Oliveti a Creta

Il primo concorso di olio d'oliva cretese si è svolto nel laboratorio di valutazione organolettica presso l'Unione delle cooperative agricole a Rethymno, Creta, in Grecia, a marzo 21-22, 2015. Questa competizione, che è riuscita ad attrarre molti più partecipanti del previsto, ha cercato di promuovere marchi di alta qualità dell'olio di oliva cretese e le caratteristiche organolettiche speciali dei migliori oli d'oliva cretesi, per migliorare la loro posizione nei mercati locali e globali, e per aggiornare il qualità generale degli oli di Creta sviluppando le competenze dei partecipanti.

Il governatore di Creta Stavros Arnaoutakis ha consegnato il Golden ELEA Award a Georgios Valirakis di Kardiafood a Rethymno per il suo Kardiafood Extra Virgin Olive Oil (EVOO), l'unico olio delle olive Tsounati a classificarsi tra i primi dieci in questa competizione. Il governatore ha consegnato il Silver ELEA Award a Emmanouil Karpadakis di Terra Creta a Chania per Terra Creta Estate DOP Kolymvari EVOO, da olive Koroneiki (anche la fonte di tutti gli altri oli dei vincitori). Terra Creta ha inoltre ricevuto il Bronze ELEA Award per Terra Creta Platinum 0.2 EVOO.

È stata inoltre riconosciuta l'eccellenza del resto dei dieci migliori oli d'oliva della competizione, tutti provenienti da olive Koroneiki, in quanto classificati in questo ordine: 4. Creta Gold DOP Kolymvari EVOO di Kreta Food Ltd. a Chania; 5. Minoan Elea EVOO di Minoan Elea a Heraklion; 6. Sitia 0.3 EVOO di Nikolaos Ailamanakis a Sitia; 7. Apollonia DOP Kolymvari EVOO di Apollonia Cretan Products a Chania; 8. Vienna EVOO dalla cooperativa di Viannos a Heraklion; 9. Kardia EVOO di Kardiafood in Rethymno; 10. Miterra EVOO di Minoan Gaia PC a Heraklion. Alcuni dei partecipanti al concorso parteciperanno anche al Concorso internazionale dell'olio d'oliva di New York il prossimo mese, insieme agli oli d'oliva 700 fino ai paesi 25.

Emmanouil Karpadakis di Terra Creta, Georgios Valirakis di Kardiafood, il governatore di Creta, Stavros Arnautakis e coordinatore della competizione, Eleftheria Germanaki

Sessantanove campioni standardizzati delle principali società di imbottigliamento di Creta sono stati forniti dalla stagione 2014-15. Questi campioni sono stati valutati da una giuria composta da dieci giudici esperti chimici, agricoltori e ingegneri chimici di Creta, membri di gruppi accreditati che hanno prestato servizio come giudici nelle competizioni nazionali e internazionali di olio d'oliva.

I campioni sono stati valutati in base alla qualità delle loro caratteristiche organolettiche, utilizzando gli stessi criteri del concorso Mario Solinas organizzato dal Consiglio oleicolo internazionale (CIO). Il capo della giuria era il rappresentante della Grecia presso il CIO, Effie Christopoulou, un chimico e acclamato supervisore e istruttore del pannello riconosciuto dal CIO per la sua esperienza in test chimici e organolettici.

La coordinatrice del concorso, Eleftheria Germanaki, eminente esperto di olio d'oliva e direttrice del laboratorio dell'Unione delle cooperative agricole di Rethymno, ha sottolineato l'importanza dei produttori e degli imbottigliatori che espandono le loro conoscenze al fine di migliorare ulteriormente la qualità del loro prodotto finale, imbottigliato e marchio di olio d'oliva - un miglioramento facilitato dalle interazioni tra giudici e partecipanti lo scorso fine settimana.

Creta produce circa 100,000 tonnellate di high-quality olive oil di due varietà principali, Koroneiki, la varietà più comune dell'isola, e il Tsounati, coltivato ad altitudini più elevate a Creta. La maggior parte degli oli d'oliva presentati alla competizione erano sia Koroneiki monovarietali sia Tsounati monovarietali.

La signora Germanaki e gli altri organizzatori della competizione sperano che il Concorso Cretan Olive Oil aiuterà sia i greci che il resto del mondo a riconoscere il valore delle qualità uniche dell'olio di oliva cretese, così che più di questo olio sarà imbottigliato e marchiato l'isola per l'esportazione, piuttosto che essere venduta alla rinfusa ad un prezzo inferiore e mescolata con vari oli che ne camuffano le qualità superiori.

Oggi, l'economia greca ha bisogno del tipo di spinta che il riconoscimento del valore delle proprie marche di olio d'oliva, compreso il petrolio imbottigliato qui a Creta, potrebbe portare. Il concorso Cretan Olive Oil mira a sottolineare l'importanza di concentrarsi sulla qualità e sul marketing qui a Creta e, più in generale, in Grecia, così gli oli d'oliva greci possono iniziare a ottenere più del riconoscimento che meritano.

Questo concorso è stato degno di nota per il modo in cui numerose organizzazioni che si occupano di olio d'oliva cretese hanno collaborato con il partenariato agroalimentare di Creta e con la regione di Creta nel suo sostegno: l'Associazione dei Comuni delle Olive di Creta (SEDYK), la rete petrolifera cretese , l'Associazione degli esportatori di Creta (SEK), il laboratorio di valutazione organolettica dell'Unione delle cooperative agricole di Rethymno, l'Associazione dei produttori di etichette di olio d'oliva di Creta (SYTEK) e l'Istituto di [l'] ulivo e le piante subtropicali di La Canea era tutti sponsor della competizione.

Se continua, tale cooperazione tra diverse organizzazioni potrebbe contribuire a migliorare la posizione dell'olio di oliva greco nel mercato globale, dove potrebbe svolgere un ruolo molto più significativo nell'accoglienza di varie popolazioni della celebre dieta mediterranea (o cretese).



Altri articoli su: , ,