`Rising Star vede un grande potenziale per l'olio d'oliva - Olive Oil Times

L'astro nascente ha un grande potenziale per l'olio d'oliva

Gennaio 5, 2014
Julie Butler

Notizie recenti

Lo chef stellato David Muñoz, tre stelle Michelin di Madrid, noto per il suo cibo fusion asiatico-iberico altamente inventivo, classifica l'olio d'oliva come ingrediente gastronomico con il futuro più promettente.

Il più giovane spagnolo a vincere la prima classifica Michelin, Muñoz, solo 33 anni, crede che l'olio d'oliva non solo stabilirà un punto d'appoggio più solido in Nord America, ma decollerà nel sud-est asiatico, dove ha viaggiato molto e continua a trovare ispirazione.

Muñoz ha detto Olive Oil Times che il piatto mediterraneo è indispensabile nel suo ristorante Diverxo, che ha appena stabilito un record spagnolo passando da una a tre stelle in soli quattro anni.

Diverxo ha tenuto la sua prima stella Michelin nella guida 2010, due nell'edizione 2012, e ne includerà tre nella guida 2014 - l'unico ristorante della capitale spagnola a farlo e ora uno dei soli otto ristoranti stellati 3 in Spagna.

Riconoscimento Michelin per "cucina fusion altamente creativa ”

Secondo la guida, Diverxo "rompe con tradizioni consolidate ”e offre i suoi menu di degustazione "cucina fusion altamente creativa con influenze asiatiche. ”

Annunciando i dettagli della guida 2014 della Spagna e del Portogallo a novembre, il direttore internazionale delle guide Michelin Michael Ellis ha descritto Muñoz come una stella nascente il cui "creatività eccezionale ”ha prodotto trame, sapori e aromi che sorprendono e stupiscono.

L'atmosfera nel ristorante è come lo chef stesso, "all'avanguardia, iconoclasta e totalmente inaspettata ", ha detto Ellis.

Chipiron Kimchie con fragole e gnocchi di anatra.

L'olio d'oliva esalta i sapori asiatici

Muñoz ha affermato di non avere problemi a combinare i sapori della cucina asiatica con ingredienti iberici come l'olio d'oliva.

"Il cibo e l'olio d'oliva del sud-est asiatico sono completamente compatibili. Ad esempio, i sapori del sud-est asiatico sono pungenti, dolci, speziati e amari e l'olio d'oliva li completa bene perché può anche avere questi attributi ”.

"Una spruzzata di olio d'oliva su un'insalata thailandese o vietnamita è incredibilmente buona ", ha detto.

Succo di kimchi "spettacolare ”con olio d'oliva

Ma la combinazione che più lo ha sorpreso ed è ora uno dei suoi preferiti è quella di olio d'oliva e succo di Kimchi.

Muñoz prepara un'emulsione in parti uguali del succo del kimchi di base coreano - un prodotto della fermentazione del cavolo cinese - e dell'olio d'oliva, che viene poi servito con fragole, sarde e yogurt.

"Il succo di kimchi è molto gustoso, un po 'piccante e acido, e se mescolato con olio d'oliva è spettacolare ", ha detto Muñoz.

Kimchi e olio d'oliva hanno la reputazione di supercibi a causa dei loro vari benefici per la salute, ma la ragione per cui l'olio d'oliva è l'olio più usato nella cucina di Muñoz è "il suo gusto e la sua versatilità ", ha detto.

L'olio d'oliva il più versatile

Mentre usa altri oli vegetali a seconda del piatto che si sta preparando, "nessuno ha tante possibilità quanto l'olio d'oliva. "

"Quello che di gran lunga usiamo di più è l'olio d'oliva. Per noi è il mezzo migliore per cucinare, per soffriggere e per finire un piatto ".

"Usiamo diversi tipi e gradi di olio d'oliva. Abbiamo Hojiblanca, Arbequina, Picual, Ocal e varie altre varietà. "

"Cerchiamo di trovare ciò che si adatta perfettamente al gusto che vogliamo ottenere con il piatto. A volte un Picual, ad esempio, potrebbe essere troppo intenso, quindi usiamo un fruttato Arbequina. "

Nel caso del suo bacalao fritto capovolto (baccalà essiccato) - su cui viene versato olio d'oliva sfrigolante - un mix di Hojiblanca e Picual ha funzionato meglio.

Ma non usa l'olio d'oliva a casa. "Perché non mangio mai a casa. "

Previste le sedi di Londra e New York

Muñoz non ha perso una sola seduta da quando Diverxo ha aperto sei anni fa e gestisce anche un piccolo bar, Streetxo, in una sala ristorazione di Madrid.

Streetxo è in stile sulle bancarelle di cibo asiatiche ed è il marchio che Muñoz intende esportare, a partire dall'apertura di un locale con lo stesso nome in Old Burlington Street, a Mayfair di Londra, a maggio, e un altro a New York entro un anno.

Il London Streetxo condividerà il concetto del suo omonimo Madrid ma godrà di un "ambientazione più spettacolare ".

"Sarà come atterrare in una strada a Bangkok ", ha detto Muñoz, che prevede di trascorrere dal martedì al sabato a Madrid e dalla domenica al lunedì a Londra, dove afferma che l'olio d'oliva continuerà ad essere un alleato indispensabile.


Related News

Feedback / suggerimenti