Castello Monte Vibiano

In una calda giornata di inizio giugno, abbiamo guidato attraverso il cuore verde d'Italia e abbiamo apprezzato il profilo grazioso del paesaggio che circonda Castello Monte Vibiano Vecchio.

Le persone che hanno vissuto qui nel corso dei secoli si sono prese cura di questo territorio con amore e rispetto. Questo è ciò che facciamo oggi e il modo per ottenere il meglio dalla tua terra.- Maria Camilla Fasola Bologna, Castello Monte Vibiano Vecchio

Quando ho parlato con Lorenzo Fasola di Bologna sul two Gold Awards ricevuto su 2017 NYIOOC, Ho sentito la sua passione e il desiderio di fare meglio, anche se alcuni traguardi impressionanti sono già stati raggiunti dalla fattoria umbra.

Andrea, Lorenzo e Maria Camilla Fasola Bologna

È entrato a far parte di suo padre Andrea Fasola Bologna nella gestione dell'azienda in 1998 e hanno decisamente intrapreso la strada della sostenibilità con una serie di misure che hanno portato alla rivoluzione del "360 green". "Abbiamo ridotto l'impatto ambientale e raggiunto la completa sostenibilità della produzione, migliorando sia la qualità dei prodotti che la qualità della vita delle persone e del territorio", ha sottolineato, osservando che nel corso degli anni sono stati piantati alberi 10,000 di diversi tipi.

In 2008 la società ha ricevuto la certificazione #00001 dall'autorità indipendente DNV, secondo lo standard internazionale ISO 14064, per ridurre le emissioni di gas serra. Come prima fattoria a raggiungere questo obiettivo, sono passati da 287 tonnellate a meno 764 tonnellate di CO2 in pochi anni.
Guarda anche: The Best Olive Oils from Italy
Ora, oltre a un'attenzione particolare alla gestione fitosanitaria sostenibile, utilizzano solo trattori e veicoli elettrici alimentati a biodiesel. L'energia è prodotta da pannelli fotovoltaici, mentre ulteriori accordi di risparmio energetico, come l'implementazione dell'effetto albedo sui tetti, consentono di tagliare diverse tonnellate di CO2.

"Oggi la sostenibilità è un concetto di tendenza, ma in quegli anni il nostro atteggiamento ecologico è stato rivoluzionario", mi ha detto Fasola Bologna. "Riteniamo che questo sia il fondamento di un futuro sano, ma soprattutto il punto di partenza per la qualità, poiché penso che gli ulivi debbano crescere in un ambiente il più sano possibile".

Camminammo all'ombra di un uliveto secolare, lungo sentieri che un tempo erano percorsi dagli Etruschi, che diedero il nome Vubia al clan romano che colonizzò l'area. Un muro di quel tempo si erge ancora come un confine tra ulivi e viti.

"L'energia di questo luogo sembra agire sui prodotti del suolo che sono sempre eccellenti", ha detto la sorella di Lorenzo, Maria Camilla Fasola Bologna. “E in effetti, le testimonianze storiche arricchite da leggende ci dicono che le persone che hanno vissuto qui nel corso dei secoli si sono prese cura di questo territorio con amore e rispetto. Questo è ciò che facciamo oggi e il modo per ottenere il meglio dalla tua terra. "

Dalle origini di questo luogo, hanno chiamato Vubia la miscela di Moraiolo, Leccino, Frantoio e Dolce Agogia che ha vinto un Gold Award, grazie alla sua eccellente combinazione sensoriale di carciofo, mandorla dolce ed erbe con piacevole amarezza e piccantezza.

La famiglia ha vinto un altro Gold Award per il loro Tremilaolive Monocultivar Borgiona, che è composto da una varietà autoctona e prende il nome dal numero (tremila significa tremila) di olive tipicamente necessarie per produrre mezzo litro del loro olio extra vergine di oliva.

Possono contare su ulivi 14,000, di cui si stima che i più antichi abbiano circa quattrocento anni. Undici varietà diverse tra cui Moraiolo, Frantoio e Dolce Agogia e altre cultivar meno comuni come Rosciola di Panicale, Rosciola Umbra, Limona, San Felice, Pocciolo, Nostrale di Rigali, Borgiona e Capolga Umbra, danno vita a una miscela unica 'secolare' , caratterizzato da note di erbe aromatiche.

Uno studio condotto dal CNR di Perugia ha permesso a Castello Monte Vibiano Vecchio di essere tra i primi a utilizzare il riconoscimento del DNA per certificare l'olio extra vergine di oliva. "Riceviamo una parte di olive da piccoli produttori di questa zona", ha spiegato Lorenzo Fasola Bologna. "Coltivano solo varietà locali secondo il nostro approccio sostenibile e certificato e vogliamo fornire ai nostri consumatori una garanzia di qualità verificata".

Certificano tutti i loro prodotti, incluso un nuovo olio extra vergine di oliva monodose congelato. I test hanno dimostrato che il congelamento di EVOO immediatamente dopo l'imbottigliamento lo mantiene in ottime condizioni e promuove il consumo. "Abbiamo progettato una dose singola in quanto offre la possibilità di essere utilizzato durante una cena, facendoti sentire come l'olio extra vergine di oliva appena uscito dal frantoio", ha detto, suggerendo il suo utilizzo con gazpacho e altri cibi freschi d'estate .

Inoltre, svolgono attività di ricerca in corso sulle proprietà degli oli extra vergini di oliva e dei suoi sottoprodotti, come un estratto liquido concentrato con idrossitirosolo, sviluppato in collaborazione con un team di ricercatori e medici.

È una sostanza straordinaria, i cui molti benefici devono ancora essere scoperti, considerato Fasola Bologna. "Abbiamo sviluppato questo prodotto per aiutare a prevenire i problemi di colesterolo e ipertensione, per migliorare il controllo della glicemia e prendere precauzioni per molte altre malattie", ha spiegato, evidenziando il gran numero di ricerche che hanno dimostrato gli effetti benefici di questo fitochimico fenolico sulla riduzione dello stress ossidativo.

"Alcuni sportivi usano il nostro integratore alimentare e questo mi rende orgoglioso", ha rivelato. "Uno stile di vita sano basato sulla dieta mediterranea è il punto di partenza per sentirsi bene!"

Il sole tramonta sull'oliveto, mentre ci godiamo una leggera brezza serale e gli ulivi sono in piena fioritura intorno a noi.



Commenti

Altri articoli su: , , , , ,