` EVOO e A-Rod: The Dawn of Olive Oil's Era of Testing - Olive Oil Times

EVOO e A-Rod: l'era del test di Dawn of Olive Oil

Agosto 13, 2010
Curtis Cord

Notizie recenti

Che coppia interessante di settimane è stata. 14 luglioth abbiamo ricevuto un suggerimento a tarda notte che l'UC Davis Olive Center avrebbe rilasciato un rapporto che avrebbe concluso la maggior parte del "gli oli extra vergine di oliva che acquistiamo non meritano di essere chiamati così. Noi ha rotto la storia, pubblicando il rapporto ore prima di chiunque altro e da allora ti abbiamo portato gli sviluppi. Accuse di frode, profitto e guerre di pubbliche relazioni non erano ciò che avevamo in mente quando abbiamo acceso il nostro server alcuni mesi fa con lo slogan "notizie, recensioni e discussioni sull'olio d'oliva ", ma le notizie accadono e l'olio d'oliva è il nostro ritmo.

Non siamo troppo sorpresi che la maggior parte degli oli d'oliva degli scaffali dei supermercati della California non sia riuscita a soddisfare le linee guida extra vergini. Supponiamo che tu sia il capo di un conglomerato di olio d'oliva da miliardi di euro che deve rispondere agli azionisti mentre produce risultati annuali in continuo miglioramento. Produci una certa quantità di olio extravergine di oliva di alta qualità per i tuoi clienti domestici pane e burro, ma immagina la pressione per sfruttare quella produzione e il tuo marchio secolare annaffiando le cose buone con additivi più economici e vendendole , navi pieno di esso, a popolazioni ignare che non conoscono la differenza e i cui governi non faranno rispettare le deboli leggi in vigore. Gli Stati Uniti sono una mucca da soldi per giganti senza scrupoli produttori di olio d'oliva che da tempo si preoccupano più della costruzione del marchio e delle reti di distribuzione che della qualità dei loro oli d'oliva.

Allora cosa cambia adesso? Incoraggiati dalle recenti revisioni del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti che, almeno, richiede standard minimi per l'etichettatura extra vergine, il California Olive Oil Council ei loro amici del Davis Olive Center stanno sottolineando ancora una volta che i consumatori negli Stati Uniti vengono derubati . Il piccolo campionamento rifletteva uno studio fatto a buon mercato, ma l'inevitabile realtà rimane e scommettiamo che potresti duplicare i test in un numero qualsiasi di paesi delle vacche da reddito in tutto il mondo e ottenere risultati simili. Provalo in Cina, India, Giappone, Messico, Canada, Germania.

Oggi a causa è stato annunciato in tipico stile americano, completo di un querelante chef semi-celebrità e "ristoratori di spicco ", per mettere sotto pressione le grandi aziende che riempiono gli scaffali dell'olio d'oliva di luoghi come Costco, Walmart e Albertson. Il marchio di Rachael Ray è tra le contraffazioni nominate, anche se la dolcezza culinaria americana è più probabilmente una vittima sfortunata come il resto di noi. Forse questo è ciò a cui doveva arrivare. Non succede niente qui senza il ronzio.

Non è di questo che vogliamo scrivere in queste pagine (ma lo faremo). Preferiamo parlare delle persone che producono l'olio d'oliva, di come usarlo e gustarlo, della sua antica cultura e del suo posto nei nostri modi di vita moderni. E mentre vorremmo ringraziare l'Università della California, il Consiglio oleicolo internazionale, la North American Olive Oil Association e lo studio legale di Callahan e Blaine per l'enorme crescita dei nostri lettori, stiamo anche ricevendo un sacco di e-mail da lettori che sono confusi e vogliono una guida. Vorrebbero sapere come acquistare l'olio extravergine di oliva senza farsi prendere.

Francamente, non abbiamo questo problema. La redazione di Olive Oil Times riceve più della sua giusta quota di ottimo olio extravergine di oliva da produttori che devono pensare che se ci inviano materiale gratuito ne scriveremo (e potremmo farlo). Non dovremo mai più comprare un'altra bottiglia e se potessimo condividere questa ridicola scorta con i nostri lettori, sai che lo faremmo. Ma fammi fingere per un minuto che dovevo davvero uscire e comprare una bottiglia di buon olio d'oliva da, diciamo, un negozio di alimentari. La nostra Denise Johnson pubblicato un pezzo di recente a proposito delle scarse entrate in un tipico supermercato del New England. Aveva una scelta tra alcuni dei marchi coinvolti in "Lo studio "e "premium "roba extra vergine di origini identificate che avrebbe potuto essere piuttosto buona, se non fosse stata pre-Obama.

C'è una parola d'ordine nel mondo della produzione di olio extravergine di oliva di fascia alta: tracciabilità. Ora è possibile prendere il numero di lotto da alcune bottiglie di EVOO di fascia alta, inserirlo su un sito Web e visualizzare informazioni complete sull'olio, inclusa la data di raccolta, le varietà e una vista aerea del pacco da cui sono state raccolte le olive. Per sapere veramente cosa stai acquistando, è necessario un certo grado di tracciabilità. Con molti prodotti alimentari, inclusi alcuni che potrebbero persino portare nomi famosi come Rachael Ray o Paul Newman, potrebbe non avere molta importanza. Con olio extravergine di oliva, lo fa. Il succo d'arancia premium costa $ 3 al litro. Il succo d'oliva premium può essere dieci volte tanto. Dobbiamo sapere in che anno sono state raccolte le olive e quando l'olio è stato imbottigliato.

alex "A-Rod ”Rodriguez, uno dei giocatori di baseball più dotati di tutti i tempi, ha colpito i suoi 600th home run questa settimana in mezzo a grandi fanfare e adorazione. A pochi sembrava che avesse ammesso di usare steroidi durante un periodo che è stato coniato il "Steroids Era. ”Il baseball professionale è ora in quello che viene chiamato il "Era of Testing "durante il quale, si ritiene ampiamente, nessuno può cavarsela con l'assunzione di farmaci che migliorano le prestazioni sotto un esame così intenso.

Credo che stiamo entrando in un periodo simile nel settore dell'olio d'oliva. Lo studio di Dan Flynn e la causa legale di Dan Callahan segneranno l'inizio del "Era of Testing ”per l'olio extravergine di oliva e non passerà molto tempo prima che possiamo essere abbastanza sicuri che ciò che compriamo al supermercato sia ciò che afferma di essere. Proprio come sapevo che l'omero di A-Rod era il risultato del suo talento naturale (e di una palla veloce nella zona).

I produttori e gli operatori di marketing di olio d'oliva coinvolti nel processo ce la faranno, proprio come Alex Rodriguez, a patto che non lo facciano di nuovo. I consumatori cercheranno presto di etichettare i valori di acidi grassi liberi (FFA) e di perossido, date di raccolta e paesi di origine. Scansionerai un codice a barre con il tuo telefono per vedere una mappa di Google del boschetto. Tracciabilità.

Nel frattempo, chiedi al tuo droghiere perché non c'è una data sull'olio d'oliva. Scegli un marchio da supermercato da utilizzare per cucinare e considera di pagare di più per un extravergine premium prodotto da un produttore artigianale, dal paese di tua scelta, da utilizzare per tutto il resto. Se ti piace l'olio extravergine d'oliva abbastanza da leggere questo post, devi a te stesso imparare a distinguere il buono dal cattivo, il grande dal meno. Puoi seguire un corso, prendere un libro, leggere alcuni dei nostri post sull'argomento o semplicemente esercitarti a confrontare diverse marche a casa. Non te ne pentirai.

Related News

Feedback / suggerimenti