Event Celebrating New Oils Ritorna a Parigi per la quarta edizione

Produttori, chef e appassionati di olio d'oliva si preparano a riunirsi a Parigi per assaggiare e giudicare alcuni dei migliori oli del raccolto precoce dell'anno.

Ottobre 29, 2018
Di Daniel Dawson

Notizie recenti

L'Olio Nuovo Days tornerà a Parigi questo gennaio per la sua quarta edizione. I produttori di tutto il mondo invieranno i loro campioni di olio nuovo al fondatore dell'evento annuale, Emmanuelle Déchelette.

Vogliamo che ogni parigino sia in grado di assaggiare l'olio d'oliva fresco.- Emmanuelle Déchelette, Olio Nuovo Days

"Ho ricevuto l'olio nuovo all'inizio di questa settimana e sono molto emozionato ", ha detto Déchelette Olive Oil Times. Olio nuovo proviene dalla primissima raccolta delle olive della stagione ed è non filtrato e non indurito. Questi oli tendono ad essere i più freschi della stagione, ma hanno anche una durata di conservazione più breve poiché non sono filtrati.

Déchelette e il suo team selezioneranno trenta campioni e inviteranno i loro produttori a partecipare e competere nell'evento.

"Non posso avere più di trenta oli d'oliva perché ho a che fare con 30 ristoranti, il che è molto ", ha detto.

Ogni produttore avrà il suo olio in un piatto cucinato da uno chef professionista in un ristorante parigino di alto livello.

pubblicità

"Scelgo solo ristoranti eleganti perché è importante per i produttori ", ha dichiarato Déchelette. "Vogliono avere chef con abilità speciali, chef stellati Michelin, come [Julien Dumas di] Lucas Carton. Tutti questi chef hanno specialità, quindi quando questo tipo di persone sceglie un olio d'oliva, significa qualcosa ".

Per Déchelette, questa fase dell'evento è vantaggiosa sia per i produttori che per i cuochi. Considera in particolare ciò come un'opportunità per insegnare ai cuochi francesi come utilizzare meglio gli oli di oliva nei loro piatti.

"Il problema principale con gli chef [qui] è che non sono formati sull'olio d'oliva ", ha detto. "Usavano l'olio d'oliva molto piatto e ora ho iniziato a lavorare con loro e mostrare loro che l'olio d'oliva deve dare qualcosa di speciale a ciò che cucinano. "

"È un approccio diverso e a loro piace, quindi ora lo chef non userà un olio d'oliva per accompagnare tutto, usano l'olio d'oliva nel modo in cui deve essere usato, come condimento ”, ha aggiunto.

Eric Briffard, executive chef e direttore delle arti culinarie presso Le Cordon Bleu Institute, tornerà a presiedere la competizione e dirigerà il pannello della giuria per il secondo anno consecutivo. Abbraccia l'evento come un modo per le persone di sperimentare i vantaggi della stagionalità nel cibo; mangiare certe cose quando sono le più fresche.

"Sono stato educato al ritmo della natura ", ha detto. "Rispettando la stagionalità, mostriamo anche il nostro patrimonio culinario artigianale di fronte all'industria agro-alimentare che sta standardizzando i nostri palati. "

Durante la fase della competizione dell'evento, ciascun produttore si aggiudicherà tre premi: qualità generale dell'olio, migliore imbottigliamento e migliore etichettatura. La competizione è divisa in due turni, una fase di qualificazione e finale. I primi sei oli della fase di qualificazione si dirigono verso il round finale.

A ciascun campione di olio nuovo viene assegnato un numero, quindi nessuno dei giurati sa nulla del campione che stanno assaggiando.

"La degustazione alla cieca è fondamentale per la selezione di un buon olio, proprio come il vino ", ha detto Briffard. "Il giudizio di un assaggiatore può essere pregiudicato dalla conoscenza dei dettagli di un petrolio, come l'origine geografica, il prezzo o la reputazione. "

L'anno scorso, il produttore giapponese Takao Olive è emerso come il vincitore a sorpresa per il premio per la migliore qualità; Il produttore francese Les Callis ha vinto per la migliore etichetta e il produttore catalano Henri Mor ha vinto il premio per il miglior imbottigliamento.

Insieme alla competizione e all'abbinamento del ristorante, c'è un evento pubblico noto come un percorso, in cui tutti possono provare tutti questi oli d'oliva con pane in una serie di panetterie in città.

"Vogliamo che ogni parigino sia in grado di assaggiare l'olio d'oliva fresco ”, ha affermato Déchelette. "Il gusto è più forte, quindi è più facile capire cosa preferisci. ”

L'obiettivo di Olio Nuovo Days continua a essere triplice agli occhi di Déchelette. Cerca di aiutare i consumatori a trovare un ottimo olio d'oliva mentre espande e democratizza la conoscenza di ciò che distingue un olio di oliva in primo luogo. Mira anche a promuovere la collaborazione tra produttori e chef, quest'ultimo dei quali considera forti influencer pubblici.

Le giornate di Olio Nuovo si terranno da gennaio 14 a 18 e si terranno presso la Maison Métropole, l'Institut des Systèmes Complex e panetterie e ristoranti in città.





Related News

Feedback / suggerimenti