` L'agricoltore canadese riesce con olive e dà alghe di alghe parte del merito - Olive Oil Times

L'agricoltore canadese riesce con le olive e dà alghe alghe un po 'del merito

Marzo 26, 2015
Barbara Adams

Notizie recenti

Per più di un decennio, Waterlea Farm ha coltivato olive nel clima sub-mediterraneo del Canada sud-occidentale. A Pender Island, una delle isole del Golfo del Canada, il proprietario dell'azienda agricola Andrew Butt coltiva 100 ulivi per coltivare la frutta per le olive da tavola e l'obiettivo futuro di produrre e vendere il primo olio extravergine di oliva made in Canada.

L'agricoltore ha piantato i suoi primi ulivi nel 2001 utilizzando varietà ordinate dalla California. Le varietà che attualmente stanno producendo bene per lui sono Frantoio e Leccino. Sta anche sperimentando con Arbequina. Anche le missioni furono inizialmente organizzate e fallirono presto. Tuttavia, Butt ha lasciato alcune delle missioni e il risultato lo ha piacevolmente sorpreso. "Si sono ripresi molto bene dal difficile inizio che hanno avuto ", ha detto. Conferma ancora, tuttavia, che le missioni non sono così resistenti nel suo clima come il Frantoio e il Leccino.

Esistono pochissime località in Canada che potrebbero persino iniziare a soddisfare le crescenti esigenze di buona qualità e elevate quantità di frutta a frutto. Ma Pender Island ha diversi fattori che hanno suggerito a Butt di essere una delle poche migliori scelte nel suo paese. L'isola riceve più giorni di sole estivo e calore rispetto ad altre zone del Canada. I suoi inverni sono freddi ma meno rigidi che altrove nel paese. Sebbene il Canada abbia un deserto che include la città di Osoyoos nella Columbia Britannica, Butt afferma che i suoi inverni sono troppo freddi.

Pender Island, BC

Alle alghe autoctone comuni, le alghe, viene riconosciuto il merito di aver aiutato gli ulivi della fattoria a prosperare, specialmente durante un inverno particolarmente freddo. Pender Island era scesa a meno 12 gradi centigradi per cinque giorni di seguito. Sebbene gli alberi della Waterlea Farm abbiano subito qualche danno da gelo, quando Butt ha tagliato il legno morto in primavera, gli alberi erano carichi di fiori.

"Non hanno subito danni di lunga durata da quell'incantesimo freddo ", ha detto Butt, "anche se allora gli alberi erano piuttosto giovani. ”

Kelp è stato a lungo utilizzato come emendamento del suolo per varie colture, e mentre Butt concorda che le olive non hanno davvero bisogno di fertilizzanti, ritiene che i micro nutrienti nelle alghe abbiano fatto una differenza positiva nella produzione dei suoi ulivi. "Le alghe e (altre) alghe sono ricche di micronutrienti ed elementi minerali ", ha detto Butt. "Aumenta sicuramente la crescita e costruisce la resilienza. "Ha detto che l'ha usato sui suoi alberi una volta all'anno".

Gli altri fattori che aiutano a rafforzare le olive di Pender Island sono la disposizione del boschetto e i metodi di potatura del contadino. Gli ulivi di Waterlea Farm crescono su un pendio sud-occidentale con un buon drenaggio e pieno sole tutto il giorno quando il sole è fuori. Migliora ulteriormente la disponibilità della luce solare dell'isola potando i suoi alberi a forma di vaso aperto. Questo metodo richiede la potatura del ramo principale centrale, che consente a più luce solare di raggiungere attraverso la cima degli alberi.

Finora gli alberi della Waterlea Farm hanno prodotto abbastanza frutti di qualità da consentire all'agricoltore di elaborare dozzine di barattoli di olive nere e verdi. Per ora, li condivide con la famiglia e gli amici in preparazione per acquisire conoscenze e aumentare la produzione per le vendite future. Dichiara che la produzione dei suoi alberi è più coerente ogni anno.

E questa coerenza, secondo i piani di Butt, porterà alla produzione del primo olio extra vergine di oliva del suo paese coltivato e molito in Canada. Poiché è attualmente l'unico a considerare la produzione commerciale di olio d'oliva made in Canada, ha dichiarato che l'acquisto e il funzionamento del frantoio sarebbero stati di sua responsabilità, almeno per la fase iniziale.

Sebbene Butt sarebbe il proprietario del frantoio, si parla vicino alla sua posizione di singoli olivicoltori non commerciali vicini che hanno interesse nei giorni di frantoio comuni. Mentre Waterlea Farm non vende da soli gli ulivi, i tour della fattoria hanno suscitato interesse nella coltivazione di ulivi da altre isole del Golfo e dai proprietari di proprietà dell'area circostante. A 2009, il Saturna Olive Consortium è stato istituito per vendere alberi di ulivo alle isole del Golfo, all'isola di Vancouver e alla terraferma occidentale del Canada. Quindi la frutta dell'olivo che cresce nel sud-ovest del Canada si sta facendo strada anche nel settore non commerciale.

Il movimento alimentare locale è visto come l'alimentazione di un mercato ampio e favorevole per i prodotti olivicoli canadesi di Waterlea Farm. I consumatori individuali e gli chef urbani professionisti che abbracciano il movimento buy-local sono stati notati come clienti potenzialmente desiderosi e affidabili.



Related News

Feedback / suggerimenti