Segni di vita tra i boschetti pugliesi devastati dalla Xylella

Gli agricoltori del comune pugliese meridionale di Casarano - nella zona rossa della Xylella fastidiosa - hanno raccolto con successo olive della cultivar Favolosa. Il trionfo fornisce una tabella di marcia per altri produttori nelle aree colpite da Xf.
Ottobre 12, 2020
Paolo DeAndreis

Notizie recenti

Gli olivicoltori festeggiano "un segno di speranza e di rinascita ”dopo aver raccolto olive sane da alberi recentemente reintrodotti in Xylella fastidiosa regione devastata della Puglia.

Gli agricoltori di Casarano, un comune situato vicino a Lecce, nel tacco dello stivale d'Italia, hanno raccolto olive dai loro alberi di due anni appartenenti alla cultivar Favolosa (o Fs-17).

Si stima che per ogni ettaro di olivo (Favolosa) gli agricoltori possano raccogliere ogni anno, nel periodo di piena maturazione dei frutti, fino a una tonnellata di olive.- Confederazione Italiana Agricoltori, 

"Grazie alla maltempo, stiamo raccogliendo al massimo il 10 per cento del vero potenziale di questi giovani alberi, ma [questo raccolto è stato] un grande successo rispetto ai sei o sette anni che ci sarebbero voluti le nostre cultivar tradizionali colpite da Xylella, come Cellina e Ogliarola, per ottenere gli stessi risultati ”, ha detto al quotidiano italiano al Corriere della Sera Cosimo Primiceri, agricoltore locale.

Primiceri è stato uno dei primi a piantare la cultivar resistente alla Xylella in questa parte di Puglia, un'area in cui gli uliveti tradizionali sono stati spazzati via dalla malattia.

Vedi anche: Xylella Fastidiosa Aggiornamenti

Fs-17 non è una cultivar comune. È stato scoperto e brevettato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) più di 30 anni fa.

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

La cultivar discende dalla varietà Frantoio ed è stata allevata da medio a alta densità coltivazione. Gli alberi di Favolosa producono solitamente un numero elevato di olive ogni anno ei frutti maturano presto. La varietà è anche autofertile, il che le consente di crescere bene nei frutteti monovarietali.

Oltre a queste qualità selezionate, i ricercatori italiani hanno anche scoperto che la cultivar è immune a quelle altamente mortali e contagiose Xylella fastidiosa.

Vedi anche: Piano straordinario per rivitalizzare gli ulivi in ​​Puglia

Secondo la Confederazione italiana degli agricoltori (CIA), la varietà Favolosa può ripristinare il pieno potenziale delle regioni precedentemente abbondanti di produzione di olio d'oliva.

"Stimiamo che per ogni ettaro (2.5 acri) di ulivi, gli agricoltori potrebbero raccogliere ogni anno, nel periodo di piena maturazione dei frutti, fino a una tonnellata di olive ", ha affermato la CIA. "[Queste olive] sono destinate a dare vita ad un eccellente olio extravergine di oliva, già ampiamente apprezzato dai consumatori per le sue proprietà organolettiche".

La cultivar Favolosa è attualmente coltivata in Puglia, Umbria e Sicilia. Fuori dall'Italia, l'Fs-17 è coltivato anche negli Stati Uniti, Spagna, Australia, Sud Africa, Cile e Argentina.

Vedi anche: La Puglia definisce il protocollo per la sostituzione degli alberi colpiti

Tra i tanti agricoltori e associazioni di produttori che hanno celebrato questa vendemmia storica a Casarano c'era il consorzio nazionale Italia Olivicola.

Secondo una ricerca recentemente pubblicata dall'organizzazione, dalla scoperta di Xylella fastidiosa nell'area di Gallipoli nel 2013, la malattia si è rapidamente diffusa sia a nord che a sud, danneggiando cinque milioni di alberi - quasi un quarto di tutti gli ulivi della zona - in le province di Lecce, Brindisi e Taranto.

Italia Olivicola ha affermato che il raccolto medio per queste province è diminuito di 29,000 tonnellate ogni anno a causa della Xylella fastidiosa, riducendo la produzione complessiva di olio d'oliva italiano di circa il 10%.





Related News

Feedback / suggerimenti