Diamantis Pierrakos ha accettato il Gold Award

da NYIOOC Panel Leader Brígida Jiménez Herrera per il suo "Laconiko" Koroneiki di media intensità extra virgin olio d'oliva.

Trentacinque extra virgin gli oli d'oliva della Grecia hanno ottenuto la distinzione "Best in the World" per 2015 al New York International Olive Oil Competition (NYIOOC), una dimostrazione molto più forte rispetto a 2014 e un chiaro segnale che la determinazione dei produttori di olio d'oliva in Grecia sta dando i suoi frutti.

Il ventuno per cento delle voci greche nel più grande e prestigioso concorso mondiale per la qualità dell'olio di oliva è stato assegnato questa volta, con un tasso di successo inferiore rispetto ai paesi produttori rivali Spagna e Italia, ma con un netto miglioramento rispetto allo scorso anno. I Nineteen Gold Awards e gli 16 Silver Awards sono andati agli olii greci.
Guarda anche: The Best Greek Olive Oils for 2015
La Grecia ha presentato più voci (168) nella competizione annuale rispetto a qualsiasi altro paese, un'indicazione che i produttori si stanno impegnando per la qualità e per distinguere i loro marchi sul mercato.

"Vincere al NYIOOC è stato un grande onore per la nostra famiglia ", ha detto Diamantis Pierrakos, che era a New York con suo fratello Dino per accettare il premio per il marchio vincitore del Gold Award, Laconiko. "Essere riconosciuti in questa prestigiosa competizione ci ha dimostrato che il nostro duro lavoro e i sacrifici che abbiamo fatto stanno finalmente dando i loro frutti. Questo distinto riconoscimento è un messaggio che la nostra famiglia, dalla piccola regione di Lakonia, in Grecia, produce uno dei migliori del mondo extra virgin oli d'oliva. "

I produttori greci hanno venduto a lungo i loro oli d'oliva alla rinfusa a produttori stranieri che hanno usato il robusto calcio della maggior parte Koroneiki varietals per sollevare il gusto delle miscele inferiori. Negli ultimi anni, anche nel bel mezzo di una crisi economica straziante, le compagnie petrolifere greche hanno svelato nuovi marchi innovativi, migliorando al tempo stesso la qualità dei loro prodotti.

"La qualità dell'olio d'oliva greco è più alta", ha detto Curtis Cord, NYIOOC Presidente. "Quello che stiamo vedendo ora è l'ascesa dei marchi olandesi di olio d'oliva sul palcoscenico mondiale, uno stadio sul quale appartengono giustamente".

39-22 ha vinto un Gold Award per la sua Koroneiki a media intensità

La forte presenza alla competizione contribuirà a attirare l'attenzione degli acquirenti al dettaglio e dei professionisti del settore alimentare che utilizzano il the best olive oils">NYIOOC non avrai come guida all'acquisto per il prossimo anno.

Una volta sugli scaffali dei negozi, cattureranno sicuramente l'attenzione degli acquirenti: gli oli d'oliva greci illuminano la categoria con alcuni dei più innovativi design di branding e di packaging in circolazione.

Dal momento che gran parte dell'oro liquido della Grecia è rimasto senza nome fino a poco tempo fa, i produttori erano liberi di sviluppare nuove identità da zero. Questi marchi appena coniati sposano una ricca tradizione greca con un design fresco e moderno per creare marchi indimenticabili non ingombrati da convenzioni.

Ora, sembra che i produttori greci si stiano concentrando su ciò che c'è dentro migliorando le condizioni di raccolta e produzione e esercitando il controllo sugli innumerevoli passi sul percorso verso la produzione di un grande olio d'oliva.

"Quando hai passione fai sempre ciò che è necessario, dalla potatura, alla raccolta, all'apprendimento continuo e all'applicazione di diverse abilità e tecniche", ha aggiunto il produttore di Laconiko, Diamantis Pierrakos. "Un po 'di tutto è necessario per rendere uno dei migliori del mondo. Come nella vita, hai bisogno di amore e attenzione per i dettagli precisi. "


Commenti

Altri articoli su: ,