Consumo di olio d'oliva degli Stati Uniti

Reimmaginare l'olio d'oliva per i millennial

L'olio d'oliva è stato usato per generazioni, ma due marchi stanno interpretando il cibo per i giovani compratori che cercano di acquistare prodotti semplici e onesti dentro e fuori dalla cucina.

La dieta mediterranea potrebbe salvare miliardi di dollari negli Stati Uniti

Un nuovo studio ha dimostrato il rapporto costo-efficacia della dieta mediterranea.
Rapporto speciale

Il consumo mondiale di olio d'oliva non è aumentato da 2003, anche con 1B Più persone

Innumerevoli studi hanno dimostrato i benefici per la salute dell'olio d'oliva. Perché consumiamo meno oggi rispetto a 14 anni fa?

Semplificare la scienza è l'obiettivo della nuova campagna di marketing degli Stati Uniti

In una conferenza in California, il Consiglio oleicolo internazionale ha presentato il suo piano per tradurre la ricchezza di benefici per la salute comprovati per il crescente consumo dei consumatori.
Olive Oil Times Speciale

È una perfetta tempesta di fermentazione per l'industria dell'olio d'oliva della California?

I venti contrari per il mercato europeo dell'olio d'oliva sembrano promettere bene per la crescente industria californiana.

Le importazioni di olio d'oliva negli Stati Uniti sono in aumento

Le tendenze delle importazioni suggeriscono un cambiamento radicale nel modo in cui l'olio d'oliva raggiunge gli utenti americani e il successo della transizione da parte della Spagna e di altri paesi verso la commercializzazione dei loro marchi nazionali a compratori stranieri.
Rapporto speciale

L'olio d'oliva degli Stati Uniti importa sul ritmo record

Gli Stati Uniti hanno importato tonnellate di olio di oliva 306,844 durante i primi 11 mesi della stagione del raccolto 2015 / 2016 e, per la prima volta, la maggior parte proveniva dalla Spagna che dall'Italia.

La Spagna supera l'Italia come principale esportatore di olio di oliva negli Stati Uniti

Dopo un duro lavoro, le esportazioni spagnole di olio d'oliva negli Stati Uniti hanno superato le esportazioni italiane per il primo semestre. Ma è troppo presto per chiamarlo una tendenza in corso.