` Gino Celletti e Pieralisi: la tecnologia dell'olio d'oliva resa semplice - Olive Oil Times

Gino Celletti e Pieralisi: la tecnologia dell'olio d'oliva resa semplice

Novembre 26, 2012
Luciana Squadrilli

Notizie recenti

Negli ultimi anni la tecnologia ha assunto un ruolo guida nella produzione di olio d'oliva, anche qui in Italia, dove è sempre stata un'attività tradizionale fortemente legata all'artigianato e all'azienda di famiglia. Le macchine e i sistemi di lavorazione moderni sono essenziali per ottenere il meglio dalle olive, ma complicati aggeggi e tecnologia potrebbero spaventare i produttori.

Ecco perché il Gruppo Pieralisi, azienda leader per sistemi di estrazione dell'olio di oliva, ha chiesto al Dr. Gino Celletti di unirsi al loro team internazionale come consulente per aiutare a comunicare e diffondere gli sviluppi tecnologici del gruppo.

Il Dr. Gino Celletti conduce un seminario presso la sede di Pieralisi a Jesi

Celletti è famoso nel mondo dell'olio d'oliva per la sua esperienza nella degustazione e per le sue iniziative di comunicazione. Il creatore del Olio d'oliva monocultivar progetto, che comprende corsi di degustazione e mostre dedicate alle singole varietà di olive, è anche capo giudice e panel leader dell'imminente Concorso internazionale dell'olio d'oliva di New York. Con una vasta esperienza in biologia e biochimica e una lunga esperienza come consulente di produzione e commercializzazione di olio d'oliva e ristoratore, non c'è da stupirsi perché sia ​​stato scelto da Pieralisi per gestire l'incarico.

Celletti gestirà le attività di comunicazione del gruppo, ma formerà anche il personale Pieralisi nella degustazione e nella valutazione dell'olio d'oliva. Per aiutarli a diffondere la cultura di olio extravergine d'oliva, ha implementato una serie educativa Master in olio d'oliva monocultivar ciò coinvolgerà tutti i dipendenti e i consulenti del gruppo. Presto avvierà un programma di formazione in tutto il mondo con l'aiuto di sua moglie Maria Santarelli, esperta anche lei stessa.

"Devi mettere le cose in parole semplici ", ha detto Celletti. "Pieralisi è una grande azienda fondata e gestita da ingegneri, che sta producendo le tecnologie più avanzate al mondo nel settore dell'olio d'oliva. Ma avevano bisogno di qualcuno che potesse aiutare a promuovere e comunicare tutto questo in modi più semplici. I consumatori medi, e talvolta anche i produttori, non hanno una profonda conoscenza del processo di produzione dell'olio d'oliva da un punto di vista tecnologico. Vogliono comprare e fare, i migliori oli d'oliva ma devi spiegare come è possibile. Pertanto, abbiamo concordato un accordo di 5 lungo un anno per sviluppare un piano di marketing e comunicazione per insegnare al loro personale a degustare e valorizzare l'olio d'oliva, ma anche a spiegare e vendere i propri prodotti in modo efficace. "

pubblicità

Uno dei primi passi del nuovo incarico di Celletti è stata la comunicazione del DMF (decanter multifunzionale), una tecnologia di decantazione aggiornata che ha dato vita a Leopardo, l'unico decanter bifase in grado di combinare la moderna tecnologia di estrazione senza l'aggiunta di acqua alla lavorazione discontinua, grazie al dispositivo di scarico della vasca. Ciò si traduce in una buccia disidratata simile a quella proveniente da un decanter trifase e separa anche la polpa ("paté") dalla buccia, ottenendo un ingrediente ideale per il compostaggio o l'alimentazione degli animali.

"Puoi avere molti effetti positivi da questo ", spiega Celletti. "I produttori otterranno oli d'oliva intensamente profumati e fruttati, con un caratteristico sapore amaro e speziato e ridurranno il consumo di acqua ed energia. Ma saranno anche in grado di utilizzare - o vendere - il paté in molti modi diversi, dal compostaggio alla preparazione del pane, utilizzandolo come antipasto per il lievito. Risparmieranno denaro sullo smaltimento delle acque reflue e saranno in grado di utilizzare i residui di olive secche come combustibile ecologico ".

Indicare i vantaggi è la chiave. "Devi comunicare non solo le funzionalità, ma i vantaggi della tecnologia ", ha detto Celletti.

Related News

Feedback / suggerimenti