Anno record per i produttori francesi a World Olive Oil Competition

I produttori del sud della Francia e della Corsica hanno ottenuto un numero record di premi nonostante un anno di raccolta difficile dall'inizio alla fine.
Maison Bremond
Giu. 21, 2021
Jasmina Nevada

Notizie recenti

Parte della nostra continuazione copertura speciale di 2021 NYIOOC World Olive Oil Competition.


I produttori francesi hanno ottenuto un record di 17 premi al 2021 NYIOOC World Olive Oil Competition, raddoppiando il precedente record di otto dal 2020.

I produttori di tutto il sud della Francia e della Corsica si sono uniti per vincere un totale di nove Gold e otto Silver Awards su 31 partecipanti.

Ci sforziamo di far conoscere le varietà di olive francesi meglio a livello internazionale e di vincere l'oro per la Francia al NYIOOC è, quindi, una doppia gioia.- Louisa Sherman, proprietaria, Domaine de Gerbaud

I produttori francesi avevano un anno impegnativo nel 2020 con le battute d'arresto dovute a un gelo di tarda primavera che ha danneggiato gli ulivi in ​​tutto il sud del paese e la tempesta Alex che ostacola il raccolto in ottobre.

I Pandemia di covid-19 ha portato ulteriori sfide ai produttori, danneggiando le vendite per alcuni e smorzando la domanda di olio d'oliva dal settore dell'ospitalità.

Vedi anche: I migliori oli d'oliva dalla Francia

Tra i produttori francesi vincitori c'era Louisa Sherman, proprietaria di Domaine de Gerbaud, che si trova ai piedi del massiccio meridionale del Luberon in Provenza.

profili-dei-concorsi-europei-i-migliori-oli-di-oliva-anno-record-mondo-per-i-produttori-francesi-al-concorso-mondiale-dell'olio-d'oliva

Foto: Domaine de Gerbaud

Sherman ha detto che era euforico per vincere un Premio d'Oro per la seconda volta. Ha aggiunto che il raccolto ha prodotto piccoli profitti a causa delle sfide che ha dovuto affrontare nell'ultimo anno, ma la cura e lo sforzo extra hanno pagato dividendi in un modo diverso.

"Le varietà di olivo francesi e le loro caratteristiche non sono molto conosciute dai degustatori internazionali ", ha detto Sherman Olive Oil Times. "Ci sforziamo di far conoscere le varietà di olive francesi meglio a livello internazionale e di vincere l'oro per la Francia al NYIOOC è, quindi, una doppia gioia”.

L'oliveto di Domaine de Gerbaud si trova in uno dei nove francesi Denominazioni di origine protette (DOP), che si concentra sul rapporto tra ambiente, clima e suolo per produrre olio d'oliva in modo sostenibile.

Cinque varietà da un totale di 1,280 ulivi provenzali hanno prodotto un olio extra vergine di oliva unico, che è stato prodotto a mano in ogni fase del processo e si riferisce al suo ambiente originale.

Domaine de Gerbaud ha prodotto 1,200 litri nel 2020 - un terzo della resa del loro miglior raccolto di 3,600 litri - con il tempo che gioca un fattore vitale nella produzione.

Sherman ha affermato che la pioggia durante il periodo di fioritura della scorsa primavera, seguita da un colpo di freddo durante la formazione dei frutti, ha gravemente danneggiato la resa. Ha aggiunto che il piccolo raccolto aggrava anche gli alti costi di produzione in Francia.

Situato leggermente a nord-est nel dipartimento dell'Alta Provenza, Maison Bremond 1830 ha vinto due Gold Awards nel loro secondo anno in competizione nel World Olive Oil Competition.

profili-dei-concorsi-europei-i-migliori-oli-di-oliva-anno-record-mondo-per-i-produttori-francesi-al-concorso-mondiale-dell'olio-d'oliva

Foto: Maison Bremond 1830

L'azienda ha ottenuto il Gold Awards per un paio di Aglandaus monovarietali, i suoi marchi Green Fruity Heritage e Ripe Fruity Heritage.

L'azienda di famiglia raccoglie e spreme manualmente le olive presso il frantoio locale, Moulin du Luberon, e condivide la passione per il terroir con Domaine de Gerbaud, che credono sia confermata nel prodotto finale.

"Siamo enormemente orgogliosi e onorati che entrambi i nostri oli d'oliva abbiano vinto un Gold Award ", ha detto Laetitia Casanova, direttore marketing dell'aziendo olive oil Times. "È un riconoscimento internazionale che premia il lavoro lungo e complesso. È estremamente incoraggiante per noi e per i nostri produttori".

Gli oli di oliva prodotti dalla Maison Bremond si distinguono per il fatto che le olive provengono dallo stesso uliveto, ma vengono raccolte in due date diverse.

Le olive Green Fruity Heritage vengono raccolte per prime nella raccolta anticipata, avvenuta a novembre 2020. Le olive per il Mature Fruity Heritage provengono dalla seconda raccolta, avvenuta a dicembre 2020.

Il risultato sono due varietà di olio contrastanti. Il Green Fruity Heritage è aromatico con note floreali, mentre il Ripe Fruity Heritage ha un fruttato complesso e maturo.

