Una vocazione più alta per i produttori pluripremiati in Italia

Impegnati nell'innovazione e nell'ambiente, i vincitori del NYIOCC per la prima volta sanno che il futuro dipende dalle scelte fatte oggi.

Squadra Fattoria di Triboli
Giu. 9, 2021
Di Ylenia Granitto
Squadra Fattoria di Triboli

Notizie recenti

Parte della nostra continuazione copertura speciale di 2021 NYIOOC World Olive Oil Competition.


I produttori di olio extra vergine di oliva di 28 paesi hanno vinto a 790 record Al 2021 NYIOOC World Olive Oil Competition.

Mentre molti sono stati vincitori ripetuti, molti dei partecipanti per la prima volta sono stati premiati anche ai più prestigiosi del mondo qualità dell'olio d'oliva concorrenza.

Il nostro obiettivo è ottenere un buon prodotto ma anche fare in modo che le generazioni dei nostri figli possano beneficiare del nostro lavoro e godere di un pianeta sano,- Carmen Bonafante, co-fondatrice, Evo Sicily

Per i nuovi arrivati ​​al NYIOOC, la produzione di oli d'oliva di alta qualità non è semplicemente fine a se stessa. Questi premiati agricoltori si impegnano a proteggere l'ambiente da promuovere la biodiversità e la cura della terra.

Sono impegnati socio-culturalmente e creano reti, guardando al futuro senza perdere di vista le proprie radici e utilizzando tecnologia come mezzo per rendere il mondo un posto più sano.

"Più che una produzione agricola, il nostro è un progetto culturale ed etico”, ha affermato Pietro Barachini, co-fondatore di iOlive con Dario Gronchi, che guadagnato un Silver Award alla NYIOOC. "Questo riconoscimento conferma che stiamo andando nella giusta direzione”.

Barachini e Gronchi fondano iOlive come a progetto di tracciabilità digitale basato su tecnologia blockchain che mira a garantire l'origine e la qualità dell'olio extra vergine di oliva.

Vedi anche: I migliori oli d'oliva dall'Italia

"L'Italia è il Paese con il maggior numero di varietà di olive, e puntiamo a preservare ed espandere questa incredibile biodiversità”, ha aggiunto Barachini, che gestisce uno storico vivaio a Pescia, in provincia di Pistoia.

Da anni i produttori di iOlive si impegnano a sensibilizzare sull'importanza di sostenibilità agricola e il suo ruolo centrale nell'alta qualità produzione di olio d'oliva. Quando Barachini conobbe il suo futuro socio, i due trovarono subito un terreno comune.

profili-concorsi-europa-i-migliori-oli-di-oliva-una-più-chiamata-per-produttori-premiati-in-italia-tempi-dell'olio-d'oliva

Foto: Dario Gronchi e Pietro Barachini

"Crediamo nel potenziale delle tecnologie digitali per facilitare il lavoro dei produttori di qualità", ha affermato Gronchi, che proviene dal settore delle energie rinnovabili. "E pensiamo che la qualità non possa essere disgiunta dalla cura dell'ambiente”.

I suoi genitori, Marcello e Brunella, affiancano i due imprenditori nella cura di oltre 1,500 ulivi a Bolgheri e altri 500 a Gabbro, in provincia di Livorno.

"Di recente, abbiamo aggiunto tre ettari di terreno tra cui un vecchio mulino, e c'è un piano per piantare altri 1,200 ulivi ", ha affermato Gronchi.

Man mano che il loro progetto di tracciabilità si sviluppava, i creatori di iOlive hanno iniziato a produrre olio extra vergine di oliva con varietà tipiche toscane - Moraiolo, Leccino, Razzo, Pendolino e Maurino - e il loro obiettivo principale è espandere la produzione con molti altri.

"La conservazione della biodiversità non riguarda solo le varietà che utilizziamo per produrre oli extra vergini di oliva ", ha affermato Barachini. "Implica la conservazione del paesaggio e la comunicazione della storia e delle tradizioni di un territorio. Pertanto, promuovere la biodiversità coinvolge la nostra etica e patrimonio culturale. "

A poco più di 700 chilometri a sud della Toscana, i fondatori di Evo Sicilia condividono una visione simile sul ruolo della sostenibilità e della conservazione culturale nella produzione di olio d'oliva.

profili-concorsi-europa-i-migliori-oli-di-oliva-una-più-chiamata-per-produttori-premiati-in-italia-tempi-dell'olio-d'oliva

Foto: Carmen Bonfante e Giusy Gambini

"Siamo molto felici per questo riconoscimento da parte della giuria del NYIOOC”, ha detto Carmen Bonfante dopo ricevere un Silver Award per Abbraccio. "Abbiamo scelto il nostro marchio per il suo significato universale e, con questo chiaro messaggio di apertura, siamo pronti a varcare i confini italiani».

A Campobello di Mazara, nella Sicilia occidentale, circa 1,000 ulivi, alcuni dei quali secolari, si estendono su cinque ettari di terreno nel Parco Archeologico di Selinunte.

L'oliveto si trova nella zona delle Cave di Cusa – antica cava di pietra che fornì il materiale per la costruzione dell'acropoli del paese – dove gli alberi di Nocellara del Belice, affiancati da alcuni Biancolilla usati come impollinatori, prosperano e danno vita al Sicilia IGP monovarietale.

"Il premio è stata una bellissima sorpresa", ha dichiarato la co-fondatrice Giusy Gambini. "La nostra società è stata costituita di recente, nel 2019, e abbiamo subito dovuto fare i conti con il Pandemia di covid-19, ma non ci siamo persi di coraggio, anzi, abbiamo dato il massimo per ottenere un buon prodotto”.

Lo scorso anno i due imprenditori hanno donato parte del proventi delle vendite di Embrace alla Protezione Civile a supporto delle strutture sanitarie nazionali.

Oltre ad avere un impatto positivo sulla comunità, i produttori di Evo Sicily fanno del loro meglio anche per proteggere l'ambiente.

"Siamo consapevoli che il nostro lavoro può avere un impatto sull'ambiente”, ha affermato Bonfante. "Per noi è stato quindi naturale puntare sulla sostenibilità e recentemente abbiamo ottenuto la certificazione Friends of the Earth per il metodo sostenibile che applichiamo lungo tutta la filiera produttiva, dalla raccolta al confezionamento”.

"Il nostro obiettivo è ottenere un buon prodotto ma anche assicurarci che le generazioni dei nostri figli possano beneficiare del nostro lavoro e godere di un pianeta sano", ha aggiunto.

Situato appena a sud della Toscana, nella regione Lazio, la conservazione dell'ambiente è anche al centro di Alessandra Nicolai, che ha vinto un Gold Award per il suo A1980.

profili-concorsi-europa-i-migliori-oli-di-oliva-una-più-chiamata-per-produttori-premiati-in-italia-tempi-dell'olio-d'oliva

Foto: Alessandra Nicolai

"È stata una grande emozione ricevere questo riconoscimento, che ci permette di comunicare la nostra qualità a livello internazionale”, ha affermato Nicolai, che solo pochi anni fa ha preso le redini dell'azienda agricola di famiglia.

A Montefiascone, sulla sponda sud-orientale del Lago di Bolsena, gestisce un'azienda biologica con l'aiuto del marito, Marco Crisostomi.

"Mio padre, Valerio, che ora ci affianca nella gestione del boschetto, ha deciso di convertirsi a coltivazione biologica 20 anni fa", ha detto. "Aveva un approccio lungimirante, e ora condividevo la sua visione delle buone pratiche agricole e del rispetto per la nostra terra”.

Prima di diventare agricoltore, Nicolai lavorava in un ufficio, ma un giorno sentì il desiderio di tornare alla natura e dedicarsi agli ulivi piantati dai nonni.

"È stata la scelta migliore che potessi fare", ha detto. "Vivo nella terra dove crescono i miei raccolti e sono il primo consumatore dei miei prodotti. Quindi, ogni giorno, vivo l'esperienza che i prodotti sani possono venire solo da una terra sana".

Composto da 900 piante di Leccino, Moraiolo, Frantoio, Caninese e Pendolino, l'oliveto di Nicolai si estende su cinque ettari, che hanno mantenuto l'originario sesto d'impianto estensivo.

Dopo le storiche gelate del secolo scorso, questa sistemazione ha permesso di piantare nuovi alberi, mantenendo una distanza di sei metri per sei metri e otto metri per 10 metri tra loro.

Al centro del frutteto, una terrazza panoramica sul lago è dedicata alla degustazione e all'ospitalità.

"In effetti, il nostro obiettivo è diffondere la cultura dell'olio extra vergine di oliva di alta qualità ", ha concluso Nicolai.

Ad Impruneta, vicino a Firenze, Fattoria di Triboli è stata fondata nel 2018 da un gruppo di professionisti con competenze diverse che hanno collaborato con il "scopo è quello di contribuire a una società più responsabile”.

profili-concorsi-europa-i-migliori-oli-di-oliva-una-più-chiamata-per-produttori-premiati-in-italia-tempi-dell'olio-d'oliva

Foto: Fattoria di Triboli

L'oliveto di 15 ettari a conduzione biologica è il cuore della loro proprietà di 100 ettari, che comprende anche un'ampia area boschiva e un lago.

"Questo è un bellissimo riconoscimento che ci spinge a fare ancora meglio”, ha dichiarato Luigi Viscardi, amministratore delegato dell'azienda, dopo ricevere un Gold Award per un blend di olive Frantoio, Moraiolo, Leccino e Pendolino.

"Desideriamo migliorarci costantemente e raggiungere l'eccellenza in ogni aspetto della nostra attività", ha aggiunto.

Questo approccio di ampio respiro si basa su un forte impegno nella ricerca e negli studi scientifici e nelle collaborazioni con le istituzioni.

"Insieme al Blekinge Institute of Technology in Svezia, abbiamo sviluppato un piano strategico per raggiungere la sostenibilità ambientale, sociale ed economica per la nostra azienda agricola", ha affermato Viscardi.

Lui e il suo team prestano attenzione alla compatibilità ambientale dell'intera filiera produttiva, a partire dall'adozione di pratiche di agricoltura rigenerativa, finalizzate a migliorare la salute e la vitalità del suolo, all'utilizzo di bottiglie in acciaio inox completamente riciclabili.

"Sentiamo una grande responsabilità per la nostra terra e siamo concentrati sul miglioramento della sua biodiversità", ha detto Viscardi, sottolineando che stanno reintroducendo olivi autoctoni e raramente coltivati, come la varietà Madonna dell'Impruneta.

I terreni argillosi della regione collinare toscana consentono lo sviluppo ideale di 4,800 olivi, di cui 1,100 impiantati negli ultimi due anni.

"Con l'obiettivo di produrre alta qualità, puntiamo ad aggiungere terreni ed espandere la nostra produzione con varietà di olive autoctone toscane ", ha affermato Viscardi. "Questo è un lavoro impegnativo, ma ci dà grandi soddisfazioni che ci spingono a continuare con un focus costante sui nostri obiettivi di sostenibilità”.


pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti