L'associazione italiana di donne imprenditrici e produttori di olio d'oliva, Pandolea ha annunciato la seconda edizione di un concorso letterario internazionale Ranieri Filo della Torre basato sul tema dell'olio d'oliva e dell'albero di ulivo.

Questa è un'opportunità per creare e diffondere cultura, con l'obiettivo ambizioso di riscoprire i valori nascosti del mondo dell'olivicoltura.- Loriana Abbruzzetti, Pandolea

Dopo il successo della prima edizione, l'associazione ha organizzato un ricco programma, culminato in una cerimonia di premiazione che si terrà a febbraio 2, 2018, presso la sede della Confederazione italiana degli agricoltori a Roma.

L'evento ha il supporto del Italian National Academy of the Olive and Olive Oil, che è tra le più autorevoli istituzioni italiane nel settore. Presieduto da Riccardo Gucci, promuove ricerche e dibattiti sui principali temi relativi all'olivo e ai suoi prodotti.

"Il concorso è dedicato a Ranieri Filo della Torre, una figura importante per l'olio d'oliva italiano", ha detto la presidente di Pandolea, Loriana Abbruzzetti. "Questa è un'opportunità per creare e diffondere cultura, con l'obiettivo ambizioso di riscoprire i valori nascosti del mondo olivicolo, i suoi rituali e leggende, storie antiche e canzoni che parlano di eroi e briganti, ma anche di solidarietà".

Questa occasione di riflessione e creatività che va oltre le pratiche produttive e la valorizzazione dei prodotti, nasce dalle espressioni artistiche amate da Della Torre, nata in 1951 da una famiglia nobile. "Ma l'inconfondibile nobiltà che possedeva era quella racchiusa nella sua anima", mi hanno detto gli organizzatori della competizione.

Marida Iacona della Motta Filo della Torre e Loriana Abbruzzetti

Ranieri Filo della Torre è stato membro dell'Accademia nazionale dell'olio d'oliva e d'oliva, ha lavorato come giornalista con prestigiose riviste italiane del settore e ha collaborato con diverse pubblicazioni sulla coltivazione dell'olivo. Sposato con Marida Iacona, ceramista e pittrice, hanno due figli, Roberto e Carmen.

Da quando 1999 è stato direttore generale di Unaprol e questo lo ha portato ad affrontare i problemi e le speranze degli olivicoltori con passione e competenza. "Ranieri è stato in grado di entrare in empatia con gli altri e ha cercato di capire i sentimenti, le passioni e le angosce dei suoi interlocutori, amici e conoscenti, con semplicità e lealtà, senza motivi nascosti", ha osservato Abbruzzetti.

Umanità, saggezza, gentilezza e risolutezza ma soprattutto l'umiltà lo caratterizzano. Quando a sessant'anni, in 2011, morì di leucemia, la sua perdita lasciò un enorme vuoto. "Vogliamo celebrare i suoi talenti professionali e umani attraverso le sue passioni", ha sottolineato Abbruzzetti. "Inoltre, stava progettando un evento per celebrare forme di espressione artistica e letteraria e per divulgare la cultura".

Letteratura, storia, comunicazione e scienza sono le tre sezioni in cui è organizzata la competizione. Corrado Calabro 'è il presidente della giuria che valuterà le opere tra cui Elia Fiorillo, Loriana Abbruzzetti, Maria Cristina Valeri, Ilenia Gradante, Maria Rosa Patti, Antonio Ragone, Alessandra Felli, Gabriella Rossitto, Sergio De Angelis, Sergio Belfiore, Erberto Accinni , Stefano Colonna e Andrea Tomasini.

"L'olio d'oliva, nutrizione della Madre Terra" è il tema della sezione letteraria, coordinato dalla scrittrice Vera Ambra. Le migliori opere saranno raccolte in un'antologia pubblicata dall'Associazione Akkuaria.

Il vincitore della sezione storia e comunicazione, promossa dall'Associazione Vita Romana e curata dall'archeologa Maria Rosa Patti, sarà pubblicata nel Bollettino Telematico dell'Arte BTA, appartenente al dipartimento di storia dell'arte dell'Università La Sapienza di Roma.

La sezione scientifica, promossa dalla National Academy of Olive Tree e Olive Oil, è presieduta dal suo presidente Riccardo Gucci. Coordinato dal ricercatore Sonia Esposto, è destinato agli studiosi che hanno preparato tesi di laurea o di dottorato riguardanti la biologia e la coltivazione dell'ulivo, la produzione dell'olio d'oliva e dei suoi sottoprodotti e la conservazione e la valorizzazione dei prodotti olivicoli.

Premi speciali andranno alle persone che hanno dato un contributo significativo alle attività dell'Associazione Pandolea.

Funziona, incluso il registration form, deve essere inviato entro ottobre 30, 2017.



Altri articoli su: