Al Concorso internazionale dell'olio d'oliva di New York (NYIOOC) la scorsa settimana produttori, rivenditori, distributori, chef e giornalisti di 200 si sono riuniti a New York City per assaggiare centinaia di premiati oli extra vergine di oliva e celebrare i migliori oli d'oliva dell'anno e le persone che li producono.



I produttori hanno esultato mentre collezionavano i loro trofei vinti duramente, e una cosa è diventata particolarmente chiara durante la serata: ce ne sono altri high-qual­ity olive oil rispetto al passato.
Questo è l'inizio del cambiamento del mare che stavamo aspettando. Ora ci sono più oli d'oliva di alta qualità da più luoghi che mai.- Curtis Cord, NYIOOC Presidente

All'evento, che un partecipante ha chiamato "Olive Grammy Awards", gli oli 463 sono stati nominati i migliori al mondo da una giuria di esperti di tutto il mondo, 149 in più rispetto allo scorso anno.

Il tasso di successo complessivo è aumentato drasticamente dal 38 percento dell'anno scorso al 51 percento quest'anno, e ci sono stati più concorrenti della prima volta che mai. Curtis Cord, Fondatore della NYIOOC e l'editore di Olive Oil Times disse: "Questo è l'inizio del cambiamento del mare che stavamo aspettando. La meticolosa analisi della nostra giuria ha rivelato una chiara tendenza al rialzo in termini di qualità. "
Guarda anche: The World’s Best Olive Oils for 2017
Questo successo arriva al prezzo di un'intensa disciplina e di uno sforzo impegnativo. "È un sacco di duro lavoro e un grande sforzo per fare qualcosa che abbia un sapore altrettanto buono come un ottimo sapore extravergine", dice Alex Buli, il cui olio d'oliva Buli ha ricevuto un Gold Award. Buli è una miscela aromatica di olive Frantoio, Leccino, Pendolino e Moraiolo. "Come con qualsiasi prodotto agricolo, sei sempre in balia di fattori al di fuori del tuo controllo, che si tratti del tempo o dei parassiti", ha aggiunto Buli.

Buli grew up in New York — he didn’t fall in love with olive oil until later in life. “It’s my father who made this hap­pen,” he explained. “My grand­mother, his mother, is from Tuscany. We got our farm about 30 kilo­me­ters east of Siena about ten years ago. It already had about 300 olive trees.” The grove’s loca­tion atop a hill meant a won­der­ful breeze. Many neigh­bor­ing farms had a tough har­vest this year because of the inva­sive olive fruit fly, but the Buli’s trees were spared. “We’re very for­tu­nate,” said Buli.

Fare olio extra vergine di oliva non è per i deboli di cuore. “Chiunque abbia mai visitato un uliveto o assistito alla produzione di high-qual­ity olive oil conosce il lavoro scrupoloso, le sfide quotidiane e le innumerevoli decisioni necessarie per realizzare questo prodotto ", ha detto Cord al pubblico del NYIOOC press con­fer­ence.

Rose Malindretos, direttore marketing e commercio elettronico, O&CO. USA, Inc.

"Avrai bisogno del terreno e delle cultivar perfetti, quelli che prosperano nel tuo microclima, gli alberi impiegheranno anni prima che producano frutti ... avrai bisogno di un po 'di pioggia ma non troppo, dovrai raccogliere le olive alla giusta tempo. ”Dalle ondate di calore ai parassiti, dalla molitura alle attrezzature all'imbottigliamento, ci sono innumerevoli dettagli e ostacoli sulla strada per creare un meraviglioso olio d'oliva. Il lavoro è impegnativo e implacabile.
Guarda anche: Buy This Year’s Award-Winning Oils
910 pro­duc­ers — more than ever before — sub­mit­ted oils to the NYIOOC, nonostante una stagione di raccolta difficile che ha comportato un calo dell'30 percentuale nella produzione globale. Gli oli d'oliva dei paesi 20 hanno ricevuto premi, in aumento rispetto allo scorso anno 15, tra cui centrali elettriche come Italia, Spagna e Grecia e paesi come Slovenia, Sudafrica, Croazia, Uruguay, Marocco, Brasile e Cina.

"Ora ci sono più oli di oliva di alta qualità da più luoghi che in qualsiasi altro momento", ha annunciato Cord. “I dati di quattro giorni di degustazioni del panel di esperti di panel sensoriale più esperto del mondo dimostrano che gli sforzi per produrre un ottimo olio d'oliva in tutto il mondo stanno pagando. I produttori di ogni regione hanno risposto alla nostra chiamata e hanno alzato il gioco. "

Lucia Gamez ha vinto il premio Best in Class per il suo Picnic spagnolo Dehesa de la Sabina

Man mano che i clienti imparano di più, apprezzano e sminuiscono l'olio d'oliva di qualità superiore. Gli standard sono in aumento e i produttori stanno affrontando la sfida. "È un onore dare all'olio d'oliva il prestigio che merita", ha dichiarato Rose Malindretos.

Malindretos rappresenta Olivier & Co, un marchio francese che lavora direttamente con i produttori per ottenere oli d'oliva da tutto il Mediterraneo. Quest'anno, i loro marchi hanno portato a casa un Gold Award con il loro Monva — a robust Picual from the Sierra Magina nat­ural reserve in Spain, and a Silver for its Azienda Agricola Mascio miscela (l'anno scorso il loro olio Il Fornacino Tuscan ha ricevuto un Gold Award.)

“Come marchio, siamo negli Stati Uniti da 2000 e siamo tra i primi a dare davvero all'olio d'oliva la tracciabilità che merita. L'olio d'oliva esiste da migliaia di anni e sta finalmente ottenendo il rispetto e la credibilità che merita ", ha detto Malindretos.

L'olio di Buli è stato tra le opere presentate per la prima volta, ed è stato eccitato dalla buona notizia e dal cameratismo del NYIOOC.

"È un onore essere in compagnia di così tanti grandi produttori che condividono la stessa passione", ha detto Buli. Forse abbiamo ancora più oli incredibili e produttori premiati per guardare al prossimo anno.



Commenti

Altri articoli su: , , , ,