Patrick J. Donnelly, amministratore delegato della American Oil Chemists 'Society, ha parlato al gruppo nel corso della sua riunione annuale a Montreal in aprile 28, 2013.

L'104-May 28, 1 presso il Palais des congrès di Montréal, in Canada, ha visto la 2013th American Acheum Society Aists (AOCS) Annual Meeting & Expo con 1500. L'ambito dell'incontro annuale è ampio: ci sono state oltre le presentazioni 500 su tutte le aree di grassi e oli, che riflettono l'ampia gamma di attività di AOCS, ma l'olio d'oliva sta attirando crescente attenzione in questa comunità scientifica.

AOCS ripercorre la sua storia su 1909 e l'industria dei semi di cotone, e ha sempre avuto al centro lo sviluppo e la valutazione dei metodi analitici per gli oli. È cresciuto dalle sue radici statunitensi per diventare un'organizzazione internazionale, con membri e affiliati in tutto il mondo. Uno dei servizi essenziali di AOCS è il programma di test di competenza per i laboratori che invia periodicamente campioni di olio ai laboratori partecipanti in tutto il mondo per l'analisi. AOCS valuta quindi i risultati, confrontandoli con i valori noti dei campioni e fornisce feedback al laboratorio. Solo quando un laboratorio esegue costantemente con precisione e precisione questi test può ottenere l'accreditamento AOCS.

In 2012, AOCS ha lanciato la sua serie di test di competenza del pannello sensoriale dell'olio d'oliva in risposta alla domanda mondiale di pannelli sensoriali più esperti e competenti per valutare la qualità dell'olio di oliva. Il International Olive Council (IOC) il programma di riconoscimento del pannello sensoriale è disponibile solo per un gruppo limitato di pannelli, in particolare quelli affiliati ad un'agenzia governativa. Dal momento che ci sono molti pannelli collegati a laboratori privati, istituti e aziende che non sono idonei per il riconoscimento IOC, AOCS è intervenuta con il suo programma di test di competenza del pannello di olio d'oliva aperto a tutti i pannelli di olio di oliva conformi.

Un aggiornamento sul programma di test di competenza sensoriale era un argomento in uno degli incontri di olio d'oliva. I rappresentanti dei panel partecipanti negli Stati Uniti e altrove hanno esaminato un riepilogo anonimo dei risultati dei due cicli di campioni valutati fino ad oggi e hanno avuto l'opportunità di fornire un feedback. La serie 2013 includerà il doppio del numero di campioni, quattro round di quattro campioni ciascuno.

Il più grande evento sull'olio d'oliva è stato l'incontro 5th del gruppo di esperti AOCS sull'olio di oliva presieduto da Richard Cantrill, Chief Science Officer e direttore tecnico di AOCS. C'erano aggiornamenti sui progressi di olive oil standards Intorno al mondo. Paul Miller della Australian Olive Association - che ha sostenuto la formazione del panel di esperti di olio d'oliva - ha riferito che il Australian standard adopted in 2011 stava finalmente ottenendo una certa trazione con i rivenditori e i marchi nazionali e importati in Australia che lo utilizzano come punto di qualità nel loro marketing. Anche il Sudafrica sta facendo progressi nell'adozione di uno standard simile a quello in Australia.

Miller ha accreditato il lavoro fondamentale nel Nord Europa, dove i parametri di qualità vengono utilizzati dai rivenditori al dettaglio per monitorare la qualità dell'olio d'oliva nel tempo. Ha inoltre illustrato gli sforzi in corso in Italia per adottare uno standard governativo per un livello di alta qualità extra virgin. Ci sono sforzi in corso in Turchia e Israele per sviluppare nuovi standard. A parte, Miller ha menzionato le sfide presentate dalla Cina come mercato di esportazione, dove a volte sono richiesti risultati di prova per cose inaspettate come l'aflatossina.

Il sito USDA Quality Monitoring Program (QMP) è stato ampliato per includere l'olio d'oliva in aprile 2012. Alla riunione del gruppo di esperti, l'aggiornamento del QMP ha rivelato che il programma ha ancora una sola società partecipante, Pompeian olive oil. Il rappresentante di un produttore nazionale di olio d'oliva ha commentato questo fatto, affermando che la sua azienda ha studiato il programma ma non è stato possibile a causa degli oneri imposti dal protocollo di test.

Un aggiornamento da Dan Flynn della UC Davis Olive Center ha informato il gruppo sul lavoro dell'anno scorso. Un sondaggio di foodservice olive oils A settembre 2012 è stato pubblicato il seguito delle relazioni dell'UCD sugli oli d'oliva dei supermercati. I risultati di quindici extra virgin e otto campioni di olio di oliva provenienti da un importante fornitore di servizi alimentari, hanno trovato un campione adulterato di colza per categoria e un test di qualità e sensoriale globale ha rilevato che la percentuale di 60 dei campioni non è stata classificata. C'era anche menzione di test su California olive oils per conoscere la chimica naturale del petrolio (profili di acidi grassi, ecc.) e la ricerca in corso per correlare i marcatori chimici con la percezione sensoriale della rancidità.

In una discussione sui metodi di test, Claudia Guillaume of Modern Olives ha parlato del suo lavoro per molti anni pyropheophytin (PPP) and diacylglycerol (DAG) tests. Ha conservato campioni di oli di oliva sin da 2010 e li sta testando periodicamente per tracciare la propria chimica man mano che invecchiano oltre il loro Best Before Date (BBD). Ha riferito che le sue scoperte sono molto coerenti: il PPP aumenta a 6-8% all'anno ei DAG declinano a 20-25 per cento. La relazione tra questi indici e gli acidi grassi liberi (FFA) e ultravioletti (UV) fornisce molte informazioni sulla storia di un olio: la sua qualità quando è stata prodotta e come è stata trattata da allora, ha detto. Guillaume ha anche descritto la metodologia che utilizza per determinare un BBD tecnicamente valido, incorporando i test DAG, PPP, UV, FFA e Rancimat.

Le sfide per l'olio d'oliva nella catena di approvvigionamento sono state un tema importante. Un nuovo standard per i liner flexitank è in fase di sviluppo con un focus sull'integrità fisica delle borse. L'input del gruppo su questo argomento è stato notato da John Hancock, rappresentante della Federazione delle associazioni di oli e semi (FOSFA), un organismo internazionale che si occupa del commercio mondiale di grassi e oli. Permeabilità all'ossigeno, lisciviazione e assorbanza sono stati tutti suggeriti dai membri del panel come questioni importanti per i contenitori di olio d'oliva. È stato anche menzionato il bisogno di riciclaggio, come modo per prevenire il riutilizzo delle navi.

Nella riunione del comitato di esperti e in una successiva riunione dei partecipanti allo studio, è stato effettuato un aggiornamento su uno studio condotto da AOCS sugli effetti dell'invecchiamento sull'olio d'oliva. Lo studio sta guardando i cambiamenti nella chimica e sensory properties of olive oil nel tempo, utilizzando sia test e metodi standard, sia il "più recente e più grande" nella tecnologia degli strumenti. L'argomento principale della conversazione è stato il miglioramento e l'espansione del progetto per il prossimo anno, con particolare attenzione all'idea di uno "stress test" facoltativo dei campioni per ulteriori informazioni. Verrà enumerato un protocollo per accelerare l'invecchiamento dei campioni in modo che laboratori e pannelli che potrebbero voler andare oltre con i loro test per misurare gli effetti di degradazione accelerata nel petrolio.

Oltre al focus del gruppo di esperti sull'olio di oliva e alle riunioni dei partecipanti allo studio, l'olio d'oliva è stato l'argomento di un certo numero di poster presentati all'incontro. Progetti su test più rapidi per PPP, temperature di stoccaggio dell'olio di oliva, caratterizzazione geografica di origine e health effects of olive oil sulle donne con diabete sono state presentate durante la sessione poster. C'è stato anche un segmento durante la sessione Rancidity and Antioxidant Assessment sull'interpretazione della qualità sensoriale dell'olio d'oliva vergine utilizzando marcatori volatili. DL García González di Siviglia, in Spagna, ha presentato il suo lavoro sull'attività cerebrale di persone che odorano vari composti volatili. La natura complicata di trarre conclusioni sull'affidabilità dell'analisi volatile per rilevare i difetti era evidente, a causa delle complesse relazioni nella nostra percezione sensoriale degli effetti competitivi degli odori, ad esempio, che rendono difficile sapere da un'analisi meccanica dei volatili quale la percezione sensoriale finale sarà "È necessario un ulteriore lavoro sulle interazioni volatili", ha detto González, "siamo lontani dal sostituire i pannelli sensoriali".

L'amministratore delegato di AOCS, Pat Donnelly, ha condiviso le sue opinioni sull'olio d'oliva. "Dal momento che l'olio d'oliva non è il mio background, sto arrivando a questo dal punto di vista di un consumatore. Sto imparando cosa c'è dietro i problemi della produzione e della supply chain e gli standard di qualità ", ha detto. "Il pubblico dei consumatori non capisce tutto questo."

Alla domanda sul ruolo di AOCS nel olive oil industryDonnelly ha dichiarato: "Possiamo far progredire la scienza e la tecnologia, lo sviluppo degli standard, come abbiamo in tutti i settori in cui siamo coinvolti. Quindi speriamo che i consumatori e le entità governative utilizzeranno le informazioni per prendere decisioni informate. "Come diceva Donnelly," ci occupiamo della scienza ".


Altri articoli su: , , , , , ,