Europa

La Spagna ritiene che il rilascio di prova di mosche di ulivo geneticamente modificate

Agosto 27, 2013
Di Julie Butler

Notizie recenti

Spagna-considera-trial-release-of-the-olivo-mosche geneticallymodified-Spagna-considera-trial-release-of-the-oliva-mosche geneticallymodified
Foto: Oxitech

Mosche di olive geneticamente modificate verranno rilasciate in un uliveto catalano se una sperimentazione sul campo proposta dalla società biotecnologica britannica Oxitec è approvata in Spagna.

Secondo il gruppo di esperti tedesco Testbiotech, che si oppone al processo, sarebbe la prima uscita di animali geneticamente modificati nell'Unione europea.

La mosca dell'olivo - Bactrocera (Dacus) oleae - è uno dei parassiti chiave che colpisce olivicoltura ed è gestito principalmente tramite pesticidi.

Oxitec ritiene che la sua varietà modificata di mosca delle olive - chiamata OX3097D-Bol e sviluppata circa tre anni fa - offra una soluzione più efficace e priva di sostanze chimiche.

pubblicità

Dopo che si dice che siano stati promettenti processi in serra, Oxitec chiede l'approvazione per liberare le sue mosche a circa 8 km dal porto di Tarragona, uno dei principali della Catalogna produzione di olio d'oliva regioni. Resta inteso che sei reti copriranno ognuna vari alberi e la sperimentazione durerebbe 2 - 3 mesi.

Oxitec afferma di voler testare la competitività degli accoppiamenti, la longevità e la persistenza della mosca sul campo.

La prole femminile muore nella fase larvale

pubblicità

In informazioni inviate alla Commissione europea a gennaio, Oxitec ha dichiarato che solo i maschi sarebbero stati rilasciati. Nell'accoppiamento con femmine selvatiche, qualsiasi progenie femminile risultante non riuscirebbe a svilupparsi oltre gli stadi larvali tardivi.

“Non sono previste interazioni significative. La modifica è limitata a mosca dell'olivo da barriere riproduttive. Nel caso in cui la mosca dell'olivo OX3097D-Bol venga mangiata dai predatori presenti nel sito di rilascio, non si prevede che i tratti genetici inseriti abbiano effetti tossici ", ha anche affermato.

pubblicità

Il governo catalano afferma che è necessaria una valutazione approfondita prima delle decisioni

Lo ha riferito un portavoce del ministero catalano dell'agricoltura, del bestiame, della pesca, dell'alimentazione e dell'ambiente Olive Oil Times che la domanda di Oxitec era stata deferita alla Commissione catalana sulla biosicurezza.

Prima di prendere qualsiasi decisione, una valutazione esaustiva del rischio della sperimentazione proposta, un periodo di informazione pubblica di 30 giorni e la consultazione con esperti e parti interessate erano tra le fasi necessarie, coinvolgendo sia la commissione catalana che la Commissione nazionale spagnola di biosicurezza.

Ha detto che la società era interessata a utilizzare gli ulivi 48 a Tarragona su un'area di circa 0.16ha e aveva indicato che aveva applicato anche per rilasciare le sue mosche in Italia e in Grecia.

Oxitec dice che il suo ceppo può rapidamente spazzare via le mosche di ulivo selvatiche

Oxitec deve ancora rispondere alle richieste di Olive Oil Times per maggiori informazioni.

Tuttavia, il CEO di Oxitec Hadyn Parry ha detto ai media spagnoli che poiché la progenie femminile della varietà Oxitec non riesce a raggiungere l'età adulta, "non possono accoppiarsi e la peste gradualmente scompare".

pubblicità

E in un articolo pubblicato a gennaio, Michael Conway, uno studente di dottorato all'Università di Oxford e Oxitec, ha affermato che in recenti studi in serra,
"La varietà modificata di mosca dell'olivo di Oxitec si è dimostrata un'arma altamente efficace, eliminando totalmente una popolazione selvaggia in meno di due mesi."

"È un approccio di cui siamo certi che sia più economico, più verde e più sostenibile di qualsiasi alternativa esistente", ha affermato.

Paure di fuga e impatti imprevisti

Christoph Quindi, portavoce del gruppo scientifico di pubblico interesse Testophotech, ha affermato che tra i timori del gruppo c'era che i discendenti maschi delle mosche GM, che a differenza delle femmine potessero accoppiarsi e propagarsi ulteriormente, sarebbero fuggiti e si sarebbero diffusi senza controllo.

“Se le mosche geneticamente modificate fuggissero, il raccolto nelle regioni interessate diventerebbe non commerciabile. Le larve geneticamente modificate che vivono all'interno delle olive non sono consentite per il consumo alimentare nell'UE ”

“Gli insetti Oxitec sono manipolati con DNA sintetico, che è un mix di organismi marittimi, batteri, virus e altri insetti. Non è noto come questi insetti interagiranno con le mutevoli condizioni ambientali, finora sono stati allevati solo in laboratorio ", ha detto.