` Il progetto utilizza gli scarti della produzione di olio d'oliva per alimentare il mulino stesso - Olive Oil Times

Il progetto utilizza rifiuti derivanti dalla produzione di olio d'oliva per alimentare autonomamente il mulino

Dicembre 10, 2014
Isabel Putinja

Notizie recenti

Un innovativo progetto europeo ha studiato i modi per convertire i rifiuti della produzione di olio d'oliva in elettricità.

Biogas2PEM-FC è un Progetto di ricerca industriale finanziato dall'UE coordinato da PowerCell, una società svedese di tecnologia delle celle a combustibile, e include partner provenienti da Grecia, Spagna, Svezia e Regno Unito. Il progetto è stato avviato nel novembre 2012 ed è stato completato alla fine di ottobre 2014.

I rifiuti liquidi e solidi che rimangono produzione di olio d'oliva è dannoso per l'ambiente perché può contenere pesticidi e composti organici tossici. È anche acido e ha un'elevata salinità. Tali rifiuti agricoli sono difficili e costosi da smaltire correttamente.

Nell'ambito del progetto, un impianto pilota che utilizza un prototipo è stato costruito in un'azienda agricola e frantoio in Andalusia, Spagna.

Per raggiungere l'obiettivo di produrre elettricità, diverse tecnologie sono state combinate in un sottosistema in 3 parti che richiede prima una reazione di digestione anaerobica per produrre biogas dai rifiuti, che viene quindi convertito in un gas ricco di idrogeno (riformato) utilizzando un reformer. Infine, un sistema di celle a combustibile crea elettricità dal gas riformato.

Questa soluzione rispettosa dell'ambiente riduce al minimo l'impatto ambientale negativo risolvendo il problema dei rifiuti producendo elettricità e calore che possono essere utilizzati in loco dalla cartiera. La tecnologia innovativa può essere utilizzata anche con altri tipi di sottoprodotti agricoli.

Hai pochi minuti?
Prova il cruciverba di questa settimana.


Related News

Feedback / suggerimenti