigenze del mercato. ”Il progetto durerà da ottobre 2013 a febbraio 2014 e il suo obiettivo è trasferire pratiche innovative su tutti gli aspetti critici della produzione di olio d'oliva ai professionisti dell'olio e ai produttori della Grecia centrale e settentrionale.

Chartzoulakis afferma che è importante chiarire cosa si intende con il termine innovativo:

"L'Istituto per l'olivo e le piante subtropicali riconosce che c'è un costante bisogno di educazione e informazione. La produzione di olio extravergine di oliva non è la ricerca in mano. Piuttosto, sono i metodi di coltivazione e lavorazione che mettono in risalto le particolari proprietà sensoriali e nutrizionali delle varietà di olio d'oliva greco.

La nostra ricerca suggerisce che, a causa delle condizioni agroeconomiche in Grecia, questo può essere ottenuto solo da pratiche di coltivazione a basso input e rispettose dell'ambiente. Esempi di tali pratiche includono l'uso di residui di olive (scarti di potatura, sansa di oliva e acque di frantoio) come fertilizzanti, l'applicazione di tecniche di irrigazione deficitaria e la gestione integrata di parassiti e malattie. Si prevede che ci sarà una significativa riduzione della CO2 e dell'impronta idrica dell'olio d'oliva prodotto mentre i costi possono essere ridotti fino al 30 percento ".

l'istituto-di-ricerca-produzione-a-chania-emerge-come-leader-nel-settore-dell'olivo-greco-tempi-dell'istituto-per-olivi-e-piante-subtropicali-a-chania
L'Istituto per l'olivo e le piante subtropicali a Chania, Creta

Chartzoulakis è anche un co-editore del libro Seguendo la coltivazione e la cultura delle impronte ecologiche, il folklore e la storia, la tradizione e gli usi (2012), una pubblicazione congiunta del CIO con l'Association of Agricultural Research Institutions in the Near East and North Africa (AARINENA) e la International Society for Horticultural Science (ISHS), e sta attualmente supervisionando la sua traduzione in greco.

pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti