`Il programma di soccorso promuove i contributi di sicurezza sociale per gli agricoltori italiani

Notizie in breve

Il programma di soccorso promuove i contributi di sicurezza sociale per gli agricoltori italiani

Giu. 15, 2020
Paolo DeAndreis

Notizie recenti

Gli agricoltori italiani registrati non dovranno pagare contributi previdenziali per l'anno.

In una nota ufficiale, l'INPS (l'Istituto nazionale per la sicurezza sociale) ha affermato che l'esenzione dal contributo obbligatorio di assicurazione fa parte di uno sforzo più ampio da parte del governo per promuovere l'imprenditorialità nel settore agricolo.

Il vantaggio è esteso sia ai nuovi imprenditori agricoli che ai nuovi coltivatori diretti autonomi.

Anche i nuovi agricoltori registrati e giovani di età inferiore ai 40 anni possono chiedere di essere esonerati dai pagamenti nel 2021.

"L'incentivo ", afferma la nota, "prevede un'esenzione dal pagamento del 100% del contributo dell'assicurazione generale obbligatoria per invalidità, vecchiaia e superstiti (IVS), per un periodo massimo di 24 mesi. "

pubblicità

Data la natura dell'agricoltura, che spesso coinvolge l'intera famiglia, i coltivatori autonomi possono chiedere che il beneficio sia esteso ai familiari che aiutano sul campo.

Sebbene diretto a tutti i giovani agricoltori che si registrano nel 2020, il vantaggio non verrà applicato automaticamente. La richiesta specifica deve essere inviata elettronicamente all'INPS che verificherà la posizione dei candidati e li approverà caso per caso.

L'incentivo fiscale fa parte di una serie di misure che diverse associazioni agricole italiane hanno chiesto di affrontare meglio le conseguenze di COVID-19. Si aggiunge anche ai nuovi fondi per l'agricoltura firmati dai ministeri dell'Agricoltura dell'Unione europea.

Nell'ambito delle azioni dell'UE a sostegno del settore agricolo, gli agricoltori italiani riceveranno contributi fino a 7.000 ($ 7.900) in una serie di incentivi del valore 400 milioni ($ 453 milioni) che saranno assegnati fino a giugno 2021.

I nuovi fondi decisi dai ministeri dovranno essere confermati dal Parlamento europeo in cui le modifiche potrebbero comportare un ritardo.

Per sostenere le attività delle donne imprenditrici agricole, la Federazione Agricola Italiana (CIA) e diverse associazioni hanno chiesto al Ministero dell'Agricoltura italiano di sbloccare il nuovo fondo "Donne sul campo " 15 milioni ($ 16.98 milioni) che sono stati annunciati lo scorso novembre, prima dello shock economico causato dall'emergenza COVID-19.





pubblicità

Related News