Oltre a produrre il proprio olio d'oliva, Maison Bremond è anche una gastronomia e lavora con diversi produttori. Ciò significa che è difficile definire con precisione la quantità di olio d'oliva che hanno prodotto nel 2020

"In questo momento, è troppo presto per dirlo", ha detto Casanova. "Il tempo quest'anno in primavera è stato abbastanza diverso rispetto all'anno scorso, ma siamo ancora estremamente ottimisti. Non solo il clima ha un impatto sulla produzione di olive, ma abbiamo anche persone con una grande conoscenza, che possono gestire brutte situazioni ... E questa conoscenza è costante. "

Il riconoscimento di questi premi ha lasciato i produttori dietro la Maison Bremond fiduciosi che stanno producendo un marchio di qualità e possono espandere il loro profilo internazionale.

Circa 150 chilometri a est del massiccio del Luberon, appena fuori dalla città costiera di Nizza, i produttori dietro Champsoleil tornati ai loro modi vincenti al 2021 NYIOOC, guadagnando due Gold Awards.

profili-dei-concorsi-europei-i-migliori-oli-di-oliva-anno-record-mondo-per-i-produttori-francesi-al-concorso-mondiale-dell'olio-d'oliva

Foto: Henri Derepas

Champsoleil ha prodotto tra le 30 e le 35 tonnellate di olio extra vergine di oliva nella campagna 2020/21 dai suoi uliveti biologici, che si trovano all'interno della regione DOP Nizza.

Il produttore del sud-est della Francia ha ottenuto i due premi per il suo marchio L'Efemera, una delicata miscela biologica, e il suo marchio Lou Divin Preludi, un delicato Cailletier.

"Dalla nostra prima presentazione al NYIOOC, il nostro Grand Cru, l'Efemèra, ha sempre vinto Gold Awards dal team di esperti", ha detto il proprietario Henri Derepas Olive Oil Times. "Quest'anno è stato un 'doppio colpo', poiché la nostra Cuvée Prestige DOP Nice Lou Divin Préludi ha vinto lo stesso premio”.

Proprio come i suoi colleghi più a ovest, Derepas ha aggiunto che lui e i suoi alberi non sono stati esentati dal clima inclemente che ha colpito il sud della Francia per tutto il 2020, sebbene abbia ammesso di avere una carenatura migliore di molti altri nella regione.

"Tutti noi produttori sappiamo che un anno di successo non è un fiume lungo e tranquillo. Realizzare un'annata di successo a volte sembra come attraversare un mare di ostacoli”, ha detto. "Gelo, grandine, siccità, inondazioni e la tempesta di quest'anno Alex; in 40 anni di duro ma affascinante lavoro abbiamo conosciuto le peggiori condizioni, ma questo non ci ha mai impedito di raggiungere la migliore qualità”.

Di nuovo al confine occidentale della Provenza, nella zona DOP Vallée des Baux-de-Provence, i produttori dietro Moulin de la Coquille hanno festeggiato la loro prima vittoria in assoluto al NYIOOC.

profili-dei-concorsi-europei-i-migliori-oli-di-oliva-anno-record-mondo-per-i-produttori-francesi-al-concorso-mondiale-dell'olio-d'oliva

Foto: Moulin de la Coquille

"Abbiamo iniziato quest'anno vincendo due medaglie d'oro nella nostra regione, ma imparando a vincere al NYIOOC nel nostro primo anno di registrazione è stata una notizia ancora più grande", ha detto la proprietaria Marie-Josée Sirvent Olive Oil Times. "È il completamento di anni di duro lavoro per la nostra piccola azienda familiare”.

Sirvent ha aggiunto che il premio d'oro è stato particolarmente gratificante dopo che i produttori hanno vissuto un anno difficile durante la conversione dei loro alberi in un boschetto biologico.

"Il raccolto 2020/21 è stato impegnativo nella nostra regione a causa della mancanza di olive ", ha affermato. "Rispetto ad altri, siamo stati fortunati ad avere un raccolto abbastanza buono. La nostra sfida era mantenere le olive sugli alberi in buono stato, senza usare pesticidi".

Mentre la maggior parte dei francesi NYIOOC i vincitori sono provenzali, anche un produttore corso ha festeggiato la sua prima vittoria al Concorso Mondiale.

profili-dei-concorsi-europei-i-migliori-oli-di-oliva-anno-record-mondo-per-i-produttori-francesi-al-concorso-mondiale-dell'olio-d'oliva

Foto: Domaine Petricajola

Domaine Petricajola ha guadagnato il suo Gold Award per un Frantoio biologico medio.

"Siamo felici e orgogliosi di aver vinto al NYIOOC al nostro primo tentativo", ha detto il proprietario Félicien Luciani Olive Oil Times. "Questo premio è la consacrazione di 15 anni di lavoro, cercando sempre di ottenere il miglior olio possibile senza rinunciare alla qualità e prestando una costante attenzione ai dettagli”.

Luciani ha detto che ogni anno porta le sue sfide per gli agricoltori biologici, con il 2020 che non fa eccezione. Tuttavia, ha propagandato la sua capacità di adattarsi a questi cambiamenti come responsabile dell'ambiente e il suo segreto per il successo.

"Devi adattarti costantemente e sapere come rinnovare le tue tecniche, rispettando sempre la natura e l'olivo ", ha detto.


pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti